Come si riconosce una setta? La religione dei testimoni di Geova è una setta? 20/10/2017

BASE DOC

Come si riconosce una setta?

Molti affermano che la parola “culto” o “setta” sia un’espressione dispregiativa utilizzata per discriminare i “nuovi movimenti religiosi”.

Tuttavia, sarebbe ingenuo ignorare il significato storico e le applicazioni moderne della parola culto o setta.

Al giorno d’oggi, molti gruppi controversi che sono stati definiti culti o sette cercano di eliminare tale termine o ignorarlo.

Alcuni accademici con stretti legami a tali gruppi sono diventati niente più che apologeti, etichettando la parola “culto” come una “parola di quattro lettere”.

Tali apologeti preferiscono spesso il presumibilmente politicamente corretto termine “nuovo movimento religioso” (NRM).

Ma, storicamente, le sette sono sempre esistite e continuano ad essere parte del mondo di oggi.

Un culto può essere definito, in larga misura, come “venerazione formale religiosa“, “un sistema di credenze religiose e il suo corpo di aderenti“, “una religione considerata come ‘non ortodossa’“, “grande devozione a una persona o idea” o “persone unite per devozione o fedeltà ad un movimento o una figura artistica o intellettuale“.

Queste definizioni generali potrebbero potenzialmente includere tutto, dai collezionisti di bambole Barbie ai cosiddetti “Trekkies” fino ai fan di Elvis.

La storia americana è particolarmente ricca di gruppi religiosi che possono essere considerati delle sette, come i devoti seguaci di Mary Baker Eddy, fondatrice del Cristianesimo Scientista o i Mormoni, uniti dalla loro devozione a Joseph Smith. Entrambi questi gruppi religiosi furono contemporaneamente considerati da molti come “non ortodossi o spuri”.

Ma la preoccupazione più grande per l’opinione pubblica, le forze dell’ordine e i funzionari governativi di oggi riguardo ai gruppi definiti “culti” è il potenziale pericolo che potrebbero rappresentare.

Lo psichiatra Robert Jay Lifton, che ha insegnato alla Harvard Medical School, ha scritto, nei primi anni ’80, un documento intitolato Cult Formation. Ha delineato tre caratteristiche primarie, che sono le caratteristiche più comuni condivise dai culti distruttivi.

1. Un leader carismatico, che diventa sempre più oggetto di devozione man mano che i principi generali che hanno originariamente sostenuto il gruppo perdono di significato. Questo è un leader vivente, non deve rendere conto a nessuno e diventa il singolo elemento più importante del gruppo e la sua fonte di potere e di autorità

2. Un processo [indottrinamento o istruzione] di persuasione coercitiva o riforma del pensiero [comunemente chiamato “lavaggio del cervello”]

Il culmine di questo processo può essere riconosciuto dal fatto che i membri del gruppo spesso fanno cose che non sono nel loro interesse ma, costantemente, nel migliore interesse del gruppo e del suo leader.

Il libro di Lifton, Thought Reform and Psychology of Totalism, spiega questo processo in dettaglio.

3. Sfruttamento economico, sessuale o altro dei membri del gruppo da parte del leader e dell’apparato dominante.

La distruttività dei gruppi chiamati culti varia a seconda dei casi, dallo sfruttamento del lavoro, all’abuso di minori, dalla negligenza sanitaria fino ad alcune situazioni estreme e isolate, come violenze o suicidi di massa.

Alcuni gruppi che una volta erano considerati come “culti” si sono storicamente evoluti fino a diventare quella che generalmente viene considerata come “religione”. Il potere si è trasferito da un unico leader ad un governo più ampio della chiesa e questi gruppi sono cessati di essere considerati semplicemente guidati da una personalità e definiti da un singolo individuo. Ad esempio gli Avventisti del Settimo Giorno, guidati da Ellen White, o i Mormoni, fondati da Joseph Smith.

Alcuni gruppi potrebbero non corrispondere alla definizione di “culto”, ma potrebbero rappresentare dei rischi potenziali per gli adepti.Di seguito vengono elencate 10 caratteristiche che identificano un gruppo o un leader potenzialmente pericoloso.

  • Autoritarismo assoluto senza alcuna assunzione di responsabilità
  • Nessuna tolleranza nei confronti di domande o indagini critiche
  • Nessuna informativa finanziaria significativa in materia di bilancio o spese, ad esempio una dichiarazione finanziaria controllata indipendentemente
  • Paura irragionevole del mondo esterno, come una catastrofe imminente, cospirazione o persecuzione
  • Non esiste alcun motivo legittimo per lasciare il gruppo, gli ex membri sono sempre in errore nel lasciare il gruppo, vengono considerati negativi o perfino malvagi
  • Gli ex membri spesso riferiscono le stesse storie di abusi e riflettono un modello simile di critiche
  • Sono presenti registrazioni, libri, articoli di notizie o trasmissioni che documentano gli abusi del gruppo / leader
  • I seguaci sanno che non riusciranno mai ad essere “abbastanza buoni”
  • Il gruppo / leader ha sempre ragione
  • Il gruppo / leader è il solo canale per conoscere la “verità” o ricevere la salvezza, nessun altro mezzo è completamente accettabile o credibile

Di seguito vengono elencate 10 caratteristiche che identificano un gruppo o un leader potenzialmente pericoloso.

La religione dei testimoni di Geova è una setta?

Consideriamo la questione in base alle 10 caratteristiche sopra elencate:

Autoritarismo assoluto senza alcuna assunzione di responsabilità

I Testimoni di Geova sono assolutamente la vera religione. Non esiste altro. Tuttavia, l’unica prova di questo è la parola dei leader.

Nessuna tolleranza nei confronti di domande o indagini critiche

Le domande che mettono in discussione l’insegnamento dell’organizzazione dei Testimoni di Geova vengono considerate “apostasia” e chiunque mantiene tali domande o idee verrà disassociato per apostasia.

Nessuna informativa finanziaria significativa in materia di bilancio o spese, ad esempio una dichiarazione finanziaria controllata indipendentemente

Anche se i Testimoni elencano le spese locali, non vengono divulgate tutte le spese, come le spese per pagare milioni di dollari in casi giudiziari persi per casi di pedofilia. Non esiste alcun rendiconto di come vengono utilizzate le donazioni che confluiscono alla sede mondiale.

Paura irragionevole del mondo esterno, come una catastrofe imminente, cospirazione o persecuzione

I Testimoni di Geova vedono il mondo esterno come malvagio e pericoloso. Chiunque parla contro di loro li sta perseguitando. Hanno un timore superstizioso dei demoni. Sono in perenne attesa dell’Armageddon, quando Dio distruggerà la maggior parte dell’umanità.

Non esiste alcun motivo legittimo per lasciare il gruppo, gli ex membri sono sempre in errore nel lasciare il gruppo, vengono considerati negativi o perfino malvagi

I Testimoni di Geova che lasciano l’organizzazione non hanno mai alcuna motivazione valida. Per il resto della congregazione, essi stanno lasciando Dio e sono quindi malvagi. Diventano una cattiva compagnia. Ecco perché vengono completamente evitati.

Gli ex membri spesso riferiscono le stesse storie di abusi e riflettono un modello simile di critiche

La maggior parte degli ex TdG riferisce lo stesso tipo di sentimenti e comportamenti quando erano Testimoni di Geova. Infelicità, depressione, dissenso, dissonanza cognitiva, ecc.

Sono presenti registrazioni, libri, articoli di notizie o trasmissioni che documentano gli abusi del gruppo / leader

Ce ne sono sempre più sui Testimoni di Geova, anche se sono ancora troppo pochi.

I seguaci sanno che non riusciranno mai ad essere “abbastanza buoni”

Il Testimone di Geova medio non si sente mai abbastanza “buono” e deve sempre fare di più, come spiegato nei discorsi pubblici che ascolta settimana dopo settimana. Ha bisogno di studiare di più, predicare di più e viene sempre incoraggiato a fare sempre meno per se stesso e più per Dio.

Il gruppo / leader ha sempre ragione

I leader dei Testimoni di Geova non sono mai colpevoli e non si scusano mai né riconoscono alcun errore passato. Quando annunciarono erroneamente la fine del mondo per il 1975 (ad esempio), alla fine hanno accusato i singoli Testimoni di Geova di averci creduto. Posso testimoniare personalmente di averlo sentito quando ero un TdG.

Quando richiedevano che i fedeli andassero in prigione piuttosto che accettare persino i servizi alternativi al militare richiesti in alcune parti del mondo, l’organizzazione successivamente ha accusato i membri di essere stati “troppo rigidi con se stessi” anche se , allora, sarebbero stati espulsi ed ostracizzati se avessero compiuto qualsiasi compito militare o non militare.

Ipocrisia ai massimi livelli!

Il gruppo / leader è il solo canale per conoscere la “verità” o ricevere la salvezza, nessun altro mezzo è completamente accettabile o credibile

I Testimoni di Geova chiamano la loro religione “La Verità“. Le informazioni che studiano provengono dal loro Corpo direttivo (i leader del culto). Nessuno è autorizzato a mettere in discussione, criticare o correggere uno qualsiasi di tali insegnamenti. Si dice che tali insegnamenti vengano direttamente da Dio. Coloro che hanno il coraggio di contraddirli ad alta voce vengono sistematicamente chiamati apostati e disassociati.

fonte: medium

Traduzione a cura di: Roberto jwanalyze

**********   **********

CONDIVIDILO SUL TUO DIARIO AIUTERAI TANTA GENTE A NON CADERE VITTIMA DI QUESTE ORGANIZZAZIONI DEVIANTI – GRAZIE –

**********   **********

L’associazione Quo Vadis a.p.s. di Modena

per vivere ha bisogno del tuo aiuto

110 (1)

110

GRAZIE !

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

https://www.facebook.com/quovadisaps

quovadis.aps@gmail.com

rocco.politi@gmail.com

telefono  392 1539014

One thought on “Come si riconosce una setta? La religione dei testimoni di Geova è una setta? 20/10/2017

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MITA113TA iGUi FU

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>