Gli ex-Testimoni di Geova sono sconfitti dalle loro famiglie 2/8/2017

BASE DOC

TRADUZIONE AUTOMATICA GOOGLE

Gli opuscoli del Testimone di Geova
Didascalia di un’immagineopuscoli del Testimone di Geova

Per alcuni ex testimoni di Geova, lasciare la fede non è solo il segno di perdere la tua religione – può anche significare perdere i tuoi cari. In molti casi, gli amici e la famiglia sono chiamati a tagliare tutti i legami con ex-credenti, lasciandoli isolati e talvolta suicidari.

“Non parlo a nessuno della mia famiglia”, Sarah – non il suo vero nome – racconta il programma della BBC Victoria Derbyshire.

“A causa del fatto di essere” disconfezionato “, non posso avere alcun contatto”.

Lo scorso anno, Sarah – nei suoi 20 anni – è stato escluso dai Testimoni di Geova in un processo chiamato “disfellowshipping”, dice scatenata dal suo rifiuto di vivere in una relazione abusiva.

Lei sostiene che il suo partner in quel momento era violento verso di lei, in una fase lasciandola con le costole rotte.

‘Rimuovi i malvagi’

Andando alla polizia – e coinvolgendo quelli di fuori della religione – è scoraggiata dai Testimoni di Geova, afferma, sostenendo che gli anziani all’interno della fede rifiutarono di punire il comportamento del suo ex partner.

Solo quando i colleghi di lavoro notavano le emorragie, e l’hanno convinto a non sopportare l’abuso, afferma di aver lasciato la relazione.

Sarah afferma di essere stata disfunzionata dalla religione e che i suoi amici e la famiglia tagliarono tutti i legami con lei.

Questo è dovuto al fatto che i Testimoni di Geova credono che quelli fuori della religione possano pregiudicare la loro fede.

In una dichiarazione il gruppo religioso ha detto alla BBC: “Se un Testimone battezzato esegue una pratica di rompere il codice morale della Bibbia e non ha dato prova di fermare la pratica, verrà ometterlo o disfunzionato.

“Quando si tratta di sconvolgere, i Testimoni prendono le loro istruzioni dalla Bibbia e su questo argomento la Bibbia chiaramente afferma:” Rimuovi l’uomo malvagio tra di voi “.”

La sera in cui fu disconfusa, Sarah dice che sua madre non ha voluto parlare con lei. Suo padre la svegliava alle 07:00 per farla uscire dalla loro casa.

Rispondendo alle affermazioni di Sarah, i Testimoni di Geova hanno affermato che mentre non poteva commentare i singoli casi, “la violenza, sia fisica che emotiva, è fortemente condannata nella Bibbia e non ha posto in una famiglia cristiana”.

Sarah e John
La didascaliaSara e John (davanti al colpo) hanno detto a Victoria Derbyshire che erano stati evitati dalla famiglia e dagli amici

John – non il suo vero nome – è diventato un testimone di Geova come un bambino quando i suoi genitori decidono di aderire al gruppo religioso.

Ma due anni fa, fu sconfessato dopo aver perso un servizio commemorativo di testimoni di Geova, visto nella religione come un evento importante.

Aveva anche iniziato a dubitare privatamente di alcuni degli insegnamenti religiosi – interrogando l’affermazione della fede secondo cui la fine del mondo è imminente e che solo 144.000 esseri umani andranno in paradiso.

Il suo punto di vista sulla religione è stato anche macchiato dopo che i suoi amici sono morti, quando una trasfusione di sangue – che non è permessa nella fede – lo avrebbe potuto salvare.

“Era uno spreco di una vita”, dice.

John dice che più tardi ha scoperto che sua moglie aveva testimoniato contro di lui durante il processo che ha portato alla sua sconfitta, che egli crede aver posto un grande sforzo sul loro rapporto.

Ha lasciato la casa di famiglia, vivendo temporaneamente in tende e carovane.

“Era un momento molto isolato, non ho avuto nessuno, mi sono sentito piuttosto suicida”, dice.

Ora ha perso il contatto con i suoi due figli adulti e fratelli.

“A volte invio un messaggio che dice:” Ti amo, sto ancora pensando a te “. Ma di solito non c’è risposta “, dice.

Terri O'Sullivan
La didascalia diTerri O’Sullivan è stata espulsa dalla madre dalla sua casa

Secondo i Testimoni di Geova, la fede conta più di 138.000 membri nel Regno Unito e più di otto milioni a livello internazionale.

Terri O’Sullivan ha lasciato la religione 17 anni fa, di 21 anni, e fu espulsa dalla sua casa da sua madre.

Ora gestisce una rete di supporto per coloro che partono o sono esclusi da esso.

Dice che deve ancora trovare un ex testimone di Geova che non ha mai avuto depressione, alcolismo, sentimenti suicidi o auto-danno.

Aggiunge che, anche se non tutti passano attraverso una formale disapprovazione quando partono, le loro relazioni raramente vanno inalterate.

“Con alcuni Ex-Testimoni”, dice, “alcune delle loro famiglie continueranno a parlare con loro – ma sarà sempre teso”.


I Testimoni di Geova in un colpo d’occhio

Azionamento di reclutamento a Twickenham, Londra 1966Immagine di copyrightGETTY IMAGES
Didascalia di immagineL’assunzione di testimoni di Geova di Geova a Londra nel 1966
  • Fondata negli Stati Uniti verso la fine del XIX secolo, sotto la guida di Charles Taze Russell. Sede del movimento a New York
  • Anche se con base cristiana, il gruppo crede che le Chiese cristiane tradizionali hanno deviato dai veri insegnamenti della Bibbia e non lavorano in piena armonia con Dio
  • La Chiesa cristiana tradizionale non considera il movimento come una denominazione cristiana di dominio perché rifiuta la dottrina cristiana della Trinità
  • I Testimoni di Geova credono che l’umanità è ora negli “ultimi giorni” e che la battaglia finale tra il bene e il male avverrà presto

Scopri di più dalla Religione BBC


Sarah dice che la perdita dei legami più stretti di famiglia è stata “molto, molto difficile” per far fronte.

È impegnata e consapevole che “deve pianificare un matrimonio in cui i tuoi genitori non partecipano”.

“Mi sarei classificato come un orfano, che è piuttosto triste”, dice.

La sua rete di supporto deriva dai suoi amici al lavoro. Quando ha lasciato la fede, dice, si sono “radunati” intorno a quello che aveva aspettato.

“Queste persone mi hanno detto [dalla religione] erano terribili, erano cattive associazioni, e Dio li avrebbe colpiti in Armageddon.

“Tuttavia queste persone hanno aperto le loro case”.

Ultimi ricordi

Sarah è tuttavia comunque omaggio per la maggior parte delle persone della sua ex fede.

“Ci sono buone persone nella religione, che credono di risparmiare la vita delle persone [diffondendo il messaggio della fede]”, dice.

“Mi guardo indietro con alcuni ricordi felici, perché sono stati gli ultimi ricordi che ho con la mia famiglia ei miei fratelli.

“Ma poi devo guardare indietro e sentire un sacco di cuore che non sarò mai in grado di sedersi con loro per un pranzo di domenica ancora.

“Quando moriranno, probabilmente non sarò invitato al funerale”.

http://www.bbc.com/news/uk-40704990

 

**********   **********

L’associazione Quo Vadis a.p.s. di Modena

per vivere ha bisogno del tuo aiuto

110 (1)110

GRAZIE !

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

https://www.facebook.com/quovadisaps

quovadis.aps@gmail.com

rocco.politi@gmail.com

telefono  392 1539014

One thought on “Gli ex-Testimoni di Geova sono sconfitti dalle loro famiglie 2/8/2017

  1. Peccato la traduzione non proprio precisa,…però si intuisce benissimo lo stato di profondo disagio di queste persone che hanno mollato.
    Trovo veramente deplorevole che una donna che lascia il marito per violenze fisiche debba pure essere punita dai membri della sua religione.
    Io caccerei a calci nel didietro il marito,…da qualsiasi luogo di culto dei Testimoni in cui osasse mettere piede.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

xE33R iR4MQL4E6R 55 6tz

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>