Anche gli uomini vittima di violenza psicologica coniugale. 5/7/2016

ORIZZ. SOSTENETE CON INDIRIZZO FB

Uno studio francese rivela dati assai simili nelle percentuali di abusi verbali fra i due sessi

Tradotto da: lacroix.com

Più del 10% degli uomini fra i 18 e i 75 anni rivela di aver subito minacce psicologiche o verbali da parti di loro congiunti o ex, secondo gli ultimi dati di un’inchiesta francese.

Offese, umiliazioni, scenate di gelosia, minacce: il 12,7% delle donne e il 10,5% degli uomini hanno dichiarato di aver subito una qualche forma di violenza verbale da parte del proprio partner nel corso degli ultimi due anni. Numeri assai simili, una verità diversa da quanto spesso raccontato.

Questi comportamenti rientrano nei conflitti coniugali secondo l’inchiesta “Qualità della vita e sicurezza” condotta per circa 2 anni dalla società transalpina Insee (L’Istituto nazionale di statistica e di studi economici).

In Francia la violenza psicologica è riconosciuta come un crimine di coppia dal 2010, anno dell’entrata in vigore della legge sulla violenza domestica. Si manifesta con parole ma anche con comportamenti volti a controllare l’altro, il o la partner.

Le dimostrazioni di gelosia hanno percentuali pressoché identiche, così come i tentativi di isolamento dalla famiglia o dagli amici. Le donne sono maggiormente vittime di insulti e attacchi fisici, e della combinazione dei due.

Le persone separate hanno percentuali tre volte più elevate al loro interno di attacchi psicologici e verbali rispetto ad altri, numeri che calano con l’aumento dell’età.

Si tratta di una violenza presente in tutte le classi sociali e culturali, seppur in maniera diversa.

Avere un coniuge disoccupato moltiplica il rischio per l’altro di ricevere minacce.

Il 18% dei violenti era sotto l’effetto di droghe o alcool.

Più donne che uomini riferiscono di essere vittime di violenza fisica o sessuale, che segue un abuso emotivo provocato dal coniuge o ex coniuge.

Otto donne su dieci e sei uomini su dieci raccontano di un legame fra parola e azione.

Vari grafici relativi al sondaggio in questione sono consultabili al seguente link: http://www.la-croix.com/Famille/Couple/Les-hommes-aussi-sont-victimes-de-violences-psychologiques-conjugales-2016-07-04-1200773489

In Italia uno studio dell’Università di Siena del 2012 sono stati sondati 1000 uomini e il 60% ha rivelato di aver subito una qualche forma di violenza fisica (graffi, morsi, capelli strappati), il 50% di aver subito un lancio di oggetti.

Le minacce e gli insulti verbali sono subiti dal 77% degli auditi e il 30% atti persecutori.

Le proiezioni dei risultati sull’intera popolazione maschile risultano essere analoghe alle proiezioni Istat sul target femminile. Pur avendo utilizzato uno strumento di rilevazione simile, non sono sovrapponibili a causa della fascia d’età più ampia considerata dall’Istat, del diverso metodo di raccolta dati, della prevalenza femminile nel totale della popolazione residente. I dati paiono sorprendenti, meritano un approfondimento.

RIFORMA

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

L’associazione Quo Vadis a.p.s. di Modena

per vivere ha bisogno del tuo aiuto

ECCO COME PUOI FARLO

clicca su:

frecce

http://www.roccopoliti.it/?p=12211

Grazie!

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

https://www.facebook.com/quovadisaps

quovadis.aps@gmail.com

rocco.politi@gmail.com

telefono  392 1539014

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CyCC2 Fs 9Fvr ww 1xu

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>