Lettera di un pastore. 15/6/2015

MASTER

Lettera di un pastore

Senza nome 1


LOGO2

Quo Vadis a.p.s. di Modena sta ricevendo molte vostre segnalazioni di notizie, link e esperienze personali.

VI RINGRAZIAMO

PER IL VOSTRO SOSTEGNO,

E LA VOSTRA FIDUCIA.

Potete scrivere a: quovadis.aps@gmail.com 

oppure a: politi.rocco@gmail.com 

oppure scrivere per posta ordinaria a: 

Quo Vadis a.p.s. via Toniolo 110/1 41122 Modena

GRAZIE A TUTTI PER LA COLLABORAZIONE.

10984181_656122027844555_4001715272020062282_o

Sostenete la pagina di QUO Vadis a.p.s.

cliccate mi piace su

>> https://www.facebook.com/quovadisaps <<

<<<<<   >>>>>

 quovadis.aps@gmail.com

telefono  392 1539014

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, in formato elettronico, a condizione che non si cambi nulla e che si specifichi la fonte.

15 thoughts on “Lettera di un pastore. 15/6/2015

  1. Bravo Riccardo. Hai fatto la scelta giusta. Ora non ti perdere nel momento di stasi in cui ti trovi. Prega e confida in Dio ed egli ti guiderà. Ora puoi conocere cose meravigliose che ti erano state celate. È stato solo un passaggio, una montagna che si interponeva tra te e Dio. Ci salirai sopra a questo ostacolo e ne uscirà una benedizione. Vedrai più lontano e sarai più vicino al Padre. Ci sono passato anch’io e la gioia che provo ora ha cancellato tutti quei brutti ricordi.
    Giovanni Zardinoni

    • Ti ringrazio per l’incoraggiamento.
      A differenza di altri ‘compagni di fede ‘che come se nulla fosse continuano a salire si podi a pronunciare preghiere poetiche io non riescono più
      a farlo dopo ciò che è successo. Eppure non ho peccato in nessun modo contro Dio. Ma sono considerato un malato spirituale per aver difeso linviolabilità dei più piccoli

      • Caro Riccardo, chi agisce bene avrà il favore di Dio, come in Esodo 1 dove le levatrici si rifiutarono di collaborare con il faraone criminale.

        Ricordi cosa rispose Cristo alla samaritana su dove si sarebbe adorato il Padre? Rileggi la frase e dimmi se ci vedi un podio.

        Giovanni Zardinoni

        • È giusto ci che dico soprattutto quando vi è la corsa a prestigio fama e l arricchirsi alle spalle di ignari operai non ci si ricorda più l’essenza della Parola di Dio.

  2. Posso sapere cosa ti ha spinto a continuare il tuo percorso spirituale divenendo anziano dopo che hai visto alla Betel “depravazione,omosessualita,alcol ed immoralità ?

    • Ci dissero di lasciare tutto nelle mani di Geova e che con il tempo avrebbe fatto luce. …..
      frase che ho imparato a dire quando si vuole tenere celato il liquame invece di chiedere il perdono dei propri errori.
      Pensai che fossero solo errori umani non di un organizzazione diretta dallo spirito santo.
      Ma solo dopo che diventai un anziano ho capito cosa si cela dietro a certi comportamenti o ‘direttive teocratiche’

  3. Hai proprio ragione Riccardo, per ogni evenienza la socetà ha la risposta utile per quella data situazione.Come quando non si adempiono i loro intendimenti che scrivono “alcuni hanno pensato che…qualcuno ha inteso che…come se fossero i fratelli delle congregazioni che hanno pensato quell’intendimento e glie l’avessero riferito.Da quando i fratelli pensano? Non parliamo poi della luce progressiva spirituale,altra chicca costruita ad arte.L’importante e che tu ora sei in pace con la tua coscienza che hai trovato il tuo equilibrio e per il perdono di Dio alla tua anima non ti preoccupare ha perdonato Manasse non credo che tu sia peggio di lui.Quando hai tempo guardati il film “Equilibrium” anno 2003

    • E invece io essendo povero ho soltanto i miei sogni e i miei sogni ho steso sotto i tuoi piedi. Cammina leggera perché cammini sopra i miei sogni. William Butler Yeats]
      ci vorrà tempo ma ho iniziato da subito a chiedere il perdono a tutti coloro che hanno inultilmnte sofferto o umiliati . Ho preso il telefono e glieli ho chiesto perdono.

  4. Non che io voglia farmi gli affari tuoi, ma ti sei scusato con i fratelli quando eri ancora dentro l’organizzazione,la multinazionale,la tipografia?O quando sei uscito?Ad esempio io che sono uscito più di un anno fa, ancor oggi ci sono fratelli e sorelle che incontrandomi mi salutano e facciamo 4 chiacchiere,per fortuna non siamo e non sono tutti uguali.Quello che voglio comunicarti è :non farti troppi sensi di colpa a quel tempo hai fatto ciò che ritenevi giusto,non mi sembra che hai ammazzato qualcuno? A me risulta che solo alla morte non c’è rimedio il resto tutto passa ci va solo tempo.

    • Tutto ciò che è successo è solo accaduto da qualche mese non darò a questi signori il piacere di farmi ostracizzare. Vi è una disposizione interna che solo chi ha fatto dei comitati speciali conosce e che permette di non essere più annoverato testimone di geova senza subire l ostracismo. Non ve la diranno mai perchè questi fanno di tutto per far vedere che seguono il modello apostolico e con la politica del terrore tengono sottoposti pecore sincere e in buona fede .
      Il mio senso di colpa e di inadeguatezza agli occhi di Dio e dei fratelli è dovuto dal fatto che non è possibile che si possa giocare con le vite delle persone in questo modo .

  5. Scusa se te lo dico, ma non sei un pastore di Dio, secondo me. Dio non ha bisogno di pastori. Non fosse altro che per il fatto che le persone non sono raggruppabili in greggi. O se lo sono, come nel caso dei TdG, allora in quel caso i pastori sono semplicemente dei boss, dei capi. Ma Dio non c’entra nulla. Dio avrà pietà della tua anima, non ti preoccupare… Mi chiedo solo, ammesso che la storia che descrivi sia vera, perchè non sei uscito subito dall’organizzazione, alla prima frase storta! E di più, che cosa te ne importa dell’ostracismo di un gruppo di pecoroni come loro?? Abbi pazienza ma c’è poca coerenza nella tua denuncia!!

    • Gentile Simone
      la storia raccontata è pura verità è la inviterei a incontrarmi e a farle incontrare chi è stato violato, chi ha coperto reati e chi gestisce gli affari di questa mega multinazionale e avrei da mostrarle documenti in originale che considererebbe molto interessanti e che sulle torre di guardia o nel km non vengono stranamente mai pubblicati.
      non sono uscito subito dall’organizzazione in quanto ogni uomo vive di ideali di onore e fede fino a quando non si scontra con una dissonanza cognitiva.
      Vorrei farle vedere e farle toccare con mano la realtà.
      377 5469687

      • Lieto della tua risposta. Gli ideali spesso si scontrano con la realtà… lo so. Mi dispiace molto che, così come nel tuo caso, o come in quello di Rocco alla fine si esca da questa organizzazione sempre a seguito di fatti gravi, mai prima che tali fatti si compiano. Mi farebbe piacere discutere con te riguardo la tua esperienza. La mia esperienza è altrettanto ricca, anche se io sono uscito a 19 anni, 18 anni fa, dalla WTS, quando ho compiutamente realizzato che non era permesso l’utilizzo autonomo del pensiero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili


cinque − = 4

ZNhZ5SSugu z2szb 7lN

Please type the text above: