I Bibelforscher (testimoni di Geova) morti nei campi di concentramento. 27/1/2018

BASE DOC

La Verità dei fatti è importante.

Almeno così affermano le pubblicazioni dei Testimoni di Geova!

«Molti non vogliono la verità né vogliono che sia smascherata la falsità». (1)

«I propagandisti pensano che le persone abbiano la memoria corta. È loro intenzione cancellare la storia passata, presentandosi sotto la falsa luce di moderni benefattori, nascondendo le prove che li incolpano». (2)

Il numero delle vittime secondo la Watchtower:

dichiarazioni contrastanti dalle pubblicazioni dei testimoni di Geova

1950 -1960:

vittime 2.000, torturati 10.000

«Il caso più noto di persecuzione per aver vissuto nel nome di Geova è quello dei testimoni in Germania. Essi furono messi al bando da Hitler poco dopo la firma del Concordato con il Vaticano nel 1933. La loro proprietà fu confiscata. Diecimila ministri furono messi in campo di concentramento. Solo ottomila furono liberati alla fine della guerra; duemila furono uccisi». (3)

«Già durante il regime di Hitler circa 1000 testimoni di Geova furono giustiziati come traditori, perché non solo si rifiutarono di andare in guerra ma fecero aperto opposizione all’autorità di Hitler. Altri 1000 testimoni di Geova morirono in carceri e campi di concentramento». (4)

«Hitler non riuscì a piegarli nelle prigioni e nei campi di concentramento dove torturò 10.000 di loro, né ci riescono i comunisti con le loro terribili prigioni e campi di lavoro forzato». (5)

1964:

oltre 4.000 vittime

«Hitler, cattolico romano, braccio della sua Chiesa in Germania, proibì ai testimoni di Geova di predicare il regno di Dio, e questi cristiani moderni dovettero dire alla Gestapo di Hitler: ‘Se è giusto dinanzi a Dio ascoltare voi anziché Dio, giudicatelo voi stessi’. Continuarono a predicare anche se 10.000 di loro vennero messi in campi di concentramento, ove ne morirono oltre 4000. Il resto quasi morì di fame. La fine della guerra permise di sopravvivere». (6)

1971:

3.038 vittime(?) 11.415 superstiti

«Nel 1932 quando fu ricevuto l’ultimo rapporto dalla Germania e prima che i testimoni di Geova fossero messi al bando, ce n’erano 14.453 che partecipavano all’opera di annunciare il regno. Nel 1946, dopo il crollo della macchina bellica tedesca e l’apertura delle porte dei campi di concentramento ma non delle tombe – c’erano 11.415 dedicati cristiani ancora impegnati nella grande guerra della fede». (7)

1975-1976:

838 vittime complessive, 2000 internati nei campi di concentramento 6.019 carcerati

«Durante il dominio di Hitler, 1.687 di loro avevano perduto il lavoro, 284 il negozio, 735 la casa e a 457 non fu permesso di fare il proprio mestiere. In 129 casi la loro proprietà era stata confiscata, a 826 pensionati era stata rifiutata la pensione e 329 altri avevano subito altre perdite personali. Ci furono 860 fanciulli che furono portati via ai loro genitori. In 30 casi i matrimoni furono sciolti a causa della pressione di funzionari politici, e in 108 casi fu concesso il divorzio quando ne fu fatta richiesta dal coniuge contrario alla verità. Erano stati arrestati un totale di 6.019, parecchi due, tre o anche più volte, così che, in tutto, furono registrati 8.917 arresti. Complessivamente erano stati condannati a 13.924 anni e due mesi di prigione, due volte e un quarto più del periodo di tempo trascorso dalla creazione di Adamo. In tutto 2.000 fratelli e sorelle erano stati messi nei campi di concentramento, dove avevano passato 8.078 anni e sei mesi, una media di quattro anni.  In tutto 635 eran morti in prigione, 253 erano stati condannati a morte e 203 erano stati effettivamente giustiziati». (8Il grassetto è mio

«… complessivamente furono arrestate 6.019 persone, parecchie di loro due, tre, o anche più volte, così che furono registrati in tutto 8.917 arresti; e scontarono condanne alla prigione per un totale di 13.924 anni. Molti di questi uomini e donne fedeli furono messi in campi di concentramento e vi trascorsero un totale di 8.078 anni essendovi sottoposti a spietati maltrattamenti. Complessivamente ne morirono 635 in prigione, 253 furono condannati a morte, e in 203 casi la condanna a morte fu effettivamente eseguita». (9Il grassetto è mio

1989-2001:

2000 vittime

In un libro (Mothers in the Fatherland) viene detto:

«Fra il 1933 e il 1945 [I testimoni di Geova] furono mandati nei campi di concentramento, un migliaio vennero giustiziati e un altro migliaio persero la vita … Cattolici e protestanti vennero esortati dai rispettivi ecclesiastici a collaborare con Hitler. Se si rifiutavano, lo facevano contravvenendo agli ordini sia della chiesa che dello stato”. Come si macchiarono di sangue sia la Chiesa che lo Stato!». (10)

«Lo storico tedesco Detlef Garbe calcola che in quel periodo i Testimoni costituivano dal 5 al 10 per cento dell’intera popolazione dei campi! A un seminario sui Testimoni e l’Olocausto, Garbe affermò: “Delle 25.000 persone che ammisero di essere testimoni di Geova all’inizio del Terzo Reich, circa 10.000 furono imprigionate per un periodo di tempo più o meno lungo. Di queste, oltre 2.000 furono mandate nei campi di concentramento». (11)

«La caccia ai testimoni di Geova da parte dei nazisti continuò. Nel 1939 seimila erano stati messi in prigione e migliaia erano stati mandati nei campi di concentramento. Com’era la situazione nella fine della seconda guerra mondiale? Circa 2000 Testimoni detenuti erano morti, oltre 250 dei quali erano stati giustiziati». (12)

Il sito web www.triangoloviola.it(13) risponde alla domanda:

Quanti furono i testimoni di Geova vittime del nazismo?” e proponendo questi dati nel grafico sotto scrive:

“E’ difficile dare risposte complete. Questi valori sono calcolati secondo le prove documentarie, quindi sono per difetto”.

1

Pertanto, secondo quanto affermato dal sito web www.triangoliviola.it le vittime totali furono almeno 3.077

Com’è possibile indicare come numero delle vittime del nazismo

da 838 persone a 4.000? 

E’ ovvio che la Watchtower se li inventa i numeri per costruire un caso di persecuzione religiosa.

Gonfia le cifre per poter avere lo status di “sola religione anti-nazista” con migliaia di martiri.

Eppure, abbiamo visto che la storia, quella vera, ci racconta qualcosa di molto diverso.

Se proprio la vogliamo considerare una sorta di guerra essa fu disputata tra due gruppi di fanatici esaltati e non di certo la battaglia tra il bene ed il male.

Inoltre, se dobbiamo considerare benedizione divina e aiuto soprannaturale il fatto che alla fine del regime nazista di Hitler i Testimoni sono rimasti e sono aumentati.

Dobbiamo dedurre che anche gli Ebrei sono stati aiutati da Dio così come gli omosessuali, gli zingari e tutti coloro che sono stati liberati dagli alleati alla fine della seconda Guerra Mondiale.

Ma quanti Studenti Biblici sono stati rinchiusi nei campi di concentramento?

«Quanti Testimoni furono imprigionati in Germania? In seguito i testimoni di Geova tedeschi riferirono che 6.262 di loro erano stati arrestati e di questi 2.074 rinchiusi in campi di concentramento». (14)

Com’è possibile che su 2.074 internati ne morirono 4.000, cioè quasi il doppio?

Per di più, l’opuscolo I testimoni di Geova saldi di fronte all’attacco nazista, 1997, a pagina 19 ci dice che migliaia di internati sopravissero.

Com’è possibile che nonostante sia morto il doppio degli internati geovisti migliaia sopravvissero, quindi almeno 2.000? Ma come li fanno i conti i Testimoni?

Quanti furono gli Studenti Biblici morti nei campi di concentramento nazisti?

203 furono effettivamente giustiziati racconta la stessa Watchtower.

Inoltre anche se vogliamo includere a questi il numero dei morti in carcere di 635 il totale è di 838

Perché gli Studenti Biblici furono messi al bando?

Gli Studenti Biblici furono perseguitati per la loro incrollabile fede cristiana, come vorrebbe farci credere la Watchtower?

La «dottoressa Christine King presentò alcuni fatti relativi ai Testimoni nella Germania nazista.

Essa riferì:

«’A prima vista sorprende che questa minuscola setta – 20.000 membri su una popolazione di 65 milioni di persone, 20 milioni delle quali erano cattoliche e 40 milioni protestanti – richiamasse l’attenzione delle autorità. Ma quando si considerano i loro stretti legami con l’America, le loro aspirazioni internazionali e le loro riconosciute simpatie comuniste e sioniste è subito chiaro che non potevano essere tollerati’».(15)

Quindi gli Studenti Biblici attirarono su di loro “l’antipatia” nazista non per la loro fede ma per la loro presa di posizione su questioni inconciliabili con il nazismo e la sua politica

__________________________________________

Leggenda

W = La Torre di Guardia

Note:

1 Ministero del Regno 2/70 p. 7

2 Consolation 26/9/1945 p. 4

3 W 15/5/1950 p. 153 ed. inglese

4 W 1/6/1952 p. 174

5 W 15/12/1960 p. 747

6 W 1/5/1964 p. 268

7 W 1/5/1971 pp. 272, 273

8 Annuario dei testimoni di Geova 1975, pag. 213

9 W 15/7/1976 p. 434

10 WT 1/1/1989 p.21

11 Svegliatevi! 22/8/1995 p.10

12 W 15/3/2001 p. 9

13 http://www.triangoloviola.it/faq.html#10

14 I Testimoni di Geova Proclamatori del Regno di Dio, 1993, p. 194

15 Svegliatevi! 8/4/1989 pp. 12-13

di Emilio Morelli

**********   **********

L’associazione Quo Vadis a.p.s. di Modena

per vivere ha bisogno del tuo aiuto

110 (1)

110

GRAZIE !

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

https://www.facebook.com/quovadisaps

quovadis.aps@gmail.com

rocco.politi@gmail.com

telefono  392 1539014

 

One thought on “I Bibelforscher (testimoni di Geova) morti nei campi di concentramento. 27/1/2018

  1. Una cosa incredibile la vostra provocazione nella giornata della memoria.
    Sarebbe da oscurare il sito!!
    Speculare sui morti, non ci sono parole…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5QN5MiiQEP NQfpuEQiP tv

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>