I Testimoni di Geova consigliano di non abbandonare la famiglia per andare a lavorare all’estero… a meno che non lavoriate per loro. 3/4/2017

BASE DOC

 

Nell’articolo della Torre di Guardia, edizione studio, del 15 Aprile 2014 “Nessuno può servire due signori“, i Testimoni di Geova danno dei consigli a coloro che stanno pensando di lasciare le loro famiglie per andare a lavorare all’estero.

Viene raccontata la storia di James e Marylin, con Marilyn che lascia il marito e il figlio Jimmy per andare a lavorare all’estero.

L’articolo ammonisce coloro che stanno contemplando una situazione simile sottolineando come crescere i figli sia compito dei genitori e non dei nonni o di altri parenti e che ci potrebbero essere delle conseguenze nel lasciarli.

L’articolo dice testualmente “Marilyn iniziò a capire di non poter fare il “genitore a distanza” con lettere, telefonate e videochiamate. “Via Internet non puoi abbracciare tuo figlio né dargli il bacio della buona notte”, spiega.”

Questo è cosa buona e giusta se non che appena un mese prima, nella Torre di Guardia edizione studio del Marzo 2014, parlando di “Una caduta, una frattura o comunque un improvviso peggioramento delle condizioni di salute di mamma o di papà …” dice che “Chi è impegnato in qualche forma di servizio a tempo pieno, e per questo è molto lontano da casa, potrebbe essere combattuto sulla decisione da prendere. Beteliti (cioè quelli che lavorano al quartier generale dei Testimoni di Geova, ndr), missionari e sorveglianti viaggianti considerano il proprio servizio prezioso, una benedizione di Geova. Eppure, quando i genitori si ammalano la prima reazione potrebbe essere: “Devo tornare a casa a prendermi cura di loro”. Sarebbe meglio però pregare al riguardo e riflettere attentamente per capire se questo è proprio quello di cui i genitori hanno bisogno o è ciò che vogliono. Nessuno dovrebbe rinunciare frettolosamente ai propri privilegi di servizio; spesso infatti non è necessario. La situazione potrebbe essere solo temporanea, e magari nella congregazione dei genitori c’è qualcuno disposto a dare una mano“.

Quindi, apparentemente, lavorare all’estero e lasciare la vostra famiglia è male quando è di beneficio alla vostra famiglia, ma è bene quando è di beneficio all’organizzazione dei Testimoni di Geova.

In tutta onestà, le informazioni che si trovano in entrambi gli articoli danno molti consigli pratici e discutono alcuni buoni punti. L’articolo su questa donna sposata che ha lasciato la famiglia per lavorare all’estero parla di come il suo bambino si è allontanato da lei e sentiva che lei lo aveva abbandonato e che non aveva più diritto al suo affetto e alla sua obbedienza.

Sono sicura che questo può accadere, sapete, quando un genitore sta lontano per molto tempo, quindi è bene che si considerino certe cose.

L’articolo sui genitori anziani parla anche di come i figli abbiano l’obbligo di prendersi cura dei propri genitori e di quanto possa essere difficile assolvere tale obbligo se vivono lontani, ma l’ipocrisia e il doppio standard sono evidenti.

E’ un obbligo per i Cristiani prendersi cura dei loro genitori avanti con gli anni, l’articolo stesso lo dice.

L’articolo mette in evidenza come Gesù condannasse chi non assolveva tale obbligo e parla di come Paolo abbia detto che i credenti debbano provvedere per quelli della propria casa.

Ma il suggerimento che alcuni dovrebbe “riflettere attentamente” prima di tornare a casa quando c’è bisogno di loro solo perché stanno offrendo il servizio di volontariato per la propria religione è una delle cose più deplorevoli che abbia sentito.

E’ veramente deplorevole dire che qualcuno dovrebbe “riflettere attentamente” prima di lasciare un servizio di volontariato che non giova a nessuno se non a degli sconosciuti e alla religione stessa, quando i propri genitori soffrono un periodo di crisi e non tornare a casa e prendersi cura di loro.

I figli adulti non appartengono ai propri genitori, questo lo capisco, non devono sempre mollare tutto e vivere legati ai capricci e desideri dei loro genitori e, talvolta, le famiglie vivono distanti non per colpa loro, ma non è di questo che questi articoli stanno parlando. Non si sta parlando di non poter tornare a casa a trovare la nonna che ha una crisi, perché se lo fai perderai il lavoro o perché non puoi assolutamente permetterti un biglietto aereo.

Questo articolo sta parlando di ignorare i vostri genitori dopo una caduta, un osso rotto o una crisi solo perché la vostra religione vuole che proseguiate nel vostro lavoro di schiavi per loro.

Spiega inoltre come gli altri membri della Congregazione possono dare un’occhio ai vostri genitori anziani in quei momenti.

Prima di tutto, questo non è compito loro. E’ bello, sicuramente, quando altre persone danno una mano e si offrono volontariamente per farlo, ma prendersi cura dei genitori anziani è, in primo luogo, responsabilità dei figli. Non si dovrebbe nemmeno suggerire che altre persone intervengano per farlo al vostro posto.

Secondo, i genitori anziani che hanno un periodo di crisi di qualsiasi tipo non vogliono solo una bambinaia. È possibile assumere qualcuno per farlo. Probabilmente hanno bisogno, e vogliono, il sostegno emotivo e il conforto di avere la propria famiglia intorno a se durante qualsiasi tipo di difficoltà.

E’ anche difficile parlare di questo, ma è importante sottolineare che per una persona anziana un improvviso peggioramento di salute, tra cui una caduta, un osso rotto o qualcosa di simile, può facilmente degenerare in qualcosa di molto più serio e, anche, purtroppo, portare alla loro morte.

Le persone anziane non riescono a combattere le infezioni facilmente. Potrebbero non essere abbastanza forti per recuperare da qualcosa come una polmonite o anche un piccolo intervento chirurgico. Come si dovrebbe sentire un figlio adulto se il proprio genitore dovesse morire durante un periodo di crisi, sapendo in anticipo che il proprio genitore era malato, era caduto, che avrebbe dovuto subire un intervento chirurgico, ma non è andato a trovarli perché non voleva lasciare la sede della sua religione o il suo servizio missionario. Come riuscirebbe a spiegarlo alle altre persone?

Questo consiglio è assolutamente osceno persino secondo la Scrittura che l’articolo stesso cita. Non è supportato dall’insegnamento biblico. E’ del tutto ipocrita se confrontato con i consigli che vengono dati a coloro che vanno a lavorare all’estero solo per sfamare le proprie famiglie.

Vergognati Marilyn se vai a lavorare all’estero per riuscire mettere il cibo in tavola per tuo figlio, ma pensaci due volte prima di tornare a casa nel corso di una crisi dei tuoi genitori anziani se stai lavorando per reclutare nuovi adepti per la tua religione o stai lavorando nella cucina della loro sede mondiale.

Quindi, il messaggio della religione qui è molto chiaro. Se qualcosa è di beneficio per te è peccato, è sbagliato e stai trascurando le tue responsabilità familiari. Ma se può essere di beneficio per la religione è giusto, buono, porta lode a Geova e in questo caso trascurare la propria famiglia potrebbe essere assolutamente accettabile.

Questo vittimizza tutti nella religione, comprese quelle famiglie che soffrono finanziariamente perché hanno paura di mandare un genitore lontano per andare a lavorare e provvedere alla famiglia. Ma poi, naturalmente, non c’è alcun problema a lasciare i più anziani da soli a casa ad affrontare una crisi, senza il sostegno dei propri figli, perché, si sa, il cibo alla sede dei Testimoni di Geova ha bisogno di essere cucinato, bisogna predicare a degli stranieri in un paese lontano e così via.

Tutto ciò è vergognoso, disgustoso e assolutamente ipocrita da qualsiasi punto lo si guardi.

Fonte: https://www.youtube.com/watch?v=7dYstyJxL9Q

Traduzione a cura di: jwanalize (Roberto)

 

**********   **********

L’associazione Quo Vadis a.p.s. di Modena

per vivere ha bisogno del tuo aiuto

110 (1)110

OPPURE TRAMITE UN VERSAMENTO   POSTEPAY

Immagine

GRAZIE !

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

https://www.facebook.com/quovadisaps

quovadis.aps@gmail.com

rocco.politi@gmail.com

telefono  392 1539014

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

pbbpGpiipGpbbp glga Bae

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>