Cosa c’è che non va nell’essere un Testimone di Geova. 25/3/2018

BASE DOC

Le persone scelgono di associarsi ad un’organizzazione religiosa per la sua capacità di:

  1. Concentrare l’attenzione su Dio e sui suoi piani eterni
  2. Fornire una guida moralie
  3. Offrire il supporto di una comunità

La Watchtower ha influito positivamente nella vita di molte persone realizzando gli obiettivi sopra elencati nella loro vita. I Testimoni di Geova sono generalmente persone sincere e corrette, che dedicano la loro vita a servire Geova nel modo prescritto dalla Watchtower, attraverso la predicazione e l’associazione regolare. Essere Testimoni di Geova non crea lo stesso livello di problemi per la società di alcune organizzazioni e sette estremiste.

Alcuni degli aspetti più gioiosi di essere un Testimone di Geova sono le amicizie che possono essere strette dentro la congregazione e l’ampia varietà di persone che si possono incontrare ai Congressi. Tuttavia, questa non è una caratteristica che hanno solo i Testimoni di Geova. Ho amici di diverse denominazioni religiose che hanno stretto amicizie con un’ampia varietà di persone attraverso le attività della loro Chiesa.

Il problema di essere un Testimone di Geova è il danno causato ad innumerevoli vite nel corso dei decenni. L’errore non è nei fedeli, ma nel sistema, in particolare nel modo in cui i leader della Watchtower costringono i loro seguaci a pensare e a comportarsi.

Il perno di ciò che non va è un unico punto, l’alto controllo che la Watchtower ha sui suoi fedeli, controllo che va dalla spiritualità alla vita quotidiana. Questo predomina le seguenti aree:

Vita quotidiana

  • Rigoroso ostracismo verso gli ex membri, inclusi familiari

  • Divieto di certe terapie mediche
  • Pianificazione a breve termine per il futuro in materia di istruzione, finanza, matrimonio e figli
  • Demonizzazione delle persone “del mondo”
  • Paura e visione pessimistica della vita negli “Ultimi Giorni”
  • Controllo delle informazioni e delle domande

  • Insufficiente sviluppo emotivo dei membri nati nella religione

Spiritualità – Sistema a due classi

  • La Bibbia è stata scritta principalmente per i leader
  • La salvezza può essere raggiunta solo attraverso la rigida obbedienza ai leader
  • Gesù è mediatore solo per i 144.000

(Si prega di notare che, a prima vista, molti Testimoni non sarebbero d’accordo con l’elenco di cui sopra e probabilmente non sono nemmeno consapevoli che la teologia della Watchtower li esclude dalla mediazione di Gesù. Ciascun punto verrà ora discusso qui in dettaglio, con il sostegno di citazioni delle pubblicazioni Watchtower).

Avere il controllo della propria vita, in particolare il controllo delle relazioni interpersonali, del benessere fisico e delle risorse materiali, è la chiave fondamentale della felicità. La libertà è di primaria importanza ed è considerata la più alta aspirazione dell’umanità. La Dichiarazione Universale delle Nazioni Unite per i Diritti Umani afferma:

Considerato che il disconoscimento e il disprezzo dei diritti umani hanno
portato ad atti di barbarie che offendono la coscienza dell’umanità, e che
l’avvento di un mondo in cui gli esseri umani godano della libertà di parola e di
credo e della libertà dal timore e dal bisogno è stato proclamato come la più
alta aspirazione dell’uomo;

Allo stesso modo, in uno dei grandi discorsi del XX secolo, Martin Luther King disse:

E quando lasciamo risuonare la libertà, quando le permettiamo di risuonare da ogni villaggio e da ogni borgo, da ogni stato e da ogni città, acceleriamo anche quel giorno in cui tutti i figli di Dio, neri e bianchi, ebrei e gentili, cattolici e protestanti, sapranno unire le mani e cantare con le parole del vecchio spiritual: “Liberi finalmente, liberi finalmente; grazie Dio Onnipotente, siamo liberi finalmente

I gruppi religiosi coercitivi limitano notevolmente la libertà dei loro membri in base al sistema di credenze dei leader. L’elevato controllo che la Watchtower Society impone sulla vita dei suoi fedeli va oltre i confini del cristianesimo, della legge e del sano sviluppo di un individuo. Questo articolo esamina il modo in cui si manifesta questo controllo.

Ostracismo

L’ostracismo come forma di controllo è pratica comune nei gruppi totalitari. L’ostracismo della Watchtower è una pratica distruttiva che ha rovinato centinaia di migliaia di vite e di famiglie.

Non si poteva inventare una punizione più diabolica, se una cosa del genere fosse fisicamente possibile, di una persona libera nella società ma completamente ignorata da tutti. Se nessuno si volta quando entriamo, ci risponde quando parliamo o fa caso a quello che facciamo, ma se ogni persona che conosciamo “ci considera come morti” e agisce come se non esistessimo, una sorta di rabbia e impotente disperazione avrebbe ben presto la meglio su di noi, da cui la più tortura corporea sarebbe un sollievo perché, nonostante il dolore fisico, ci farebbe sentire che non siamo sprofondati in una tale condizione da non essere nemmeno degni di attenzione. (The Principles of Psychology Volume 1 pp.293-4 William James Dover Publications)

So come ci si sente, per esperienza personale, provata molte volte. In un’occasione ho partecipato ad un evento con dei Testimoni di Geova presenti. Mentre stavo li con il mio bambino di tre anni, si è avvicinato un mio vecchio amico e, senza degnarmi di uno sguardo o riconoscere la mia presenza, ha iniziato a parlare con mio figlio e poi si è allontanato. Era come se non esistessi, un oggetto inanimato che sosteneva il mio bambino.

E’ comuni tra i gruppi ad alto controllo il comando di ostracizzare gli ex membri, portando via la libertà ai fedeli di scegliere con chi dovrebbero o non dovrebbero associarsi. Nel suo libro Combating Cult Mind Control, Steven Hassan consiglia che la prima domanda da farsi prima di aderire a qualsiasi gruppo controverso è:

Il tuo gruppo impone restrizioni per comunicare con gli ex membri? Questa è una delle domande più rivelatrici che puoi fare ad una qualsiasi membro di una setta. Qualsiasi organizzazione “normale” non dovrebbe mai scoraggiare i contatti con gli ex membri.

Come discusso nell’articolo Ostracismo, tale pratica della Watchtower va ben oltre i principi scritturali ed è tenuta in piedi solo come metodo di controllo. Un Testimone di Geova può essere disassociato per numerose ragioni, tra cui il disaccordo dottrinale, il fumo, il gioco d’azzardo, l’ubriachezza e la fornicazione. Una volta dissassociato, non ci si vedrà più rivolta la parola o addirittura il saluto dai propri amici, persino in strada o nella Sala del Regno.

Una persona che contesta apertamente una dottrina della Watchtower viene definita apostata e descritta nella Torre di Guardia 1 ottobre 1993 p.19 come “ribelle contro Geova”. I Testimoni di Geova devono “”provare avversione” verso coloro che si sono fatti nemici di Dio, ma lasciare a Geova la vendetta“. La Torre di Guardia del 1 luglio 1994 p.12 afferma che quelli che smettono di seguire la Watchtower Society si stanno cibando “alla tavola spirituale di Satana, la tavola dei demoni e saranno costretti a partecipare ad un pasto letterale, no, non come partecipanti, ma come portata principale, la loro distruzione!

Ostracismo dei familiari

La maggior parte se non tutte le culture più importanti riconoscono che la famiglia è della massima importanza nella vita. I rapporti familiari sani sono un fattore chiave per la felicità e la stabilità emotiva. La famiglia è il nucleo della società e la Dichiaratext-to-fatherzione Universale delle Nazioni Unite per i Diritti Umani, all’articolo 12, afferma:

Nessun individuo potrà essere sottoposto ad interferenze arbitrarie nella sua vita privata, nella sua famiglia, nella sua casa, nella sua corrispondenza, né a lesione del suo onore e della sua reputazione. Ogni individuo ha diritto ad essere tutelato dalla legge contro tali interferenze o lesioni.

La Watchtower Society è in diretto contrasto con questa affermazione, proibendo ai suoi membri di associarsi con i propri familiari disassociati (a meno che non siano troppo giovani per lasciare casa).

Potrebbe essere possibile interrompere quasi completamente i contatti con il parente. Anche se ci fossero delle questioni familiari che richiedono dei contatti, questi saranno certamente ridotti al minimo necessario – La Torre di Guardia 15 Aprile 1988 p.27

Il manuale Prestate attenzione a voi stessi e tutto il gregge, a p.103, mostra che una persona può essere disassociata a sua volta per aver parlato con i suoi familiari disassociati.

Non è raro che, durante delle crisi personali, una persona venga disassociata. Un adolescente potrebbe diventare un tossicodipendente, una ragazzina potrebbe rimanere incinta e avere disperato bisogno del sostegno familiare. Eppure, allo stesso tempo, ci si aspetta che siano evitati dalla loro famiglia. Vedo costantemente genitori che non sono Testimoni che sostengono i loro figli “ribelli” quando tutti gli altri hanno voltato loro le spalle. È devastante conoscere o leggere esperienze di coloro che sono stati cresciuti come Testimoni di Geova e sono stati abbandonati dai loro genitori nel momento in cui avevano bisogno del massimo supporto.

Molti dei miei amici disassociati sono stati informati dai parenti che non avrebbero più ricevuto da parte loro visite, chiamate, e-mail o SMS a meno che non fossero stati reintegrati come Testimoni di Geova. Quale madre vorrebbe affrontare il futuro sapendo che non potrà mai più parlare liberamente ai suoi figli o quale figlio vorrebbe mai essere escluso a vita dalle riunioni familiari? La Watchtower Society insiste su questo e molti Testimoni non hanno avuto praticamente alcun contatto con i propri genitori o figli per decenni a causa di questa regola.

Dopo essere stata disassociata, una persona che è entrata a far parte della Watchtower Society da adulta soffrirà per un certo tempo. Tuttavia, questo è nulla rispetto all’impatto della disassociazione sulla vita di una persona che è nata e cresciuta come Testimone di Geova. Una persona che nasce in questa religione ha quasi tutta la propria famiglia e gli amici all’interno dell’Organizzazione. I loro obiettivi, il loro modo dipensari, i loro discorsi sono stati fortemente influenzati dalla Watchtower. Una volta disassociati, non hanno più nessuno a cui rivolgersi. A tale condizione si aggiunge la sensazione di alienazione dal mondo che li circonda. Dopo essere stato disassociato all’età di 18 anni, un mio amico mi ha confidato di sentirsi come un “morto che cammina”. Ha avuto bisogno di due anni per riprendersi dalla risultante depressione ed imparare ad integrarsi nella società.

Morte e sofferenze non necessarie

I Testimoni di Geova devono mettere “Geova” al primo posto nella loro vita, anche se questo li dovesse portare alla morte. Non si deve fare alcun compromesso per salvare la propria vita. Purtroppo i continui cambiamenti delle regole significano che viene messo al primo posto “Geova”, ma la Watchtower.

I servitori di Geova hanno costituito un esempio straordinario di integrità e, anche quando sottoposti a pressione, hanno dimostrato che “non amano la propria anima” più di Geova (Rivelazione 12:11) Saggiamente, non abbandonano i principi cristiani nel cercare di salvare la loro vita attuale (Luca 9:24, 25). Sappiamo che, anche se perdono la loro vita ora perché sostengono fedelmente la sovranità di Geova, Egli li ricompenserà con la risurrezione. – Adoriamo il solo vero Dio pag.89

Teoricamente lodevole, questo ragionamento non tiene conto del fatto che i Testimoni di Geova mettono al primo posto l’interpretazione della Watchtower, non le richieste di Geova. L’interpretazione nelle aree che minacciano la vita stessa dei fedeli cambia continuamente (a differenza degli standard di Geova), provocando inutilmente la morte e la sofferenza di tanti Testimoni per obbedire a dei principi che in seguito si scopre che evidentemente non erano ciò che Geova aveva richiesto.

Malawi

Gesù disse di “dare a Cesare le cose di Cesare“, Cornelio si convertì mentre era un ufficiale militare e in Romani 13 Paolo consigliò di obbedire ai governanti politici, quindi è davvero con argomentazioni superficiali che la Watchtower Society insiste nel pretendere che i Testimoni di Geova si astengano dal voto e dalla partecipazione politica. Questa presa di posizione è stata causa di inutile persecuzione per molti fedeli. Particolarmente deprecabile è stata la situazione causata ai Testimoni in Malawi.

Negli anni ’60 la Watchtower decretò che i Testimoni del Malawi non dovevano possedere la tessera politica, anche se il Malawi era uno stato a partito unico. Ciò ha significato per migliaia di Testimoni subire brutali torture, stupri, esecuzione e deportazioni tra il 1963 e il 1992 (Annuario 1999 pp.149-223). Per una spiegazione completa di questa situazione, vedere Malawi VS Messico.

Consigli medici

La storia della Watchtower è piena di consigli medici bizzarri ed errati. La rivista Golden Age conteneva avvertimenti contro qualsiasi cosa, dall’uso delle pentole in alluminio al mangiare prima di un pasto. Negli anni ’70, i trapianti di organi venivano vietati perchè considerati cannibalismo. Attualmente, le trasfusioni di sangue non sono consentite. La rivista Svegliatevi! del 22 maggio 1994 p.2 ammette che questo divieto ha causato la morte dei fedeli, sostenendo che “migliaia di giovani sono morti per aver messo Dio al primo posto“.

Anche se presentato come proveniente da Dio, tale divieto continua viene continuamente modificato, cosa che indica che NON viene da Dio. Le istruzioni su quali componenti del sangue devono essere evitati sono costantemente cambiate, causando la morte dei Testimoni di Geova in base ai pareri e ai capricci di uomini.

Quando ottanta Davidiani morirono nel 1993 sotto la guida di David Koresh e quando centinaia di persone morirono nel suicidio di massa a Jonestown nel 1978, il mondo si accorse con shock e orrore del potere distruttivo dei gruppi religiosi pericolosi. Eppure il numero di morti nelle mani di questi due leader è nulla rispetto al numero di morti di Testimoni di Geova manipolati dalle false dottrine mediche della Watchtower.

Andare in prigione piuttosto che prestare servizio militare

Un esame dei fatti storici dimostra che non solo i Testimoni di Geova si sono rifiutati di indossare uniformi militari e di imbracciare le armi, ma durante la metà del secolo scorso e più, hanno anche rifiutato di prestare servizio o di accettare altri compiti di lavoro in sostituzione del servizio militare. Molti Testimoni di Geova sono stati imprigionati perché non violare la loro neutralità cristiana. – Uniti nell’adorazione del solo vero Dio (1983) p.167

Dopo che decine di migliaia di giovani Testimoni avevano sprecato anni della loro giovinezza in prigione per aver rifiutato il servizio civile, nel 1996 la Watchtower decise che tale servizio era accettabile per un cristiano ed era quindi una questione di scelta personale.

Cosa dire, però, se lo Stato richiede ad un cristiano di svolgere un servizio civile, per un certo periodo di tempo, che fa parte del servizio nazionale sotto un’amministrazione civile? Questa è una sua decisione davanti a Geova. – La Torre di guardia 1996 1 mag

Come ha giustificato la Watchtower le sofferenze inutili causate? Piuttosto che scusarsi, sostiene che era Geova che l’aveva permesso!

Sensazione di aver sofferto inutilmente.

In passato, alcuni Testimoni hanno sofferto per aver rifiutato di svolgere un’attività che la loro coscienza avrebbe invece consentito. Ad esempio, potrebbe il caso della loro scelta anni fa di rifiutare certi tipi di servizio civile. Un fratello potrebbe ora sentire, in coscienza, di poterli svolgere senza violare la sua neutralità cristiana. E’ stato ingiusto da parte di Geova permettergli di soffrire per aver rifiutato qualcosa che adesso potrebbe fare senza conseguenze? La maggior parte di quelli che hanno avuto questa esperienza non la pensa così. Piuttosto, si rallegrano di aver avuto l’opportunità di dimostrare pubblicamente e chiaramente che erano determinati ad rimanere fermi nella questione della sovranità universale. – La Torre di Guardia 15 Agosto 1998 p.17

Pianificazione del futuro

Sin dall’inizio della sua storia, la Watchtower Society ha affermato che la fine era imminente. Sono passati oltre 130 anni di aspettative fallite. Durante questo periodo le date e termini come “entro pochi anni” sono passati via inadempiuti. Eppure questo non ha impedito alla società Watchtower di continuare a fabbricare un senso di urgenza dicendo che la fine verrà entro poco tempo. Poiché la fine è “così vicina“, la Watchtower raccomanda ai fedeli di rimandare i piani per il futuro e di dedicarsi alla distribuzione della letteratura Watchtower e del suo messaggio, lodando quelli che impostano la loro vita in questo modo.

Si odono rapporti di fratelli che vendono le loro case e le loro proprietà e pianificano di finire il resto dei loro giorni in questo vecchio sistema nel servizio di pioniere. Certamente questo è un ottimo modo per trascorrere il breve tempo rimasto prima della fine del mondo malvagio. – Il Ministero del Regno Maggio 1974 p.3 “Come state usando la vostra vita?”

In base a queste aspettative vengono influenzate le vite dei fedeli e le decisioni che prendono per quanto riguarda l’istruzione, l’avere figli e la pianificazione per il futuro. Di seguito sono elencate specifiche aree in cui la Watchtower continua a influenzare le decisioni dei suoi membri.

Istruzione superiore

La Watchtower non vieta specificamente l’istruzione avanzata, ma mette in guardia regolarmente contro tale scelta. Già nel 1910 Russell dava consigli contro l’istruzione superiore.

Il mio consiglio è dunque di dare ai tuoi figli un’educazione fino al limite della scuola pubblica, non tentando di portarli alla scuola superiore perché è presente molto criticismo [sic] nelle scuole superiori e non passerò molto tempo prima che ci sia anche nelle scuole comuni. –What Pastor Russell Said (Leslie W. Jones Chicago 1917) pp.57-58

Questo atteggiamento negativo verso l’istruzione superiore è stato espresso, da allora, continuamente.

Piuttosto che essere soddisfatti del “nutrimento e di che coprirsi”, coloro che si dedicano ad ottenere una “istruzione superiore”, di solito, vogliono poter godere “il resto delle cose” che i soldi possono acquistare.– La Torre di guardia 1967 1 feb. p.76

Una laura universitaria potrebbe, o no,  migliorare le tue prospettive di lavoro. Ma un fatto rimane indiscutibile: “Il tempo rimasto è ridotto” (1 Corinti 7:29) Con tutti i suoi presunti benefici, quattro anni o più in un’università sono il migliore uso che si possa fare del tempo rimasto? (Efesini 5:16) – Svegliatevi! 1989 8 maggio p.13 “Quale carriera dovrei scegliere?”

Durante gli anni ’90 le difficoltà che alcuni Testimoni di Geova ebbero nel trovare lavoro portarono ad un ammorbidimento della posizione anti-istruzione, anche se gli “avvertimenti” rimasero.

Se i genitori cristiani decidono responsabilmente di far intraprendere ai loro figli un’ulteriore formazione dopo la scuola superiore, questa è un loro diritto, il periodo di questi studi potrebbe variare in base al tipo di facoltà scelta. Per motivi finanziari e per consentire ai loro figli di intraprendere il servizio a tempo pieno il più rapidamente possibile, molti genitori cristiani hanno scelto per loro programmi di studio di breve durata in scuole professionali o tecniche. In alcuni casi i giovani hanno bisogno di un periodo di apprendistato per una certa occupazione, ma sempre avendo l’obiettivo di una vita al completo servizio di Geova. Se si sceglie di proseguire gli studi, certamente il motivo non dovrebbe essere quello di distinguersi nel mondo scolastico o di ottenere una prestigiosa carriera mondana. I corsi devono essere scelti con cura. Questa rivista ha posto l’accento sui pericoli dell’istruzione superiore e, giustamente, perché l’istruzione superiore è in opposizione al “sano insegnamento” della Bibbia. (Tito 2:1; 1 Timoteo 6:20, 21) Inoltre, a partire dagli anni ’60, molte centri di istruzione superiore sono diventati focolai di illegalità e immoralità. “Lo schiavo fedele e discreto” ha fortemente scoraggiato di entrare in quel tipo di ambiente. (Matteo 24:12, 45) Ad ogni modo, si deve ammettere che oggi i giovani incontrano questi stessi pericoli nelle scuole superiori e nelle scuole tecniche e anche nei luoghi di lavoro (1 Giovanni 5:19) – La Torre di Guardia 1 nov. 1992 20 “Istruzione con uno scopo”

Ricordate anche che “il tempo rimasto è ridotto “(1 Corinti 7:29) Quanto tempo ti dedicherai a questa educazione? Occuperà la maggior parte dei tuoi anni giovanili? In caso affermativo, metterai in pratica l’esortazione della Bibbia a “ricordare, ora, il tuo Grande Creatore nei giorni della tua giovinezza?” – La Torre di Guardia 1 settembre 1999 p.17

Questa posizione più morbida non è però durata molto, con articoli che sono tornati a concentrarsi sui pericoli dell’istruzione superiore e un atteggiamento vicino al disprezzo per coloro che pianificano istruzione e finanze.

Non siete d’accordo anche voi che per continuare ad avere la benedizione di Dio dobbiamo resistere alla tentazione di perseguire i nostri interessi personali a discapito dell’adorazione di Geova? Questo vale per qualunque fonte di distrazione, che si tratti della ricerca della ricchezza, di progetti per arricchire in fretta, di piani ambiziosi per farsi un’istruzione superiore così da far carriera in questo sistema, oppure di corsi finalizzati alla gratificazione personale. Queste cose possono non essere peccaminose in se stesse, ma non vi sembra evidente che dal punto di vista della vita eterna sono in realtà “opere morte”? In che senso? Sono spiritualmente morte, vane, infruttuose. Se si persiste in esse, possono portare alla morte spirituale. È successo ad alcuni cristiani unti al tempo degli apostoli. È successo ad alcuni anche oggi. Forse conoscete qualcuno che un po’ alla volta ha cominciato a trascurare le attività cristiane e la congregazione, e ora non manifesta nessun desiderio di ricominciare a servire Geova.

Il programma del Sorvegliante di Circoscrizione per gli Anziani e i Servitori di Ministero del marzo-agosto 2008 mostrava che in determinate circostanze un Servitore o un Anziano può essere rimosso dal suo incarico se promuove l’università.

Situazione: La figlia di un Anziano studia in università lontano da casa con l’obiettivo di guadagnare un sacco di soldi. L’Anziano e la moglie raccontano ad altri fratelli che la loro figlia lo fa per una loro scelta, vista la buona situazione economica che avrà e il prestigio che la famiglia otterrà. Domanda: Che opinione ha questa famiglia di ciò che lo “schiavo fedele” ha detto riguardo all’istruzione superiore, come rivelato dalle loro parole e comportamenti? (Salmi 1: 2, 3; 1 Cor. 2: 13-16; 3 Giovanni 9) Quando un nominato promuove l’istruzione superiore a scopo di guadagno economico o di prestigio, questo mette in dubbio i suoi requisiti per servire nella congregazione e può influire sulla sua libertà di parola] – Tradotto dallo spagnolo

Il risultato può essere visto da un sondaggio del 1993, di Kosmin e Lachman, condotto su un campione di 113.000 persone. Dei trenta gruppi religiosi elencati, i Testimoni di Geova avevano il numero più basso di laureati e stato sociale aggregato. Lo status sociale aggregato è stato calcolato in base alla proprietà della casa, il reddito annuo della famiglia, la laurea e la percentuale di lavoro a tempo pieno. Mentre il 49,5% degli Unitariani Universalisti e il 20% dei cattolici avevano una laurea, nei Testimoni di Geova la percentuale scendeva al 4.7%.

degree

Fonte economix.blogs.nytimes.com 13 maggio 2011, sulla base del USA Pew report del 2008.

Consigli contro i figli e il matrimonio

La Watchtower non proibisce il matrimonio e l’avere figli. Per esempio, la Torre di Guardia del 15 ottobre 2011 afferma a pag. 13: “Anche oggi ciascun cristiano ha il diritto di decidere se sposarsi o meno. Gli altri non devono insistere perché prenda una decisione in un senso o nell’altro.“. Tuttavia, in particolare nei momenti di picco nell’aspettativa di Armageddon, la Watchtower Society incoraggiava a rinviare la decisione di avere figli e di sposarsi. Il ragionamento era che tali situazioni avrebbero rubato tempo dal lavoro di diffusione del messaggio in quei “ultimi giorni”.

Per servire Geova al meglio migliaia di giovani stanno facendo sacrifici rinunciando di buon grado a sposarsi o ad avere figli, almeno per il momento. Anche alcuni fratelli più avanti con gli anni forse stanno facendo dei sacrifici: impiegano parte del tempo che potrebbero passare con figli e nipoti per partecipare a progetti di costruzione o per frequentare la Scuola per evangelizzatori del Regno e servire dove c’è più bisogno. Altri fratelli mettono da parte faccende personali per partecipare alle campagne di predicazione nel periodo della Commemorazione. Questo servizio reso di tutto cuore rallegra profondamente Geova, che non dimentica le nostre opere e l’amore che gli mostriamo. (Leggi Ebrei 6:10-12.) Possiamo fare ulteriori sacrifici per servire Geova più pienamente? – La Torre di Guardia ed.studio Aprile 2016 p.9

Anche se i tre figli di Noè erano sposati, nessuno di loro ebbe figli prima del Diluvio. Anche se questo non significa che oggi sia sbagliato avere figli, molte coppie cristiane rinunciano ad averli per impegnarsi più pienamente nell’urgente opera che Geova ha affidato al suo popolo. Alcune coppie hanno voluto aspettare un po’ prima di avere figli, altre hanno deciso di rimanere senza figli e pensano alla possibilità di averne nel giusto nuovo mondo di Geova. – La Torre di Guardia 1 Agosto 2000 p.21 “Perchè non hanno figli?”

Ciò si è verificato nelle aspettative prima della fine del millennio.

Se l’espansione del cristianesimo doveva avvenire prevalentemente dai figli, Gesù non avrebbe incoraggiato i suoi discepoli a “fare posto al celibato per il regno dei cieli “(Matteo 19,10-12) Come devono oggi i cristiani considerare il matrimonio e l’avere figli, in questo “tempo della fine”? (Daniele 12: 4) È più vero che mai “la scena di questo mondo sta cambiando” o, come rende un’altra traduzione, “lo schema attuale delle cose sta rapidamente passando”. (1 Corinzi 7:31, Phillips). Ora, come mai prima, “il tempo rimasto è ridotto”. Sì, per il popolo di Geova resta solo un tempo limitato per completare l’opera che ha dato loro da fare: “Questa buona notizia del regno sarà predicata in tutta la terra abitata, in testimonianza a tutte le nazioni, e allora verrà la fine.” (Matteo 24:14) Questo lavoro deve essere compiuto prima della fine. È quindi opportuno che i cristiani si chiedano come lo sposarsi o, se sposati, l’avere figli influenzerà il loro impegno in questo lavoro vitale. Durante il periodo prima del diluvio, i figli di Noè e le loro mogli non avevano figli. – La Torre di Guardia 1 Marzo 1988 p.19

Prima del famoso “1975” veniva fatto questo stesso ragionamento.

Oggi c’è una grande folla di persone che sono fiduciose che una distruzione di grandezza ancora maggiore è ormai imminente. La prova che la profezia di Gesù avrà tra breve un compimento importante, su questo intero sistema di cose, è stato un fattore importante nell’influenzare la decisione di molte coppie di non avere figli in questo momento. Hanno scelto di rimanere senza figli per avere più tempo per eseguire le istruzioni di Gesù Cristo e predicare la buona notizia del Regno di Dio in tutta la terra prima della fine di questo sistema (Matt.24: 14) – Svegliatevi! 8 novembre 1974 p.11

Nel 1941, la Watchtower diceva che i fedeli erano nei “rimanenti mesi prima di Armageddon“. (W41 9/15 p.288) Per questo motivo venivano specificamente avvertiti che sarebbe stato inappropriato sposarsi e avere figli in quel momento.

children-book-cover-1941

Sarebbe scritturalmente appropriato per loro sposarsi adesso ed iniziare a crescere i figli No, è la risposta, che è sostenuta dalla Scrittura. Quelli della classe di Gionadab che ora contemplano il matrimonio, sembrerebbe, sarebbe meglio se aspettassero qualche anno, finché la tempesta fiammeggiante di Armageddon non sia passata … – Face the Facts (1938) pp.46-50
… le parole di Gesù, che sembrano sicuramente scoraggiare allevare dei figli immediatamente prima o durante l’Armageddon
 – La Torre di Guardia 1 novembre 1938 p.324e the Facts (1938) pp.46-50

Dovrebbero uomini e donne, siano essi moderni Gionadab o “altre pecore” del Signore, sposarsi adesso, prima di Armageddon, e crescere dei figli? Possono scegliere di farlo, ma l’ammonimento o il consiglio delle Scritture sembra essere contrario. – Children (1941) 3,000,000 ed. pp.312-313

Rutherford aveva una visione particolarmente negativa del matrimonio, come risulta dalle riviste del suo tempo. La rivista Golden Age del Gennaio 1937 conteneva un articolo “Quella delusione chiamata amore” che conteneva bizzarre dichiarazioni e raccomandazioni, come sul matrimonio. Concludeva:

Gli appartenenti al consacrato popolo di Dio dovrebbero assolutamente evitare di sposarsi a meno che non siano continuamente tormentati dal desiderio di avere rapporti sessuali, nel qual caso dovrebbero sposarsi. Per i più giovani o i più vecchi che, solo per questo, hanno bisogno di sposarsi, si dovrebbe disporre di farlo con franchezza e sincerità, il più possibile conforme alle originarie disposizioni divine, senza l’abbagliamento, le delusioni e le illusioni del cosiddetto “amore”, che reca biasimo sul santo nome di Geova.

Molti di quelli che seguirono tale consiglio negli anni ’30 sono morti ormai da tempo, senza sperimentare la gioia dell’amore matrimoniale, dei figli e dei nipoti.

Regole

Il messaggio di Gesù era che i suoi seguaci dovevano essere liberati dagli oneri della Legge Mosaica, condannando i farisei perchè opprimevano le persone con un’infinità di regole. Disse: “il mio giogo è piacevole e il mio carico è leggero“. (Matteo 11:30) Le persone avrebbero dovuto basare il loro comportamento sui principi dell’amore. Paolo disse diverse volte che la Legge era stata abolita (Romani 7: 6) e in Atti 15:28 gli Anziani affermarono che “allo spirito santo e a noi è parso bene di non aggiungervi nessun altro peso, eccetto queste cose necessarie“.

La Watchtower Society ha però fabbricato un’enorme quantità di regole. Il libro Branch Organization Procedure contiene oltre 1.100 regole e procedure. Ci sono più di 30 motivi per essere disassociati. Oltre alle regole già discusse, vi è una pletora di regole scritte e non scritte, obbligatorie o consigliate, dichiarate direttamente o in maniera implicita in merito all’abbigliamento, alla barba, allo svago, alle dimensioni delle feste, all’impurità e così via.

Ad esempio, la seguente raccomandazione sull’abbigliamento durante il periodo dei Congressi mostra fin dove possono arrivare i “consigli” della Watchtower.

Dovremmo manifestare un aspetto dignitoso solo quando si partecipa al programma? Ricordate che molti ci osserveranno, mentre indossiamo i nostri badge congressuali nella città che ospitano i congressi. Il nostro aspetto dovrebbe farci distinguere dalle persone in generale. Quando usciamo a mangiare dopo il programma, dovremmo vestirci come ministri che sono in città per partecipare ad un congresso cristiano e non dovremmo indossare vestiti come jeans, pantaloncini o t-shirt. Che testimonianza darà alla comunità! Geova è contento quando il nostro abbigliamento ci identifica come ministri. – Il ministero del regno Apr 2007 (Edizione USA)

Paura

Come incasina. Quando ero bambino e ho perso il primo dentino, ricordo di essermi svegliato nel letto di notte, chiedendomi se sarei morto ad Armageddon a causa del sangue che avevo inghiottito. I bambini non dovrebbero avere paura di queste stupidaggini.

La paura è un potente mezzo di controllo, utilizzato da secoli dalle religioni. L’uso della paura da parte della Watchtower è discusso in dettaglio nell’articolo Paura e Controllo Mentale.

Il libro del 1958 Dal paradiso perduto al paradiso riconquistato è stato usato come libro di storie bibliche per bambini fino alla pubblicazione de Il mio libro di racconti biblici nel 1978. Da bambino avevo ricorrenti incubi di cadere da una scogliera e non ho dubbi sul fatto che le seguenti immagini e il testo di pagina 209 abbiano avuto effetti dannosi su di me e su altri bambini impressionabili.

paradise-lost-page-209-earthquake-2

Il dramma del Congresso del 2017, intitolato Ricordate la moglie di Lot, includeva le seguenti immagini, equiparando un Testimone di Geova che sceglie di rinunciare al servizio di pioniere per una carriera a tempo pieno alla moglie di Lot, facendo capire che il materialismo merita la distruzione divina.

RememberTheWifeOfLot2small.gif

Visione negativa della vita

Fin dalla sua nascita, la Società Watchtower ha costantemente predicato la fine del mondo e come la vita attuale non sia degna di essere vissuta.

I nostri lettori ci scrivono per sapere se non ci possa essere qualche errore nella data del 1914. Dicono che non vedono come le condizioni attuali possano durare ancora a lungo. – La Torre di guardia 15 luglio 1894 p.227

Questi ultimi giorni sono difficili. Non è facile mantenere l’equilibrio tra gli impegni familiari, il lavoro, le attività di congregazione e la predicazione. Per di più molti devono fare i conti con malattie, depressione, vecchiaia o opposizione. Molti di voi sono “oppressi”. Desideriamo esprimervi la nostra comprensione, in armonia con le parole di Gesù: “Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò” – Annuario 2006 p.5

Essere un Testimone richiede un particolare processo mentale, che motiva una persona all’urgenza in questi particolari “ultimi giorni” senza precedenti. Il pensiero negativo viene alimentato costantemente per tenere i membri in uno costante stato deprimente sia riguardo le persone che li circondano che dei tempi in cui viviamo. Le catastrofi globali vengono accolte come “prova” che mancano ormai pochi anni prima di Armageddon.

Viene fatto costante riferimento alle Scritture che dicono che “negli ultimi giorni ci saranno tempi difficili“, che “uomini malvagi e impostori progrediranno di male in peggio” e che ci saranno “guai per la terra e il mare” (2 Timoteo 3:1,13; Rivelazione 12:12). Per esempio, negli ultimi 53 anni, la Scrittura “ci saranno tempi difficili” è stata citata 897 volte nella letteratura Watchtower, mentre il ben noto versetto del Salmo 23:1 “Geova è il mio pastore. Non mi mancherà nulla” solo 111 volte. Di seguito sono riportate alcune dichiarazioni tipiche della Watchtower.

Due guerre mondiali, centinaia di conflitti armati più piccoli, carestie, grandi terremoti, pestilenze, ondate dopo ondate di reati e violenze ed una campagna mondiale di predicazione, costituiscono un drammatico avvertimento che la società umana si sta rapidamente avvicinando a una crisi catastrofica.– La Torre di Guardia 1 Marzo 1993 p.4

I tempi sono critici: conflitti civili, guerre etniche, disastri naturali ed altri eventi orribili sono comuni e ora più che mai la famiglia umana ha bisogno di buone notizie. – Il Ministero del Regno Aprile 2005 p.1

La realtà dei tempi in cui viviamo è molto diversa. Uno studio della storia mostra che il nostro è un momento di pace mai vista prima. I diritti umani, soprattutto per le donne e i bambini, sono oggi molto più estesi che mai. I progressi medici hanno consentito all’aspettativa di vita in molti paesi di raddoppiare negli ultimi 100 anni, e la vita più lunga può essere goduta con molte meno sofferenze. La persona media che vive nei paesi sviluppati gode di “lussi” a cui avevano accesso solo pochi Re nei secoli passati. La rivista Australian Financial Review del 24-28 marzo 2005 affermava che stiamo vivendo nel più sano, pacifico e miglior periodo di tempo di tutta la storia.

La Watchtower ha bisogno di far credere che le condizioni del mondo sono molto peggiori di quanto realmente siano per dimostrare che siamo negli Ultimi Giorni e creare il senso di urgenza nei suoi seguaci affinchè si dedichino a far prosperare l’organizzazione. Le religioni sane non hanno bisogno di creare un’urgenza negativa poiché si basano sul servire Dio piuttosto che servire per uno scopo, cioè la salvezza. Le religioni positive si concentrano sul miglioramento della vita con l’istituzione di scuole, ospedali e istituti di carità, mentre un Testimone attende senza adoperarsi in tal senso e aspetta un ipotetico futuro quando le cose andranno meglio.

Capacità di ragionare

Nel tentativo di creare unità incrollabile, i Testimoni di Geova sono costretti a sopprimere la capacità di discussione e di ragionamento. Ciò crea un’unità basata non sulla verità ma sulla cieca obbedienza a tutto ciò che si trova all’interno delle pagine delle pubblicazioni della Watchtower. Uscendo da tale organizzazione, è sconcertante prendere consapevolezza di quanto eri convinto di cose che sono assolutamente senza senso. Ci vuole tempo per iniziare a fidarsi della propria capacità di pensare e per imparare a valutare le informazioni. Di seguito sono riportate alcune delle dichiarazioni della Watchtower che scoraggiano il sano mettere in discussione le informazioni ricevute dall’organizzazione.

La falsa propaganda religiosa, da qualsiasi fonte, deve essere evitata come veleno! In realtà, dal momento che il nostro Signore ha usato” lo schiavo fedele e discreto” per trasmetterci “parole di vita eterna”, perché mai dovremmo cercare altrove? – La Torre di Guardia 1 Novembre 1987 p.20

Evitate di mettere in dubbio i consigli forniti dalla visibile organizzazione di Dio – La Torre di Guardia 15 Gennaio 1983 p.22 “Evitate il pensiero indipendente”

“Credete tutte le cose”, tutte le cose che la Torre di Guardia esalta – Qualificati per essere Ministri (1955) p.156

Nell’organizzazione di Geova non è necessario spendere molto tempo ed energia nelle ricerche, perché ci sono fratelli nell’organizzazione che sono assegnati a questo lavoro… – La Torre di Guardia 1 giugno 1967 p.338

Lo Studio Torre di Guardia è un classico esempio della differenza tra educazione e indottrinamento. In una Lettera agli Anziani del 3 aprile 2007: “RE: Linee guida per i conduttori dello Studio Torre di Guardia” veniva dettata la seguente linea:

Questo non significa che egli dovrebbe introdurre materiale aggiuntivo delle proprie ricerche personali e pertanto integrare ciò che è stato pubblicato nella rivista. Una vasta ricerca è già stata fatta nella produzione dell’articolo di studio e i punti da enfatizzare sono quelli inclusi nei paragrafi in esame. Quando viene introdotto del materiale esterno, questo spesso toglie importanza a quello che “lo schiavo fedele e discreto” ha preparato per la congregazione (Matt. 24: 45-47). Può essere data l’impressione che le informazioni aggiuntive delle ricerche del conduttore siano di valore uguale o superiore.

Figli

I figli dei Testimoni di Geova crescono sentendosi diversi dai propri coetanei, specie a scuola, dato che viene impedito loro di impegnarsi in molte attività normali dell’infanzia come i compleanni, il Natale, la Pasqua e tutta una serie di festività pubbliche. L’impegno in uno sport “competitivo” viene scoraggiato, perchè porterebbe a stringere amicizia con persone “del mondo”.

La Watchtower Society offre poche attività per bambini. La Scuola Domenicale viene criticata e vista come se i genitori declinassero le proprie responsabilità di educare i propri figli.

Molti genitori pensano che la scuola domenicale sia una facile e popolare scorciatoia per l’educazione religiosa dei giovani, sollevandosi da tale responsabilità. – Svegliatevi! 1970 22 settembre p.19

Al contrario, il Cristianesimo tradizionale offre numerose attività per i bambini, dalla scuola domenicale ai club, dalle serate musicali ai viaggi in campeggio.

Ancora più terribile, come discusso in dettaglio nella sezione Pedofiliale politiche della Watchtower in merito alle gestione degli abusi sui bambini mettono la reputazione della Watchtower Society davanti al benessere dei bambini. Ciò ha portato ad una serie di accordi extra-giudiziali e cause in tribunale, con la Watchtower che ha dovuto sborsare decine di milioni di dollari per risarcire le vittime.

Senza dubbio la caratteristica più distruttiva di questa religione si riscontra nel realizzare che i genitori Testimoni di Geova hanno solo un “amore condizionato” per i propri stessi figli. I figli dei Testimoni sanno che i loro genitori li considereranno come parte “del mondo” o addirittura li cancelleranno completamente dalla loro vita se decideranno di non rimanere Testimoni di Geova.

… l’educazione come Testimone influisce ancora enormemente su di me, e questa è la vera difficoltà per molti di noi. Mi sono rassegnato al fatto che non apparterrò mai a nulla ormai, è troppo tardi per recuperare le cose perse nell’infanzia e queste dottrine religiose hanno ampiamente distrutto la mia famiglia. – Email da un lettore

Ai bambini cresciuti nelle religioni coercitive non è permesso sviluppare la loro vera identità. I bambini sono costretti a conformarsi a dei tipi psicologici accettati dalla comunità, come, ad esempio, mostrare l’estroversione necessaria per la predicazione. La rigorosa adesione alle regole e la punizione per le infrazioni ostacola lo sviluppo delle proprie frontiere personali. Lasciando il gruppo coercitivo da adulti, gli ex membri scoprono che tutti i propri parametri personali necessitano di una rivalutazione e, in questa fase, potrebbero sviluppare comportamenti auto-distruttivi.

Contributo alla società – Beneficenza

È normale che la religione aiuti la comunità attraverso opere di carità, scuole e università. Purtroppo la Watchtower interpreta che l’essere “separati dal mondo” debba significare che l’Organizzazione e i suoi membri dovrebbero fare poco per aiutare chiunque non sia un Testimone di Geova.

I riferimenti alle organizzazioni di beneficenza, nella Watchtower, sono sempre negativi. Tali organizzazioni vengono descritte come corrotte ed inefficaci. Le informazioni sulle organizzazioni di beneficenza sono generalmente limitate ai rapporti sull’uso improprio dei fondi e sulla creazione di “Cristiani per convenienza”.

Se c’è qualcosa di materiale da dare, ad esempio per le organizzazioni di beneficenza, è perché c’è bisogno di sollevare la coscienza di qualcuno o perché è in gioco la reputazione di qualche persona. – La Torre di guardia 1969 1 mag. P.280

La Watchtower giustifica la sua posizione sostenendo che la predicazione sia l’unica strategia con effetti a lungo termine.

Quando si tratta di fare offerte a istituti di beneficenza, comunque, bisogna valutare accortamente le numerose richieste che riceviamo. C’è un tipo di generosità che è ancora più importante della beneficenza. Gesù alluse a questo quando un giovane capo ricco gli chiese cosa doveva fare per ottenere la vita eterna. Gesù gli disse: “Va, vendi i tuoi averi e dalli ai poveri e avrai un tesoro in cielo, e vieni, sii mio seguace”. (Matteo 19:16-22) Si noti che Gesù non disse semplicemente: ‘Da’ ai poveri e otterrai la vita’. Aggiunse invece: “Vieni, sii mio seguace”. In altre parole, per quanto le opere di beneficenza siano utili e lodevoli, l’essere discepoli cristiani implica di più. Il principale interesse di Gesù fu quello di aiutare gli altri spiritualmente. – La Torre di Guardia 1 Giugno 2003 p.7

Gesù disse che ci sarebbero stati sempre i poveri e di non fare parte del mondo, ma nessuna di queste affermazioni indica che le persone povere non dovrebbero essere assistite. Questo andrebbe contro la parabola del Buon Samaritano, nella quale Gesù lodò una persona che fornì assistenza materiale ad una persona di un altro gruppo. Si trascura, inotre, il comando di Gesù in Matteo 19:19 di amare non solo il nostro fratello, ma il nostro prossimo come noi stessi. In entrambi i casi non viene mai detto di limitare l’amore solo a quelli di un’unica organizzazione, in realtà gli ebrei consideravano i Samaritani come apostati.

La Watchtower sostiene che è meglio spendere il tempo per predicare e fare proselitismo, in quanto ciò porta alla vita eterna, piuttosto che a un prolungamento temporaneo di questa vita. Questo è un ragionamento contro intuitivo, poiché le organizzazioni di beneficenza sono un modo efficace di predicare mentre, allo stesso tempo, alleviano la sofferenza nell’immediato. Ad esempio, l’Esercito della Salvezza e molti gruppi della Chiesa impegnano notevolmente del tempo per aiutare gli altri e, nel frattempo, sono state anche in grado di aiutare le persone spiritualmente. Altrettanto pratico è il Sydney Adventist Hospital, il più grande ospedale senza scopo di lucro dell’Australia. Un sito web intitolato www.guidestar.org elenca oltre 60.000 organizzazioni di beneficenza cristiane. Un articolo intitolato Religious Charities Do It Better, di Robert A. Sirico in Investor’s Business Daily del 2 febbraio 2001, dichiarava:

… l’amministrazione Bush sta sottolineando il ruolo fondamentale della beneficenza privata, inclusa quella fornita dalle istituzioni religiose. Ciò rappresenta un tentativo di allontanarsi dai fallimenti amministrativi, e approcciare iniziative umane intraprese da coloro che conoscono e amano davvero chi ha bisogno di aiuto.

I Testimoni di Geova non hanno alcun programma istituzionale per aiutare i malati, anche all’interno della propria organizzazione. I Testimoni di Geova malati e disagiati sono spesso costretti ad usufruire di strutture di beneficenza di altre religioni, poiché l’assistenza di cui hanno bisogno non è prevista dalla congregazione. I singoli Testimoni possono essere così impegnati con le adunanze e la predicazione che non hanno né tempo né risorse per aiutare coloro che hanno bisogno. Segue una email ricevuta da un Testimone di Geova attivo.

Mio figlio è epilettico ed ha più volte rischiato di morire. Ha appena 16 anni e ripetute crisi lo hanno lasciato intellettualmente handicappato. Per tutto questo tempo non ho avuto alcun aiuto dalla mia congregazione, infatti il ​​suo ossigeno è fornito da Anglicare, ormai da oltre 10 anni. Questa organizzazione ha anche provveduto un operatore sanitario per dare a mio figlio e noi tutto l’aiuto possibile, cose come un pass per disabili, in modo da poter parcheggiare in luoghi dove è più facile raggiungere l’auto in caso dovesse avere una crisi, farmaci che possiamo usare a casa piuttosto che ricoverarlo in ospedale. Tutto questo ha alleviato molto del nostro carico di genitori, me niente di tutto ciò è venuto dalla Watchtower Society.

Convinzione di non dover mai invecchiare o morire

Se sei un giovane, devi anche affrontare il fatto che non dovrai mai invecchiare in questo sistema. – Svegliatevi! 22 maggio 1969 p.15

Anche se sembra incomprensibile alla maggior parte delle persone, i Testimoni di Geova sono convinti che non invecchieranno o non moriranno. Si aspettano di vivere per sempre su questa terra. Mentre le vecchie generazioni di Testimoni di Geova sono già morte e sepolte, alle nuove generazioni viene inculcata la convinzione che non invecchieranno o non moriranno. Da bambino, non mi aspettavo di dover frequentare la scuola superiore, per non parlare del mondo del lavoro.

Fin dall’inizio la Watchtower ha predicato che i suoi membri non sarebbero dovuti invecchiare. Russell credeva che nel 1878, appena 2 anni dopo la formazione della Watchtower Society, doveva essere portato in cielo. Dal 1918 Rutherford ha promosso lo slogan “milioni ora viventi non morranno mai“, con la convinzione che la risurrezione terrena avrebbe avuto inizio nel 1925.

Ciò porta molti Testimoni fare pochi o nessun piano per i proprio futuro, per la vecchiaia o la pensione. Questo causa grandi turbolenze emotive in coloro che lasciano la Watchtower Society e arrivano a realizzare che la vecchiaia sarà una parte normale della loro vita.

Per 2000 anni i cristiani hanno sperato che la seconda venuta di Gesù sarebbe avvenuta durante la loro vita. Tuttavia, i gruppi religiosi sani non mettono in attesa la loro vita per una tale eventualità. Anche se attendono con gioia un simile evento, questo non impedisce loro di guardare al futuro e pianificarlo per una lunga e sana vita, se necessario.

Opinione delle “persone del mondo”

Se gli fosse stato permesso di avere contatti con gli stranieri avrebbe scoperto che sono creature simili a lui e che la maggior parte di ciò che gli era stato detto su di loro erano bugie. Il mondo sigillato in cui vive sarebbe crollato e la paura, l’odio e il senso di superiorità da cui dipende la sua morale si sarebbero dissolti – (1984, George Orwell p.204)

Per forzare i fedeli ad aderire strettamente alla Watchtower Society, tutti quelli che non sono Testimoni di Geova vengono etichettati come “persone del mondo“. Come è comune a tutti i gruppi ad alto controllo, ai fedeli viene detto di non associarsi con persone che non fanno parte del gruppo, di “non fare parte del mondo“. La visione della Watchtower delle “persone del mondo” è insidiosamente pervasiva. Nelle pubblicazioni della Watchtower e nelle adunanze la malvagità di qualsiasi aspetto “del mondo”, e delle persone che ne fanno parte, è presentata in modo talmente costante che diviene mentalmente invasiva al punto che, a mio parere, danneggia il senso della realtà di un seguace.

watchtower-2012-july-15-p13-absalom

L’espressione “persona del mondo” include chiunque non sia un Testimone, anche quelli che sembrano mostrare belle qualità cristiane.

Dobbiamo anche stare in guardia contro una prolungata associazione con le persone del mondo, forse è un vicino, un compagno di scuola, un collega di lavoro o un socio d’affari. Potremmo ragionare: “Rispetta i Testimoni, conduce una vita pura e parliamo occasionalmente della verità”. Tuttavia, l’esperienza mostra che, con il tempo, potremmo persino trovarci a preferire una tale compagnia del mondo a quella di un fratello o una sorella spirituale. Quali sono i pericoli di una tale amicizia? – La Torre di Guardia 15 Febbraio 1994 p.24

Questo è un tipico esempio di “linguaggio caricato”, in quanto il termine worldly-people“persona del mondo” non compare mai nella Bibbia. Giovanni 15:19 dice “Ora poiché non fate parte del mondo, ma io vi ho scelti dal mondo, per questo motivo il mondo vi odia“. Parlando di “mondo”, Giovanni si riferisce alla separazione dalle pratiche e dalle forme di adorazione empie, non da tutte le persone non associate alla Watchtower Society.

L’effetto di questa mentalità “NOI CONTRO LORO” è significativa, in quanto crea un isolamento fisico e mentale dalla popolazione in generale. Più passa il tempo più diventa difficile lasciare il gruppo. Si può sviluppare un timore irrealistico di essere “nel mondo”, dato che i membri temono di trovarsi in un luogo pericoloso e malvagio.

Lasciare la Watchtower Society, per me, ha significato grande gioia, quando ho realizzato quanto siano meravigliose la maggior parte delle persone. Mentre affrontavo il trauma di aver lasciato la Watchtower, le continue offerte di aiuto da parte di molte persone di ogni tipo di background mi hanno aiutato in quello che, altrimenti, sarebbe stato un periodo insopportabile. Ho scoperto che le persone in generale sono amorevoli e conosco costantemente persone che aiutano altri, in modi sia piccoli che grandi. Persone che lavorano per bassi salari a motivo del loro desiderio di aiutare i malati, altri che lavorano come missionari o che portano avanti piccole attività di beneficenza con pochi introiti personali.

Le seguenti citazioni mostrano la visione estremistica ed irragionevole che la Watchtower presenta costantemente di tutti i non Testimoni.

Qualche contatto con persone non credenti — a scuola, al lavoro o nel ministero — è inevitabile. Tutt’altra cosa, però, è socializzare e magari stringere amicizie intime. Ci capita di giustificarci dicendo che queste persone hanno molte ottime qualità? “Non siate sviati”, avverte la Bibbia. “Le cattive compagnie corrompono le utili abitudini” (1 Cor. 15:33). Esattamente come una quantità minima di un agente inquinante può compromettere la purezza di un bacino d’acqua, così l’amicizia con chi non pratica la santa devozione rischia di contaminare la nostra spiritualità e farci adottare modi di pensare, parlare, agire e vestire tipici del mondo. – La Torre di Guardia ed.Studio Febbraio 2013 p.24

Lo spirito di solidarietà che unisce coloro che collaborano nel servire Dio è molto più forte di quello che unisce le persone nel mondo che stanno insieme semplicemente per socializzare. – La Torre di Guardia 15 Settembre 2010 p.14

Mentre alcuni contatti con le persone del mondo sono inevitabili – al lavoro, a scuola e in altre occasioni – dobbiamo essere vigili per evitare di essere risucchiati nell’atmosfera di morte di questo mondo … Lasciate che il mondo vada per la sua strada, raccogliendo il suo cattivo frutto sotto forma di famiglie disgregate, nascite illegittime, malattie trasmesse sessualmente, come l’AIDS, e innumerevoli altre difficoltà emotive e fisiche. – La Torre di Guardia 15 settembre 1987 p.12

Solo una minoranza è rimasta libera dal controllo di questo invisibile governante e delle sue forze. Così il  “mondo”, cioè la massa dell’umanità alienata da Dio” è sotto il potere del malvagio”. Può sembrare difficile da credere. Tuttavia, la maggior parte delle persone di questo mondo non manifesta chiaramente l’atteggiamento e le opere dell’avversario di Dio? … La gente del mondo, per esempio, da onore e gloria a coloro la cui ambizione li conduce a grandi ricchezze, potere o fama – Vera Pace e Sicurezza – Come trovarla? Pp.122,126

Predicando il messaggio del Regno, anziché semplicemente dare soldi o cose materiali, raggiungono coloro che sono veramente “poveri nello spirito”, “consapevoli del proprio bisogno spirituale”, piuttosto che solo i poveri di questo mondo che non vogliono appartenere a Geova. Così i poveri poveri del mondo che non apprezzano e preferiscono appartenere a Satana, “il dio di questo sistema di cose”, vengono filtrati. – La Torre di guardia 1954 15 dicembre p.759

Vorrà stare attento a come cammina, così che non inizierà involontariamente a comportarsi come i giovani del mondo. – La Torre di guardia 1970 Mar 1 p.148

Se sei una di quelle rare persone che oggi vogliono servire il Creatore, che vuole dargli esclusiva devozione, che vuole fare un lavoro piacevole ai suoi occhi, che vuole ricevere la sua approvazione e il suo dono di vita, allora lascia che Geova, per mezzo del suo spirito, coltivi in ​​te la buona condizione di cuore che è un segno del suo popolo.  – La Torre di Guardia 1966 1 giugno p.341

Dobbiamo evitare i discorsi, i comportamenti e gli atteggiamenti così comuni tra le persone del mondo, ma che non sono in armonia con la Parola di Dio. Ad esempio, l’odio, l’avidità, la condotta vergognosa e il parlare osceno non hanno posto nella nostra vita. “Come Geova vi perdonò liberalmente, così fate anche voi”. (Colossesi 3:13) Non è il modo comune di trattare con gli altri nel mondo, ma è il modo giusto. – La Torre di Guardia 1984 1 ott 15, 19

[NDR Ho ricevuto il seguente messaggio, quando ho comunicato ad un giovane amico TdG la mia decisione di dissociarmi, che, tra le altre cose, diceva:

… però quando assaggerai il mondo esso prima ti userà e poi ti butterà… spero solo che non passi molto tempo… sappi sempre che amici veri non ne troverai fuori…

Ecco quanto è profondo l’indottrinamento, la paura “del mondo” e delle “persone del mondo”, che viene radicata nelle menti dei Testimoni di Geova. Anche il particolare uso dei termini e la costruzione farraginosa delle frasi rendono chiaro che questo non è il suo VERO pensiero, ma è ciò che gli è stato inculcato. Non stavo parlando in quel momento con il mio amico, ma con la personalità indotta dalla setta.]

La Watchtower è particolarmente dura nelle sue descrizioni dei membri delle altre religioni, compresi i Cristiani. Le denunce di Rutherford nei confronti delle altre religioni erano talmente forti che un giornale descriveva i primi Studenti Biblici come una religione di odio. La terminologia velenosa utilizzata è proseguita fino ad oggi.

Il fratello Rutherford pubblicò il libro “Nemici”, che denunciava la falsa religione come “un grande nemico, che causava continue ferite al genere umano”. I religiosi falsi furono identificati come “agenti del diavolo, indipendentemente dal fatto che ne siano a consapevoli o meno”. Quando presentò il libro al pubblico, il fratello Rutherford dichiarò: “Noterete che la sua copertina è abbronzata, e noi abbronzeremo la pelle della vecchia signora con questo”. A questa affermazione l’uditorio diede una forte ed entusiastica approvazione. – Testimoni di Geova – Proclamatori del Regno di Dio p.84

… il clero della cristianità è stato l’elemento più importante della progenie di Satana. – Rivelazione Il suo grandioso culmine è vicino! p.30

Tutte le sue centinaia di milioni di membri della chiesa, se continuano a sostenere la religione della cristianità, diventeranno come gli steli di erba bruciata, spiritualmente avvizzite agli occhi di Dio. – Rivelazione Il suo grandioso culmine è vicino! p.134

Nessuno che osserva i frutti della terza parte della terra occupata dalla cristianità può negare che sta tentando di oscurarla con lorde tenebre spirituali. E’ maggiormente colpevole, perché afferma di essere cristiana, per cui è giusto che il quarto angelo squilli la sua tromba con il fatto che la “luce” della cristianità è, in realtà, tenebre e le sue fonti di “luce” sono babiloniche, non cristiane. – Rivelazione Il suo grandioso culmine è vicino! p.140

In altri luoghi la letteratura del Regno continua a denunciare le dottrine e le pratiche babiloniche della Cristianità, causandole ferite in modo figurativo. – Rivelazione Il suo grandioso culmine è vicino! p.154

La seguente risoluzione è notevole nelle sue generalizzazioni.

Come Testimoni di Geova, prendiamo la seguente risoluzione:

  1. ABORRIAMO il biasimo che Babilonia il Grande, e in particolare la cristianità, ha recato sul nome del solo vero e vivente Dio, Geova. Da parte nostra, AFFERMIAMO con tutto il cuore le parole di Rivelazione 4:11: “Degno sei, Geova, Dio nostro, di ricevere la gloria, l’onore e la potenza”.
  2. ABORRIAMO l’adesione della Cristianità agli insegnamenti babilonici, in particolare quelli della trinità, dell’immortalità dell’anima umana, del tormento eterno nell’inferno, del purgatorio e del culto delle immagini, come la Madonna e la croce. In accordo con Rivelazione 22:18,19, CI CONFORMIAMO FERMAMENTE alla scritta Parola di Dio e a tutto ciò che contiene.
  3. ABORRIAMO le filosofie e le pratiche che offendono Dio, così comuni nella cristianità, come l’evoluzione, le trasfusioni di sangue, l’aborto, la menzogna, l’avidità e la disonestà. Nella nostra adorazione e nel nostro modo di vivere, noi ONOREREMO il nostro Creatore, Geova, l’Onnipotente, le cui vie sono descritte in Rivelazione 15:3 come “giuste e vere”.
  4. ABORRIAMO che la Cristianità non abbia a cuore i messaggi di Gesù alle sette congregazioni ai capitoli 2 e 3 di Rivelazione in campi quali il settarismo, l’idolatria, la fornicazione, l’influenza di Izebel, la tiepidezza e la mancanza di vigilanza. Da parte nostra, NOI ASCOLTEREMO E OBBEDIREMO a ciò che “lo spirito dice alle congregazioni”.
  5. ABORRIAMO l’immoralità e la permissività nella cristianità e tra il suo clero e accogliamo il deciso giudizio di Geova affermato in Rivelazione 21: 8 che coloro che continuano nella loro sordida fornicazione, menzogna e simili saranno completamente distrutti. Noi SOSTENIAMO CON TUTTO IL CUORE le norme della Bibbia sul sesso, sul matrimonio e la vita familiare.
  6. ABORRIAMO la secolare prostituzione spirituale del clero di Babilonia la Grande con i governanti del mondo per ottenere potere, ricchezza e l’oppressivo dominio sul popolo comune. SIAMO RISOLUTI ad aiutare i giusti di cuore a rispettare la chiamata dell’angelo in Rivelazione 18:4: “Uscite da essa, o popolo mio”.
  7. ABORRIAMO la massiccia colpa di sangue che deriva da oltre 100 milioni di vite sacrificate nella guerra solo in questo secolo, in gran parte attribuibile alla fornicazione della grande meretrice con il potere politico. GIOIAMO che il tempo stabilito da Dio per eseguire la punizione giudiziaria su Babilonia il Grande è vicino, come chiaramente affermato in Rivelazione 18:21-24. – La Torre di Guardia 1989 Aprile 15 pp.18-19

Distruzione di tutti i non Testimoni di Geova

I Testimoni di Geova anelano al tempo in cui saranno liberati dalle persone “del mondo”. Come precedentemente discusso in dettaglio, la Watchtower insegna che fra breve “miliardi di persone che non conoscono Geova moriranno durante la grande tribolazione“. (W93 10/1 p.19) Miliardi di cadaveri in decomposizione, “Uccelli e bestie si sazieranno dei corpi non sepolti del popolo di Gog“. (W88 15/9 p. 26) Questa sarebbe, virtualmente, la sorte di tutti i vicini, compagni di scuola e colleghi di lavoro dei Testimoni di Geova.

Nell’immagine seguente, i Testimoni di Geova vengono ritratti sorridenti mentre il mondo e i suoi miliardi di abitanti sono distrutti ad Armageddon.

 

happy-destruction.jpg

Ricordo che, quando ero adolescente, parlavo spesso, persino non vedevo l’ora, che venisse quel giorno, in modo da potermi appropriare di una bellissima casa sulla spiaggia e una Lamborghini Countach.

Non essere parte del mondo ha un effetto significativo sulle persone. Un psicologo ha affermato: “Quando i compagni di classe salutano la bandiera, festeggiano un compleanno, si scambiano messaggi per San Valentino o si iscrivono alle attività extrascolastiche, i bambini dei Testimoni di Geova affrontano un conflitto tra la propria inclinazione personale ed i rigidi divieti della loro setta. Alcuni obbediscono alla lettera, altri vivono delle doppie vite, ma tutti sperimentano un conflitto interiore cercando di conciliare queste cose“.

Descrivere le persone “del mondo” nel più vile dei termini forma un parere negativo e irrealistico di chiunque non sia un Testimone di Geova. Coloro che sono cresciuti come Testimoni di Geova non conoscono altro di meglio e spesso credono che tutte le persone “del mondo” siano cattive e non affidabili, coltivando il profondo terrore di lasciare la Watchtower Society. Anche quando non credevo più alla dottrina della Watchtower, avevo una paura tremenda di lasciare l’organizzazione, credendo che non avrei mai trovato veri amici o la felicità e probabilmente mi sarei suicidato. E’ avvenuto, invece, l’esatto opposto.

Anche altre religioni ad alto controllo usano tecnica di grande effetto. I Fratelli Esclusivi vietano ai loro figli di mangiare con altri bambini a scuola o di guardare la TV. Essere isolati dalla società mantiene i membri ineducati alla realtà, con una visione irrealistica delle “persone del mondo” e con la sensazione di avere una posizione speciale presso Dio, metodi chiave di un sistema di controllo.

Apostati

Nessuna categoria subisce riferimenti più degradanti dei cosiddetti “apostati”, coloro, cioè, che non credono più che la Watchtower Society rappresenti l’unica vera religione.

Diffondere deliberatamente insegnamenti contrari alla verità biblica insegnata dai testimoni di Geova… Se una persona si ostina a sostenere falsi insegnamenti o a diffonderli deliberatamente, questo può essere apostasia o condurre ad essa. – Pascete il gregge di Dio

Gli apostati vengono considerati e trattati peggio degli adulteri, dei pedofili e degli assassini. Non si deve parlare con gli apostati e i loro libri non devono essere letti. Devono essere “evitati” ed “odiati”, viene detto di non mangiare alla “tavola dei demoni” e che sono “riservati alla distruzione”, veramente parole forti. Talmente grande è la paura indotta che la Watchtower dichiara che tutti gli apostati fanno parte dell’anticristo, che è scorretto dato che molti “apostati” rimangono Cristiani. Considerate le seguenti affermazioni.

L’apostasia è, in realtà, ribellione contro Geova. – La Torre di guardia 1993 1 ottobre p.19

Satana è stata la prima creatura a diventare apostata, e gli apostati di oggi mostrano caratteristiche simili a quelle del diavolo: la loro mente può essere avvelenata da un atteggiamento critico nei confronti degli individui nelle congregazioni, degli anziani o del corpo direttivo. Alcuni apostati si oppongono all’uso del nome divino, Geova. Non sono interessati a conoscere Geova o a servirlo. Come il loro padre, Satana, l’obiettivo degli apostati sono le persone di integrità (Giovanni 8:44). Non sorprende che i servitori di Geova debbano evitare ogni contatto con loro! – Esaminiamo le Scritture ogni giorno 2011 18 ago p.83

Per diffondere informazioni false sui testimoni di Geova, certi apostati si avvalgono sempre più di varie forme di comunicazione di massa, fra cui Internet. – La Torre di Guardia 1 Maggio 2000 p.10

Certa letteratura apostata presenta menzogne ​​con “discorso blando” e “parole finte”. (Romani 16:17, 18, 2 Pietro 2: 3) Non è quello che vi aspettereste dalla tavola dei demoni? Coloro che hanno continuato a nutrirsi alla tavola spirituale di Satana, la tavola dei demoni, saranno costretti a partecipare a un pasto letterale, no, non come partecipanti, ma come portata principale, la loro distruzione! – La Torre di guardia 1994 1 lug

I veri cristiani condividono i sentimenti di Geova verso questi apostati: non sono curiosi delle idee apostate, ma “sentono una repulsione” nei confronti di coloro che si sono fatti nemici di Dio, ma lasciano a Geova la vendetta. – La Torre di guardia 1993 1 nov

L’obbligo di odiare l’illegalità si applica anche a tutte le attività degli apostati: il nostro atteggiamento nei confronti degli apostati dovrebbe essere quello di Davide, che disse:” “Non odio coloro che ti odiano profondamente?” – La Torre di Guardia 1992 Jul. 15 pp.12-13

Ma ricordate, in questo caso Geova è colui che ci dice nella sua Parola cosa fare. E cosa dice degli apostati? “Evitateli “(Romani 16:17, 18), “cessate di mischiarvi in compagnia con loro” (1 Corinti 5:11) e “non riceveteli in casa e non rivolgetegli un saluto” (2 Giovanni 9,10). La Torre di guardia 1986 15 marzo p.13

Questi (apostati) abbandonano volontariamente la congregazione cristiana diventando così parte dell’anticristo”. (1 Giovanni 2:18, 19) – La Torre di guardia 1985 15 luglio p.31

Con gli apostati che verranno distrutti, che fede si può avere nella vita in un paradiso? – Il Ministero del Regno settembre 1973 p.6

Felicità

La Watchtower cerca di dipingere il mondo come infelice, a differenza del “gruppo di persone più felice sulla terra”, cioè i Testimoni di Geova.

Sono in realtà il gruppo di persone più felice sulla terra. Ci sono abbondanti prove per dimostrare che questa descrizione si adatta ai Testimoni di Geova, collettivamente, meglio di qualsiasi altra organizzazione religiosa. – La Torre di guardia 1999 1 ottobre p.8

Affermare che i Testimoni di Geova sono il gruppo più felice della terra è una tecnica isolazionista. Questo sentimento viene spesso ripetuto senza mai presentare tali “prove abbondanti”. Gli studi dimostrano che la maggior parte delle persone si considera felice e che la propria personale opinione non è una prova del fatto che i Testimoni di Geova siano un gruppo più o meno felice di altre persone.

“Felice è il popolo il cui Dio è Geova”. (Salmo 144: 15) Queste parole descrivono i Testimoni di Geova come le persone più felici della terra. Aiutate altri a trovare la felicità: Il mondo è pieno di infelicità e la gente generalmente ha una visione pessimistica del futuro. Tuttavia, abbiamo una prospettiva luminosa, sapendo che un giorno tutta la tristezza sarà una cosa del passato. – Il Ministero del Regno 2002 p.1 La gente più felice della terra

Così, mentre i servitori di Dio non possono aspettarsi la felicità assoluta oggi, possono osservare che la felicità non è goduta da coloro che non servono Dio. – La Torre di Guardia 1994 1 ottobre pp.10-15

Non è quindi strano che tante persone nel mondo notino la felicità del popolo di Geova. Anzi, è un fattore che attira molte persone ad associarsi con noi. – La Torre di Guardia 1961 15 maggio p.297

Le statistiche confermano che oltre la metà della popolazione, in generale, si considera felice. Come considera la Watchtower gli studi che mostrano che le persone “del mondo” sono felici? Il seguente articolo utilizza alcuni strani ragionamenti.

Il trenta per cento delle persone che hanno risposto ha dichiarato di essere molto felice. Questo dimostra semplicemente che, forse, la maggior parte delle persone non riconosce il significato di ciò che sta accadendo o ha deliberatamente scelto di ignorarlo. – Svegliatevi! 1982 Apr 22 p.15 “Molta “Felicità” – Un segno di cosa?

Relazione con Dio

La spiritualità e il rapporto con Dio sono strettamente disciplinati dalla Watchtower Society, che si proprone come portavoce, intermediario e mediatore tra Dio e l’uomo. La Bibbia afferma chiaramente che solo Gesù ricopre questi ruoli. Ogniqualvolta la Watchtower parla di seguire l’Organizzazione, distoglie l’attenzione da chi, invece, dovrebbe essere seguito da uno che si dichiara Cristiano: Gesù. È interessante confrontare quello che dice la Bibbia con la dottrina della Watchtower.

Da chi ce ne andremo – L’organizzazione?

Pietro si chiese da chi ce ne potremmo andare riferendosi a Gesù. La Watchtower afferma che volesse dire, invece, dove andare.

Bibbia

Giovanni 6:68 Simon Pietro gli rispose: “Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna;

2 Corinti 1:21 Ma colui che garantisce che voi e noi apparteniamo a Cristo e che ci ha unti è Dio.

Watchtower

Dove potremmo andare se lasciassimo l’organizzazione di Dio? Non c’è altro posto! (Giovanni 6: 66-69) – La Torre di guardia 1975 1 settembre p.531

A chi ci siamo battezzati – L’organizzazione?

Quando un Testimone di Geova viene battezzato, il secondo voto del battesimo conferma il suo desiderio di essere identificato come parte di un’organizzazione. Questo è in conflitto con le linee guida bibliche sul battesimo; non viene mai fatta alcuna menzione di unirsi ad un’organizzazione costituita da intermediari terreni.

Bibbia

Matteo 28:19 Andate dunque e fate discepoli di persone di tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello spirito santo

Atti 2:38 Pietro [disse] loro: “Pentitevi, e ciascuno di voi si battezzi nel nome di Gesù Cristo

Watchtower

“[Battezzato] come un Testimone di Geova in associazione all’organizzazione diretta dallo spirito di Dio?” – La Torre di Guardia 1985 1 giugno p.30

Chi è il nostro mediatore – Lo Schiavo Fedele?

Gesù disse che solo lui è il mediatore tra l’umanità e Dio ed è solo tramite lui che una persona può avere un rapporto con Dio. La Watchtower applica questo solo ai leader. Tutti gli altri devono seguire i leader per ricevere questi stessi vantaggi.

Bibbia

1 Timoteo 2:5 Poiché c’è un solo Dio, e un solo mediatore fra Dio e gli uomini, l’uomo Cristo Gesù,

Watchtower

Quindi, nel rigoroso senso biblico, Gesù è un “mediatore” solo per i cristiani unti. – La Torre di Guardia 1979 1 aprile 31

Essi riconoscono che non sono israeliti spirituali nel nuovo patto mediato da Gesù Cristo, né parte della “razza eletta, il regal sacerdozio, la nazione santa”. Per mantenere la relazione con il “nostro Salvatore, Dio”, la “grande folla” deve rimanere unita al resto degli israeliti spirituali. – La Torre di Guardia 1979 Nov 15 p.27

… l’invito a venire all’organizzazione di Geova per la salvezza – La Torre di Guardia 1981 15 novembre p.21

Vita eterna – Per mezzo dei leader unti

La Bibbia mostra che è attraverso Geova e Gesù che otteniamo la vita eterna. I leader Unti, attraverso la loro dottrina del mediatore e il nuovo patto, affermano che la vita eterna viene attraverso loro. Si inseriscono tra Gesù e i loro seguaci come via per la salvezza.

Bibbia

Giovanni 14:6 Gesù gli disse: “Io sono la via e la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me

Giovanni 17:3 Questo significa vita eterna, che acquistino conoscenza di te, il solo vero Dio, e di colui che tu hai mandato, Gesù Cristo.

Watchtower

Per mezzo del nuovo patto Geova fa sì che, tramite pochi, molti possano ricevere benedizioni. Coloro che sono inclusi in questo patto sono pochi, solo 144.000, ma per mezzo di loro milioni di persone di tutte le nazioni riceveranno la vita eterna su una terra paradisiaca. Alcuni di coloro che sono inclusi nel nuovo patto stanno servendo Geova sulla terra. Solo loro hanno il diritto di mangiare il pane e bere il vino perché è con loro che Geova ha stipulato il nuovo patto, che è stato convalidato dal sangue di Gesù. – La Torre di Guardia 1 Marzo 2012 p.17

Per chi è la Bibbia – Per i leader!

Un’attenzione particolare è stata data alla costituzione del governo che governerà l’umanità per 1.000 anni e quasi tutte le lettere ispirate nelle Scritture greche cristiane sono rivolte principalmente a questo gruppo di eredi del Regno, “i santi”, “partecipi della chiamata celeste” – Uniti nell’adorazione p.111

Inoltre, è ai cristiani unti dallo spirito che regneranno in quel regno che la maggior parte delle Scritture greche cristiane è diretta, tra cui le promesse di vita eterna. – La Torre di guardia 1974 15 giugno p.376

Tutto questo dovrebbe far comprendere alle altre pecore perché le Scritture Greche Cristiane prestano tanta attenzione a Cristo, ai suoi fratelli unti e al ruolo chiave che hanno nell’adempimento dei propositi di Geova. Le altre pecore considerano pertanto un privilegio sostenere in ogni modo possibile l’unta classe dello schiavo mentre attendono “la rivelazione dei figli di Dio” ad Armaghedon e durante il Millennio. – La Torre di Guardia 1 Febbraio 2002 p.23

La Watchtower Society afferma che ci sono due gruppi, i 144.000 leader e le altre pecore. Come si è visto in precedenza, viene detto che la Bibbia è stata scritta principalmente per i leader, Gesù è mediatore solo per loro e solo loro ricevono lo Spirito Santo. Le altre pecore sono una classe secondaria che deve seguire tali leader per avere la vita eterna e verranno giudicati per come trattano questi unti.

In quella parabola mostrò chiaramente che la salvezza delle altre pecore è strettamente legata al loro comportamento nei confronti degli unti, che chiamò ‘miei fratelli’– La Torre di Guardia 1 Febbraio 2002 p.23

La Bibbia, invece, dice che Gesù è venuto a creare un solo gruppo, unito, come suo popolo, unendo gli Ebrei (piccolo gregge) ed i Gentili (altre pecore) sotto il Nuovo Patto, quando disse in Giovanni 10:16; “E ho altre pecore, che non sono di questo ovile; anche quelle devo condurre, ed esse ascolteranno la mia voce, e diverranno un solo gregge, un solo pastore“.

Conclusione

Quando una persona viene introdotta per la prima volta alla dottrina Watchtower, l’apparenza è di un’organizzazione amorevole e pacifica con una meravigliosa speranza per il futuro. Togliete lo strato superficiale e ciò che sta al di sotto è l’antitesi. Mentre viene presentata come religione d’amore, una componente fondamentale del messaggio è la distruzione di miliardi di persone non credenti “del mondo”. Ai membri viene costantemente ricordato il loro stato peccaminoso e l’obbligo di fare di più in quelle che sono richieste sottilmente velate di lavorare e di fornire risorse per far crescere l’organizzazione. È una religione di estremo controllo, comandato da un corpo direttivo che non può essere messo in discussione senza terribili conseguenze. Di queste cose raramente, se non mai, si diventa pienamente consapevoli prima del battesimo.

Ci sono gruppi che sono anche più manipolativi della Watchtower Society. Come molti Testimoni di Geova, sono cresciuto bene con la mia famiglia, dei simpatici amici e quella che ritengo essere stata una vita incantevole. Molti che si uniscono a questa religione provengono da ambienti disagiati e diventare un Testimoni di Geova è stato un miglioramento. Tuttavia, ci sono molte altre religioni che fanno ugualmente del bene ai propri fedeli senza gli effetti negativi del sistema coercitivo ed irrealistico della Watchtower.

I Testimoni di Geova crescono con la convinzione che non dovranno mai diplomarsi, o che non avranno mai una ruga o che non dovranno invecchiare, che non arriveranno a lavorare o alla pensione ed è devastante scoprire che era tutta una bugia. Per coloro che non hanno mai fissato i propri confini perché erano già stati impostati per loro da altri (dal portare una una barba a fumare una sigaretta o acquistare un biglietto della lotteria), lasciare questa religione da adulti è traumatico, non avendo alcuna idea di chi sei o come dovresti comportarti. Circa due terzi delle persone che vengono cresciute come Testimoni di Geova lasciano la religione. Dal momento che la maggioranza viene battezzata da adolescente, lasciare l’organizzazione generalmente significa essere disassociati e trascorrere il resto della propria vita con praticamente più alcun contatto con gli amici d’infanzia e la famiglia.

I gruppi coercitivi creano regole che vanno oltre le leggi del paese in cui risiedono e i principi della Bibbia. Paolo chiese in 1 Corinti 10:29

perché sarebbe la mia libertà giudicata dalla coscienza di un’altra persona?

Fonte: jwfacts

Traduzione a cura di: Roberto jwanalyze

**********   **********

L’associazione Quo Vadis a.p.s. di Modena

per vivere ha bisogno del tuo aiuto

110 (1)

110

GRAZIE !

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

https://www.facebook.com/quovadisaps

quovadis.aps@gmail.com

rocco.politi@gmail.com

telefono  392 1539014

2 thoughts on “Cosa c’è che non va nell’essere un Testimone di Geova. 25/3/2018

  1. Con poche parole dico che solo il nostro Signore Gesu’ Cristo piuo’ fare endrare nel loro cervello il modo giusto di vedere la giusta via: il corpo direttivo usa questa tattica d’insegnamento che i loro seguaci devono stare lontano di leggere o fare ricerche al difuori della loro letteratura. Dal mio punto di vista sono caduti nel baratro che non ne usciranno senza la mano del Creatore.

  2. Purtroppo non è facile uscire da questa potente organizzazione, ma il cristiano sincero che cerca l’approvazione di Dio presto o tardi si accorge di essere stato intrappolato e facendosi forza può allontanarsene. Non cadiamo però nell’errore di odiare i testimoni di Geova. Tra essi ci sono persone splendide che umilmente fanno grande professione di fede. Dobbiamo continuare ad amare queste persone come fratelli, perché il giudizio spetta solo a Dio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

bobb5 XI EXLu TT 1UY

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>