NOVITA’ DAL PORTOGALLO: IL CORPO DIRETTIVO RISPONDE ALLE ACCUSE. 3/10/2015

master

NOVITA’ DAL PORTOGALLO: IL CORPO DIRETTIVO RISPONDE ALLE ACCUSE

Il Corpo Direttivo, tramite David Splane, ha espresso la propria posizione sul reportage portoghese. Il 1/11/2015 Splane ha parlato via internet da una sala di assemblea di Carnaxide, in Portogallo, a 50.000 fedeli sparsi nel Paese lusitano. Ha affermato che esistono due lati della storia dei TDG. Se si parla di un solo lato, così afferma, non si dà una versione sincera dei fatti. Quindi ha squalificato il lavoro della giornalista e l’ha definita “sensazionalista” e per nulla professionale, in quanto se si descrive solo un lato, non si dice tutta la verità.
Tali frasi, a mio modesto parere senza senso, nè logica, mettono in luce due dati importanti: a) il sig. Splane non si è addentrato a commentare i fatti agghiaccianti emersi, nè ha detto se corrisponde al vero ciò che è stato ampiamente documentato; b) fatto ancor più grave, è la falsità che racconta il membro del CD, perchè in una successiva intervista (e prima della dichiarazione di Splane) ad una domanda del pubblico letta in studio dal presentatore “del perchè non si è parlato del lato positivo e bello dei TDG?” (classica domanda del fedele geovista), la giornalista Ana Leal disse chiaramente in trasmissione che la Betel aveva negato la propria collaborazione alla realizzazione del reportage e nello stesso tempo ai singoli TDG è stata negata la possibilità di raccontare il proprio punto di vista. Per non annoiarvi vi racconterò a breve la seconda parte di ciò che è emerso.

http://desperta.weebly.com/notiacutecias/membro-do-corpo-governante-de-visita-a-portugal-pede-as-testemunhas-de-jeova-que-ignorem-reportagens-negativas-sobre-elas

<<<<<<<<<<<<<<<   >>>>>>>>>>>>>>

SOSTIENI Quo Vadis a.p.s.

ECCO COME PUOI FARLO

 http://www.roccopoliti.it/?p=12211

Grazie!

3 thoughts on “NOVITA’ DAL PORTOGALLO: IL CORPO DIRETTIVO RISPONDE ALLE ACCUSE. 3/10/2015

  1. Esistono due lati della storia dei TDG? questa non l’ho capita, e poi non vuol dire un bel niente, bisogna rispondere e giustificarsi per quelle accuse punto e basta.

  2. Ma poi mi sono sempre chiesto, se non hanno nulla da nascondere o essere accusati, perché non permettono a dei giornalisti di fare un reportage affinché ci convinciamo anche noi della loro cristallina onestà e correttezza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili


2 − = zero