NON SONO AMMESSE RAGAZZE – CRESCERE COME UNA TESTIMONE DI GEOVA. 2/6/2016

Non sono ammesse ragazze – Crescere come una Testimone di Geova

Senza nome 1-1

Senza nome 1-2 Senza nome 1-3 Senza nome 1-4 Senza nome 1-5

Senza nome 1-6b

Senza nome 1-7

>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

L’associazione Quo Vadis a.p.s. di Modena

per vivere ha bisogno del tuo aiuto

ECCO COME PUOI FARLO

clicca su:

frecce

http://www.roccopoliti.it/?p=12211

Grazie!

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

https://www.facebook.com/quovadisaps

quovadis.aps@gmail.com

rocco.politi@gmail.com

telefono  392 1539014

5 thoughts on “NON SONO AMMESSE RAGAZZE – CRESCERE COME UNA TESTIMONE DI GEOVA. 2/6/2016

  1. San Paolo OMOFOBICO??? Con ragionamenti VIZIATI??? Ma stiamo dando i numeri? Caro Rocco, è meglio che lasci perdere le cavolate degli amichetti americani che sparano solo cafonate!!!

    • Grazie Gianpiero! Concordo pienamente che definire San Paolo Omofobico è una gran cafonata. Molti di coloro che fuoriescono dai tdg danno i numeri veramente. Però come hai potuto notare i numeri li posso dare anche io e tutti noi della redazione non prestando la dovuta attenzione, inserendo completamente il contenuto senza apportare alcun cambiamento. In questa circostanza provvederò personalmente a offuscare la frase in questione. Nuovamente ti ringrazio per la segnalazione e spero di contare sulla tua collaborazione futura su ogni errore che commetteremo. Un caro saluto

  2. non mi è chiaro perché nei versetti riportati di 1Timoteo2/11-14, pur essendo entrambi peccatori, solo di Eva viene detto che si rese colpevole di trasgressione (CEI)

  3. Paolo non sarà stato omofobico, ma i suoi ragionamenti viziati dalle scritture ebraiche e sicuramente dal contesto sociale dell’epoca , che non mi risulta fosse particolarmente aperto alle donne, hanno un retrogusto che se non è da omofobici per,lo meno ci rassomiglia.

    • Io posso anche dire di non essere omofobico o misogino, però se poi scrivo che le donne si devono stare mute e gli omosessuali devono morire… beh, al giorno d’oggi, nel 2016, questo si chiama omofobia e misoginia.
      Sarà un argomento scomodo ma le espressioni usate sono abbastanza chiare. Poi che ci dobbiamo fare i voli pindarici per giustificarle o interpretarle… le religioni servono a questo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0fy09r9 ZssZyy pl gf

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>