Donne, sapete davvero cosa significa diventare Testimoni di Geova? 6/5/2017

BASE DOC

Donne, sapete davvero cosa significa diventare Testimoni di Geova?

Se sei una donna e un sabato mattina senti bussare alla tua porta, fatti un favore enorme e non rispondere. Certo, se è la polizia o uno dei tuoi figli allora vedi quello che devi fare, ma se è ovvio che non possano che essere i Testimoni di Geova, non aprire quella porta!

Quando ricevi una visita dai TdG, è facile rimanere impressionati dai loro modi semplici e dal loro comportamento amichevole. Ti mostreranno una bella scrittura e parleranno dei progetti di Dio per la terra, potrebbero lasciarti un libro pieno di immagini colorate di persone che sono tutte sorridenti e felici. Ti parleranno di quando i morti ritorneranno in vita, del motivo per cui i governi di questo mondo sono stati un fallimento e su come la terra sarà trasformata in un paradiso, da un momento all’altro. Potresti essere tentata di visitare la loro Sala del Regno per saperne di più.

Come ho già detto, ti prego, non aprire quella porta!

1653985_427786484020992_869552229_nIn congregazione

Quando si visita una Sala del Regno dei Testimoni di Geova, puoi immediatamente notare che tutte le donne indossano la gonna. Questo non è un caso. I membri femminili della congregazione, che vogliono mantenere una buona reputazione, non devono indossare pantaloni alle adunanze o nella loro opera di predicazione (Vedi questo post per ulteriori informazioni). Potresti non voler indossare una gonna o pensare che le tue gambe non siano affari degli altri, ma se vuoi essere un membro della congregazione rispettato, devi obbedire a questa regola. Punto.

Potresti anche notare che le donne non parlano al pubblico dal podio delle loro Sale del Regno, non vanno su e giù per i corridoi portando i microfoni durante le fasi di partecipazione dell’uditorio ne distribuiscono la letteratura da uno degli appositi banconi. Quando viene convocata una riunione degli Anziani, nessuna donna vi parteciperà. Ciò è dovuto al fatto che alle donne non è permesso insegnare o avere qualsiasi posizione di autorità nella congregazione e non sono altresì autorizzate a gestire eventuali compiti “ufficiali”, non importa quanto umili siano. Questo vale anche per il lavoro svolto dietro le quinte. Nelle sedi mondiali dei Testimoni di Geova, le donne non possono fare parte di alcuno dei comitati che scrivono la letteratura o che prendono decisioni riguardanti la religione in generale o servire in qualsiasi altro ruolo ufficiale. Naturalmente, quando è il momento di pulire il bancone della letteratura o il podio della Sala del Regno, le donne possono certamente farlo.

Questa posizione di sottomissione per la donna si applica in qualsiasi situazione in cui sia presente un membro maschio battezzato della congregazione, non importa la sua età. Ad esempio, se ti dovesse capitare di assistere alla breve adunanza che tengono prima di andare nella loro opera di predicazione, potresti notare un ragazzo adolescente che conduce tale adunanza mentre donne più anziane, anche in età da pensione, siedono nell’uditorio. Se quell’adolescente dice che devi fare una cosa, ci si aspetta che tu obbedisca. In alcuni casi, il ragazzo potrebbe anche essere un preadolescente. La tua carriera illustre e di successo, anni in cui sei stata madre, il tuo avanzato grado di istruzione e la tua maturità complessiva non importano un fico secco. Lui è il maschio e tu sei la femmina, quindi è lui che comanda.

A casa

Tu e tuo marito avete un rapporto rispettoso in cui condividete il processo decisionale e sei responsabile di alcune aree della casa e della famiglia? Quando non sei d’accordo, hai diritto “all’ultima parola” tanto quanto lui? Puoi, a volte, dirgli come devono essere fatte le cose? Puoi fare le tue scelte su cosa indossare e altre cose di questo genere?

Se si, preparati ad abbandonare tutto ciò se diventi una Testimone di Geova. Come spiego in questo post, i mariti hanno l’autorità di “correggere” le loro mogli dove lo ritengono necessario, anche in relazione a quello che la moglie indossa, come porta i capelli e il trucco che usa, e di farlo con “fermezza”. In altre parole, se tuo marito decide che stai sbagliando, stai sbagliando. Punto. E’ anche espressamente incoraggiato dai Testimoni di Geova ad essere “fermo” quando ti “corregge”. Se tentassi di avere un rapporto alla pari con tuo marito per avere influenza sul modo in cui viene gestita la famiglia, verresti accusata di “competere” con lui (Vedi questo post). Il marito ha l’ultima parola in tutte le decisioni. Il tuo ruolo, come moglie, è di essergli sottomessa e supportarlo.

Pensi che una donna che viene abusata dal marito dovrebbe lasciarlo, non solo per sé ma anche per i figli? Questa è un’altra idea a cui devi rinunciare come Testimone di Geova. Mentre le istruzioni interne dicono che non si deve dire ad una donna di rimanere con un uomo violento, tali istruzioni non sono accessibili alle donne. La loro letteratura pubblica incoraggia costantemente le donne a rimanere con tali uomini, anche se sono fisicamente pericolosi per loro e per i figli (Vedi questo post). Gli Anziani, spesso, incolpano le donne del loro abuso, come spiego in questo post, dicendo loro che, evidentemente, non sono state abbastanza sottomesse e devono aver provocato il loro marito.

Se pensi che stia esagerando questo atteggiamento che i Testimoni di Geova hanno nei confronti delle donne, nota le parole di Samuel Herd, che ora è uno dei membri del loro “Corpo Direttivo”, la loro leadership suprema. Come spiegato inquesto post, Herd ha affermato che i cervelli femminili sono troppo piccoli per i ruoli di leadership e consiglia le donne di essere sottomesse ai loro mariti.

Dovresti anche considerare che se venissi accusata di adulterio, a tuo marito sarà permesso assistere a tutti i tuoi incontri con gli Anziani. Tuttavia, se tuo marito è un Testimone di Geova e confessa di averti tradito, non solo ti sarà proibito assistere ai suoi incontri con gli Anziani, ma i dettagli di tali riunioni saranno considerati “riservati” e non potrai conoscerli (Vedi questo post).

Nota anche che i Testimoni di Geova insegnano che l’unico motivo per poter divorziare e risposarsi è l’adulterio da parte dell’altro coniuge, quindi, a meno che tuo marito non ti abbia tradito, ci si aspetta che tu rimanga con lui, non importa come ti tratta o se è violento. Anche se commettesse adulterio, non aspettarti tanta simpatia e appoggio. La Torre di Guardia del 1° novembre 1981, narrava l’esperienza di un ragazzino di 9 anniche “ha affrontato” la propria madre dopo che suo padre aveva avuto una relazione, parlandole del perdono e del fatto che il papà è il “capo della casa” per poterla convincere a ritornare con lui (Puoi leggere di più in questo post). E’ così, signora mia, se tuo marito è infedele, allora il tuo bambino molto preadolescente, a cui ancora cambi i pannolini e che probabilmente ha ancora bisogno di aiuto per attraversare la strada, ti farà una conferenza sul matrimonio, l’impegno, l’intimità sessuale e su come il padre merita in qualche modo un perdono extra perché è il tuo “capo”. Se pensi che questo tipo di cose non possa mai accadere a casa tua, ricordati che dovrai sederti tra il pubblico alle adunanze dei Testimoni di Geova e ascoltare questo tipo di consigli che vengono dati alle donne.

images

Dal sito web ufficiale dei Testimoni di Geova, JW.org.

Indossare un copricapo

Hai un copricapo? Non intendo un bel cappello, intendo un bel copricapo di quelli che indossava tua nonna. No? Dovrai uscire e comprarne un paio. Ciò è dovuto al fatto che i Testimoni di Geova insegnano che le donne devono indossare un “copricapo” di qualche tipo quando svolgono qualsiasi tipo di mansione che dovrebbe essere normalmente gestita da un uomo o quando svolge tale mansione davanti al proprio marito non-TdG. Questo è il modo in cui la donna dimostra la sua sottomissione all’uomo.

Mi spiego meglio. E’ compito di un uomo, ad esempio, organizzare i gruppi di auto dei TdG locali prima di andare nella loro opera di predicazione. Se non ci sono uomini disponibili, può farlo una donna. Tuttavia, per farlo, dovrà indossare un copricapo. Anche le donne che interpretano i discorsi pubblici per i sordi devono indossare un copricato (La Torre di Guardia 15 novembre 2009). Se studi la Bibbia con tuo figlio e tuo marito non-TdG è presente, devi indossare un copricapo. Sposato o no, se tuo figlio si battezza come TdG e studi la bibbia con lui, devi indossare un copricapo… per mostrare la tua sottomissione… a tuo figlio!

Dettagli sexy, prego!

I Testimoni di Geova hanno regole molto rigide sul comportamento con il sesso opposto e quando queste regole vengono infrante, puoi essere “ripresa”, pubblicamente o in privato, o esplicitamente disassociata (scomunicata). Per decidere se sarai semplicemente rimproverata o disassociata, e per assicurarsi che tu sia buona e che ti sia pentita di qualsiasi “contatto” sessuale, tre Anziani si incontreranno privatamente con te e ti chiederanno i dettagli del tuo “incontro”. Ti potranno chiedere se l’uomo ha accarezzato il tuo seno o la tua vagina, se tu hai accarezzato il suo pene, se avete fatto sesso orale o sesso anale, se hai cambiato posizione durante il sesso, se sei stata penetrata con le dita dall’uomo, se hai avuto un orgasmo e quanti e qualunque altra cosa gli venga in mente. Dovrai rispondere nel dettaglio a queste domande. Se non lo fai, si presumerà che tu nasconda qualcosa o non sei veramente pentita del tuo comportamento sessuale e sarai disassociata.

Non farti violentare, o fornicatrice!

Se venissi brutalmente violentata, quale risposta ti aspetteresti dai tuoi “pastori spirituali” nella congregazione? Ti aspetteresti aiuto, sostegno, conforto, parole dolci o, almeno, assistenza per andare alla polizia o a un centro di sostegno? Che dire, invece, se quei pastori ti chiedessero di rivivere di nuovo la tragedia e raccontarla, da sola, ad un gruppo di tre uomini che devono “discernere” se sei stata effettivamente violentata o hai mentito sull’accaduto e ti scomunicheranno dalla congregazione se non hai gridato, combattuto e resistito abbastanza?

Se l’ultima opzione non ti sembra molto buona, sappi che potresti doverla affrontare da Testimone di Geova. Come ho spiegato nei vari articoli che si possono trovare alla categoria Stupro, i TdG hanno equiparato lo stupro alla fornicazione, dicono alle donne di trattare “rispettosamente” i violentatori e disassociano quelle donne che sono state violentate se non hanno resistito abbastanza secondo questo comitato di tre uomini. Se l’idea di essere grigliata in questo modo ti è inammissibile, ricordati che la disassociazione significherà essere tagliata fuori da ogni singola persona della tua vita, dato che ci si aspetta che i Testimoni di Geova si associno solo con altri Testimoni di Geova. Ciò significa che dovrei ridurre il tempo da passare con la tua famiglia e abbandonare i tuoi vecchi amici per sostituirli con soli TdG.

Potrei continuare, ma…

Ricorda che tutte queste regole non si applicano solo a te, ma anche alle tue figlie. Se cresci una ragazza come Testimone di Geova e lei dovesse riferire di aver fatto “qualcosa in più” con il suo fidanzatino adolescente, tre Anziani si aspettano di poterla interrogare privatamente sui dettagli della sua esperienza sessuale. Se sposa un uomo violento, dovrai stare in silenzio e persino incoraggiarla a rimanere con lui e sopportare gli abusi nella speranza di convertirlo. Il benessere fisico, mentale, emotivo e anche spirituale di tua figlia e dei tuoi nipoti non è di alcuna importanza per l’organizzazione.

Nei Testimoni di Geova non ci sono gruppi sociali per le donne, nessuna responsabilità speciale per far sentire le donne necessarie e apprezzate. Al contrario, le donne non sono autorizzate ad insegnare, non hanno diritto di parola in alcuna cosa che accade nelle congregazioni e poca parola in quello che accade in casa loro. Le donne fanno la maggior parte del loro lavoro di predicazione ma non potrebbero nemmeno organizzare i gruppi di auto per quella predicazione. Le donne non ricevono alcuna particolare empatia o sostegno da parte degli Anziani e degli altri membri della congregazione anche quando sono abusate, hanno pensieri suicidi o lottano con qualche problema. Dovrai rinunciare ai tuoi amici, alla tua famiglia, alla tua posizione con tuo marito e al tuo diritto di insegnare a tuo figlio come sua “autorità”, piuttosto accettare che tuo figlio sia la tua autorità. Ci si aspetta che tu faccia tutto questo con il sorriso, anche di fronte a violenze e abusi diretti.

E per cosa? Per una certa vaga promessa su una terra paradisiaca, che i TdG vanno predicando da oltre 100 anni.

Oh, e non dimenticare, in quel “paradiso”, niente di tutto questo cambierà. Ci si aspetterà comunque che tu rimanga in silenzio, un gradino sotto e sottomessa.

Ti imploro, per favore… non aprire quella porta!

Fonte: jwvictims

Traduzione a cura di: jwanalize (Roberto)

**********   **********

L’associazione Quo Vadis a.p.s. di Modena

per vivere ha bisogno del tuo aiuto

110 (1)110

OPPURE TRAMITE UN VERSAMENTO   POSTEPAY

Immagine

GRAZIE !

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

https://www.facebook.com/quovadisaps

quovadis.aps@gmail.com

rocco.politi@gmail.com

telefono  392 1539014

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

s99s8snns8s99s lElq u

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>