Protesta contro la Watchtower tra le notizie del programma W5 in Canada. 31/3/2018

BASE DOC

Diversi mesi fa, ho scritto un articolo con Joel Martz intitolato “A Gathering for Healing“. In quell’articolo, invitavamo tutti coloro che erano interessati a venire con noi a Warwick, New York, dove volevamo far luce su alcune delle pratiche più distruttive della Watchtower e permettere ad alcuni di condividere la loro storia. Abbiamo invitato il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova ad essere presente attraverso una lettera aperta. Tuttavia, anche se nessuno del Corpo Direttivo si è presentato, molti altri lo hanno fatto, incluso il giornalista investigativo Avery Haines, del programma televisivo canadese W5, e la sua troupe. Parker Brian – “The Fateful Slave” su YouTube – ha dato un grande contributo per attirare l’attenzione dei media. Joel Martz, Gilbert Gonzalez e numerose altre persone hanno contribuito notevolmente agli sforzi per organizzare questo evento.

Il 4 novembre 2017 ci siamo incontrati tutti a Warwick NY, anche se soggiornavamo in alcune città del New Jersey. Io sono arrivato la sera prima, che era un venerdì, e molti altri sono arrivati ​​molto prima di me. Molti di noi si conoscevano già grazie alla nostra attività su YouTube nel mettere in guardia le persone su ciò che la Watchtower insegna veramente. Incontrarsi per la prima volta faccia a faccia è stato come incontrare vecchi amici che conosci da molto tempo. La ragione di ciò è che tutti noi abbiamo condiviso un’esperienza traumatica simile nelle nostre vite, anche se alcuni di noi hanno vissuto un trauma molto più grande di altri.

Suppongo che questo faccia sorgere due domande. In primo luogo, qual è stata questa esperienza traumatica e, in secondo luogo, perché è stata traumatica? Entrambe sono domande valide e, in quanto tali, cercherò di rispondere meglio che posso. Il trauma che condividevamo è duplice: in primo luogo quello di essere statiTestimoni di Geova e, in secondo luogo, il trauma di aver lasciato i Testimoni di Geova.

picture123.png

Cosa c’è di così traumatico in questo? Voglio dire, i Testimoni di Geova sembrano persone gentili, educate e rispettabili. Come potrebbe essere un’esperienza traumatica trovarsi tra così brave persone?

La risposta a questa domanda è abbastanza complessa. I Testimoni di Geova vivono la loro vita seguendo piuttosto rigorosamente la dottrina della Watchtower. Dico “Dottrina della Watchtower” perché la Watchtower è considerata l’unica e suprema autorità dell’interpretazione biblica per i Testimoni di Geova. Non è loro permesso mettere in discussione la dottrina della Watchtower, pena l’espulsione dalla congregazione e il conseguente ostracismo da parte di tutti gli altri Testimoni di Geova, familiari inclusi.35043de32dbe74012ea3b125c015d878

Una parte fondamentale di questa dottrina, mai specificatamente ammessa, ma spesso non così sottintesa nella letteratura della Watchtower, ora JW.org, e nelle adunanze dei Testimoni di Geova, è che i Testimoni di Geova devono sembrare persone felici e oneste agli occhi di coloro che non sono Testimoni di Geova. Questa apparenza di felicità e onestà è, il più delle volte, solo … un’apparenza che maschera la realtà. Questa maschera è spesso così convincente che i Testimoni di Geova possono riuscire, in realtà, ad ingannare se stessi. Io stesso ho sperimentato tale auto-inganno, con successo, per oltre 30 anni, indossando una maschera di felicità mentre, in realtà, ero profondamente infelice.

Gli esseri umani sono influenzati da emozioni fortemente negative come la vergogna, la paura e il senso di colpa. Quando tali emozioni vengono vissute per lunghi periodi di tempo o in misura eccessiva possono causare notevoli danni emotivi e mentali. Proprio come un danno fisico, un danno mentale ed emotivo ha bisogno di guarire. Tuttavia, mentre puoi vedere una ferita fisica, non puoi vedere una ferita emotiva o mentale. Questo può far sì che tu non ti renda realmente conto di quanto sei stato ferito gravemente e, per molte persone, questo significa che non affronteranno mai il danno che è stato fatto loro.

La Watchtower motiva i propri fedeli attraverso la paura, il senso di colpa e la vergogna. La paura viene instillata attraverso l’insegnamento sull’Armageddon. La loro dottrina sull’Armageddon, in poche parole, è che l’amorevole Dio Geova presto sterminerà il 99,9% dei 7,6 miliardi di persone nel mondo in un cataclisma infuocato che si lascerà dietro un’indicibile distruzione e montagne di cadaveri. Se qualcuno viene distrutto in quest’olocausto, non ha alcuna speranza di tornare in vita.armageddon-watchtower-sep-15-2012

Per sopravvivere a questo evento, chiaramente descritto come l’evento più terribile di tutta la storia umana, si deve fondamentalmente essere un Testimone di Geova. Ma, per essere un Testimone di Geova, devi sottometterti all’autorità del Corpo Direttivo, che esercita il potere attraverso gli Anziani locali. Se infrangi una delle numerose regole potresti ritrovarti ad essere processato a porte chiuse da tre di quegli Anziani che interpreteranno contemporaneamente il ruolo di accusatori e giudici. Lo scopo di tale processo non è quello di determinare la colpevolezza o l’innocenza ma decidere la severità della tua punizione. Si pretende che tale processo sia, naturalmente, una disposizione amorevole.

In aggiunta a ciò, è obbligatorio che i Testimoni di Geova offrano “volontariamente” il loro tempo per bussare alle porte della gente per raccontare loro questa meravigliosa notizia del Regno. Ogni membro attivo è tenuto a fare rapporto ogni mese di quante ore impiega in questo lavoro, chiamato “Servizio di Campo”. Se un fedele non fa rapporto, agli Anziani locali viene richiesto di contattare tale persona (cioè… molestarla) per sapere se ha dedicato tempo a predicare quel mese. Tali rapporti vengono conservati, per ogni individuo, per almeno 5 anni.

Inoltre, la Filiale riceve un rapporto sull’attività totale di ogni congregazione nell’attività di predicazione. Le congregazioni che hanno una media di almeno 10 ore al mese per proclamatore, che riescono a piazzare certi quantitativi di letteratura al pubblico, effettuano un certo numero di visite ulteriori (cioè ritornare dalle persone che hanno preso della letteratura) e di studi biblici (uno studio della letteratura Watchtower completo di riferimenti scritturali spesso presi fuori dal contesto) è considerata una congregazione spiritualmente forte. Le congregazioni che scendono sotto gli standard minimi richiesti non rientrano in tale categoria è sono considerate spiritualmente deboli.

A livello locale, i fedeli che non trascorrono abbastanza ore a bussare alle porte sono considerati spiritualmente deboli. (Vedi questo post per maggiori informazioni.) La Watchtower impiega considerevoli sforzi per indurre la gente a fare di più, a passare più tempo a bussare alle porte, a dedicare più tempo a leggere la letteratura Watchtower, ad offrirsi volontariamente sempre di più per lavorare alle attività della Watchtower, ecc. Nessuna di queste attività andrà a vantaggio di persone realmente nel bisogno. Nessuna di queste attività si avvicina anche solo lontanamente a ciò che vedresti nel ministero di Gesù Cristo.

Questa è una rapida panoramica di cosa vuol dire essere un Testimone di Geova. Uno che è davvero indottrinato, come lo ero io, si sentirà spesso come se non sta facendo abbastanza. Questo perché la Watchtower usa sempre come esempio da imitare persone che, fondamentalmente, hanno rinunciato a tutto per dedicarsi alle attività della Watchtower a tempo pieno ed esalta tali individui come gli individui più spirituali e più felici. Tuttavia, nella mia esperienza, queste persone sono semplicemente più brave a sembrare felici della maggior parte delle persone e sono spesso, invece, le più infelici.

Ad ogni modo, come se la costante paura e il senso di colpa non fossero sufficienti, una volta che ti svegli dall’indottrinamento ti rendi conto non solo che sei stato ingannato e ti hanno mentito, ma si sono pure approfittati di te. Per tutto il tempo che sei stato un Testimone di Geova, sei stato indotto a mettere in secondo piano la tua vita per fare cose per la Watchtower. Realizzare questo è traumatico. Tale consapevolezza lascia molte persone davvero arrabbiate, spesso per molto tempo.

Per finire, aggiungendo al danno la beffa, tali individui si trovano di fronte al fatto che, se lasciano questa organizzazione per vivere la loro vita come meglio credono, tutti i loro amici e parenti li eviteranno e presumeranno che siano diventati il ​​peggior tipo di persone . Questo è, dopo tutto, l’insegnamento della Watchtower. La Watchtower insegna che l’unica ragione per lasciare l’organizzazione è perché vuoi essere una persona orribile e sei sotto l’influenza di Satana stesso.

Se suona come una relazione abusante è perché lo è. Ecco quindi spiegato il trauma. Venire a patti con tutto questo richiede molto lavoro e può facilmente richiedere anni. Così è stato per me.

Quindi, essere un Testimone di Geova può sicuramente, e certamente lo fa, danneggiare le persone. A me ha fatto male. Ma ci sono alcune persone che sono state ancora più devastate. C’è un problema all’interno dell’organizzazione Watchtower, per il quale gli abusi sui minori sono fondamentalmente insabbiati, e così è stato per anni. Ho servito come Anziano per quasi 10 anni. Abbiamo ricevuto lettere della Filiale che ci istruivano che la prima cosa che dovevamo fare quando sentivamo qualsiasi accusa di abuso sessuale su minori era chiamare il Dipartimento Legale della Filiale. Li lavorano degli avvocati Testimoni di Geova che ci avrebbero detto se sussisteva l’obbligo di denunciare o meno, o se dovevamo farlo, le accuse alle autorità. Quindi, anche se la Watchtower pubblica regolarmente dichiarazioni sul fatto che i Testimoni di Geova aborrono gli abusi sui minori, la loro pratica ben documentata è di tentare di proteggere la reputazione dell’organizzazione Watchtower invece delle vittime di abusi, come si evince dall’istruzione di chiamare un avvocato Watchtower prima di chiamare le autorità locali. Per le vittime di tali abusi, il trauma è considerevolmente più alto rispetto alla media dei Testimoni di Geova. Questo trauma specifico e l’assoluta mancanza di cuore della Watchtower verso queste vittime è il motivo per cui la troupe del W5 era lì per filmare l’evento. C’erano sopravvissuti a tali abusi che hanno coraggiosamente condiviso le loro storie.

picture234.png

In breve, impiego il mio tempo a fare luce sui meandri oscuri della Società Watchtower per proteggere gli altri dall’inevitabile danno che sperimenteranno da tali politiche. Non guadagno un centesimo nel farlo. Ottengo la ricompensa quando riesco ad aiutare le persone a reclamare la propria vita. Avevo un amico con cui ho parlato che ho potuto aiutare. Una delle più grandi soddisfazioni che ho mai ottenuto è stato vedere la sua famiglia diventare molto più felice e avvicinarsi di più come risultato della libertà che hanno ora. I loro figli saranno ora liberi di vivere la vita come meglio credono, senza coercizione nel seguire i dettami di una casa editrice con oltre 100 anni di false profezie.

Se vuoi vedere il programma, ecco un link, te lo raccomando:

 

Come conclusione di tutto questo, voglio che tutti capiscano che non sto asserendo che ogni Testimone di Geova sia una persona cattiva. In realtà tendono in media ad essere buoni, anche se ce ne sono di orribili, come dimostra il problema con l’insabbiamento degli abusi sui minori. Le mie rimostranze sono verso l’organizzazione Watchtower. Le sue politiche creano un’ambiente permeato da vergogna, sensi di colpa e terrore che intrappola le persone. Ci sono solo tre politiche che devono essere cambiate perché non sia più così. In primo luogo, la regola dei due testimoni per gli abusi sui minori deve essere eliminata e bisogna subito rivolgersi alle autorità. Secondo, la pratica dell’ostracismo deve finire. Terzo, anche la proibizione delle trasfusioni di sangue deve finire. In realtà, se si elimina la disassociazione per tale argomento, si eliminerà efficacemente la coercizione nel rifiutare le trasfusioni di sangue. Quando si verificheranno tali cambiamenti, non avrò più motivo di spendere tempo a mettere in guardia le persone sui pericoli che dovrà affrontare nel far parte di questo gruppo.

Fonte: jwvictims

Traduzione a cura di: jwanalize (Roberto)

**********   **********

L’associazione Quo Vadis a.p.s. di Modena

per vivere ha bisogno del tuo aiuto

110 (1)110

GRAZIE !

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

https://www.facebook.com/quovadisaps

quovadis.aps@gmail.com

rocco.politi@gmail.com

telefono  392 1539014

One thought on “Protesta contro la Watchtower tra le notizie del programma W5 in Canada. 31/3/2018

  1. LA REPUBBLICA:

    Cardinale Law, Melloni: “Il conservatore che umiliò la diocesi di Boston”
    “Entrato nella carriera episcopale come colui che si batteva contro la segregazione raziale, è diventato noto per aver coperto il più turpe dei crimini. Venuto a conoscenza degli stupri ai danni dei bambini delle diocesi della sua città, per anni ha nascosto i colpevoli, spostando i preti da una parrocchia ad un’altra. Convinto che a decidere su questioni del genere dovesse essere esclusivamente il vescovo, ha ingigantito il dolore delle vittime. Una polemica interna alla Chiesa che ignorava il dolore delle vittime rimaste per troppo tempo inascoltate”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

yHg5ZZNg5 2Cz2 i

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>