Michelle Hunziker racconta l’incubo della setta di Clelia. 6/11/2017

BASE DOC

La showgirl si apre per la prima volta circa i 5 anni di ‘prigionia’ vissuti quando si è avvicinata a persone che l’hanno allontanata dagli affetti per derubarla anche della dignità

Il pericoloso vortice della setta ha travolto anche Michelle Hunziker in passato e oggi, per evitare che la stessa cosa accada ad altre persone, la showgirl ha deciso di raccontare questa storia nel suo libro Una vita apparentemente perfetta in un’intervista al Corriere della Sera“Vorrei solo dire di credere negli affetti veri e non nei ‘maestri’” ha spiegato.

L’inizio di un incubo

Tutto ha inizio quando Michelle Hunziker ha 23 anni, è legata a Eros Ramazzotti e loro figlia Aurora ha 3 anni. Tutto perfetto, eppure: “[…] Al mattino quando aprivo gli occhi controllavo lo stato del cuscino, per scoprire che era diventato biondo”. Viene quindi introdotta dal managerFranchino Tuzio alla misteriosa Clelia, che con alcune sedute di pranoterapia risolve il problema, ma è durante quegli incontri che la showgirl inizia a confidarsi con lei circa la ferita che porta dentro: il rapporto interrotto con il padre alcolizzato: “A 15 anni ho fatto l’errore di giudicarlo e ho deciso di non parlare più con lui. Ma la sua mancanza ha continuato a scavare dentro di me”. E’ Clelia a suggerirle di ricucire la relazione padre-figlia, ma quello è l’inizio dell’incubo:

Mi ha fregato così, restituendomi l’amore di mio papà. Avrebbe potuto dirmelo uno psicologo, ahimè mi sono imbattuta in lei. Grazie a quel consiglio ho potuto riavere mio padre, fargli fare il nonno. Poi è morto, e io sono rimasta di nuovo sola. Ma stavolta con me c’era lei

Michelle Hunziker viene allontanata dagli affetti

Si legge sulla testata:

[…] per conquistare il mondo bisognava mantenersi puri, non solo curando in modo maniacale l’igiene personale e l’alimentazione, ma praticando astinenza sessuale e stando alla larga da chi aveva dentro di sé Finzione, che è l’energia negativa, bassa e sporca

Ovviamente secondo Clelia le persone più vicine a Michelle sono piene di energia negativa, e per questo riesce ad allontanarla dai suoi affetti: “La setta filtrava le chiamate: mia mamma veniva sempre respinta”. Se la sua vita privata va a rotoli, quella professionale spicca il volo: “Ovviamente il merito non era mio, ma delle energie che si erano sbloccate. ‘Guarda, amore, cosa stai ottenendo grazie al lavoro sulla tua anima!’”

La fine dell’incubo e la rinascita

Michelle esce dalla setta nel 2006 non senza difficoltà: 

Ero la gallina dalle uova d’oro, ma sono stata derubata soprattutto della dignità. Nella setta c’erano direttori di giornali, conduttrici tivù, autori, magistrati, poi allontanati: io ero sufficiente al progetto. Uscita dalla setta ho trovato una guida spirituale, frate Elia, che mi ha permesso di incontrare padre Amorth: mi ha rassicurata e poi mi ha benedetto. Ho ripreso a mangiare carne solo in attesa di Sole. Prima sentivo odore di cadavere. Oggi non ho rancori, ho scoperto la fragilità della setta, tutto il progetto che si è dissolto sotto ai miei occhi

 

Michelle Hunziker a Verissimo: “Eros mi ha messo davanti ad una scelta”

Dopo anni di silenzio, Michelle Hunziker, ha parlato per la prima volta in tv, del suo periodo buio passato prigioniera di una setta. In un’intervista confessione, in onda sabato 4 novembre a Verissimo, la conduttrice (che racconta il suo calvario nel libro “Una vita all’apparenza perfetta“) racconta senza filtri come sia caduta nelle mani della pranoterapeuta Clelia e del suo clan.

A Silvia Toffanin ha dichiarato: “Sono entrata in questa setta senza neppure accorgermene. Per controllarmi mi hanno allontanato dai miei affetti e fatto leva sulle mie debolezze. Mi filtravano le telefonate, non potevo parlare neppure con mia madre, che non ho visto per quattro anni”.

Un allontanamento che ha coinvolto anche Eros Ramazzotti, suo marito all’epoca dei fatti. A tal proposito Michelle confida: “Mi dicevano che mio marito era negativo per me, ma io lo amavo moltissimo. Quando Eros mi ha messo davanti alla scelta ‘o me o loro’ io ho scelto loro”.

Regole ferree, punizioni e restrizioni che la conduttrice svizzera racconta così: “Mi mettevano in castigo, mi lasciavano sola. Minavano la mia autostima dicendomi che non avevo talento e che avevo successo solamente perché avevo intrapreso questo percorso spirituale”. E aggiunge “Mi hanno fatto lasciare la mia agenzia e convinta ad aprire una nuova società, finanziata totalmente da me. Ovviamente pagavo e davo da mangiare a tutti loro. Ad un certo punto mi hanno persino convinta a cedere tutte le mie quote a loro”.

Quando Michelle realizza che la situazione non è più sostenibile e decide di volersi allontanare, la setta tenta un ultimo terribile ricatto, che Michelle racconta così: “Clelia mi disse che se me ne fossi andata dalla setta sarei morta”.

tvzap.kataweb.

**********   **********

L’associazione Quo Vadis a.p.s. di Modena

per vivere ha bisogno del tuo aiuto

110 (1)

110

GRAZIE !

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

https://www.facebook.com/quovadisaps

quovadis.aps@gmail.com

rocco.politi@gmail.com

telefono  392 1539014

One thought on “Michelle Hunziker racconta l’incubo della setta di Clelia. 6/11/2017

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FkkFgFssFgFkkF RJRc wZ

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>