Che cosa farebbero, gli adoratori della Watch Tower, se tutto il mondo si comportasse come loro? 1/10/2016

ORIZZ. SOSTENETE CON INDIRIZZO FB

Senza nome 1-1 Senza nome 1-2

**********   **********

110 (1)110

OPPURE TRAMITE UN VERSAMENTO  POSTEPAY

Immagine

GRAZIE !

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

https://www.facebook.com/quovadisaps

quovadis.aps@gmail.com

rocco.politi@gmail.com

telefono  392 1539014

2 thoughts on “Che cosa farebbero, gli adoratori della Watch Tower, se tutto il mondo si comportasse come loro? 1/10/2016

  1. E ‘ vero , è ‘ molto difficile far ragionare un testimone di geova , con la propria testa ! Infatti chi entra a far parte di questa Setta , deve mandare in ” vacanza ” il cervello ! IL Condizionamento Mentale martellante , che subiscono li trasforma in Zombi , programmati a spacciare riviste ai passanti ( riviste zeppe di Eresie ) e a suonare campanelli !
    Non si rendono conto che dietro a tutto cio’ c ‘ e ‘ un Gigantesco Business Editoriale ! Che li schiavizza , facendoli diventare , clienti affezionati e propagandisti ! Forse non hanno mai letto …….ma soprattutto capito alcuni insegnamenti Biblici come es. Salmo 146 : 3 . 1 ° Corinti 2 : 5. Geremia 17 : 5 . Matteo 10 : 14 . Matteo 10 : 8 . Matteo 23 : 10 . 2 ° Corinti 2 : 17 . 2 ° PIETRO 2 : 1 . Marco 7 : 6, 7, 8, 9 . Sto per citarne alcuni !

  2. La riflessione è alquanto azzeccata, anche io mi sono spesso posto la stessa riflessione.
    Il ragionamento però ha una falla,..non tutti i Testimoni di Geova sono ex di qualche altra fede, …anzi spesso sono figli di altri Testimoni.
    In questo caso non ci sarebbero basi scritturali per ostracizzare chi fin dalla nascita sia stato un Testimone.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

s0DDZ fZsXh96ZfZ Yn 8

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>