Gli ex Testimoni di Geova sono sempre arrabbiati? 8/11/2018

EX

BASE SCRITTA DOC

Ciao. Oggi vorrei parlarvi un po’ sulla rabbia, sul pregiudizio che, lasciando i Testimoni di Geova, diventerai un arrabbiato, odioso apostata vendicativo, pronto a fare del male ai suoi ex fratelli e incline a mentire ma, soprattutto, molto arrabbiato.

Ho già parlato della mia opinione sulla parola “apostata”. So che ci sono molti ex Testimoni a cui non piace essere chiamati “apostati”. Dicono “Beh, io non sono un apostata, quella parola non si applica a me” e posso capire perché lo dicono, perché c’è un enorme stigma che circonda la parola “apostata”.

Personalmente non ho problemi ad usare questa parola perché, secondo il dizionario, la definizione di apostata è semplicemente “qualcuno che ha lasciato la propria religione”. Quindi è accurato, secondo il dizionario, nel mio caso, dire che sono un apostata dei Testimoni di Geova. Io ho lasciato i Testimoni di Geova. Questa parola non dice nulla sul fatto che io sia una persona cattiva. Se ci sono elementi abusanti di quella religione o se è fuorviante o corrotta in qualsiasi modo, ecco che, lasciandola e diventando un apostata di quel gruppo, sto anzi facendo qualcosa di nobile, qualcosa di onorevole. Quindi, non c’è nessuna vergogna nell’essere un apostata.

A parte questo, volevo parlare sull’impatto emotivo nel lasciare i Testimoni di Geova. La Watchtower dà questo stereotipo, di nuovo, di persone arrabbiate, vendicative e sgradevoli e ciò che è interessante è che, almeno in parte, è vero che c’è rabbia tra gli ex Testimoni, ma oserei direi che è una rabbia giustificata. Posso anche andare oltre dicendo che, SI,  io sono arrabbiato!

Se guardi i miei video potrebbe non essere sempre visibile la mia ira, provo ad essere il più rilassato ed equilibrato possibile, provo a ridere, provo a iniettare un po’ di umorismo nei miei video, soprattutto a spese della Watchtower. Potreste pensare “stai ridendo, non sembri arrabbiato”, probabilmente stai guardando il video e pensando “No Lloyd, non sei arrabbiato per niente”, ma lo sono.

Provo molta rabbia dentro di me ed ecco qual è il punto: non è una brutta cosa. Non è sbagliato sentirsi arrabbiati quando sei stato vittima di un gruppo abusante, di un gruppo che mette i suoi interessi al di sopra dei tuoi, di un gruppo che ha danneggiato le tue relazioni familiari. Nel mio caso, mio padre non fa più parte della mia vita, mio ​​padre non è più nella vita di mia moglie e mia figlia. Aspettiamo un’altra bambina, come ho detto nel mio ultimo video, e non è sicuro se mio padre conoscerà mai la bambina che stiamo per mettere al mondo e, onestamente, questo provoca molta rabbia dentro di me se mi soffermo a pensarci.

Si, sicuramente ci sono emozioni molto forti che si agitano dentro di me. Onestamente, non sono così arrabbiato come lo ero quando lasciai il gruppo. Penso che, con il tempo, il colpo diventa meno intenso, sei in grado di distaccarti un po’ di più emotivamente da quello che è successo ma c’è sicuramente ancora un fuoco dentro di me, c’è sicuramente ancora un sentimento di aver subito un’ingiustizia, di star subendo qualcosa che non merito.

Perché devo essere punito in questo modo per aver preso un decisione coscienziosa, più che giustificabile. Perché devo essere punito per essere, ora, una persona più morale di quanto lo ero come Testimone di Geova, quando credevo che andasse bene in determinate circostanze non andare alle autorità per denunciare un abuso, quando credevo che andasse bene in alcune circostanze lasciare che mio figlio morisse piuttosto che ricevere una banale procedura medica. Non sono più interessato nel vedere miliardi di uomini, donne e bambini macellati per il crimine di non condividere le mie convinzioni. Così, sono una persona più morale ora, eppure vengo punito per avere quei punti di vista o non avere quelle opinioni e questo, semplicemente, non è giusto.

Tutto ciò è esasperante e fa arrabbiare pensare a queste cose ma, per quanto mi riguarda, la questione importante non è se sei arrabbiato o meno come ex Testimone di Geova, o come ex componente di un altro gruppo coercitivo, non si tratta del fatto se provi rabbia come conseguenza della tua esperienza in quel gruppo. La questione importante è quello che decidi di fare con questo sentimento. Per citare dalla letteratura di Star Wars, Yoda dice, ne “La Minaccia Fantasma”: “la paura conduce all’ira, l’ira all’odio, l’odio conduce alla sofferenza” e penso che sia vero, in molti casi.

Puoi lasciare che la tua rabbia vada fuori controllo e ti porti alla sofferenza. E’ anche vero che la rabbia è spesso prodotta dalla paura, dalla paura dell’ignoto. Nel mio caso, la rabbia non è stata prodotta dalla paura ma dall’ingiustizia subita. Penso che una rabbia simile potrebbe portare alla sofferenza, potrebbe portare a cercare di ferire i Testimoni di Geova, a cercare di vendicarmi di coloro che mi hanno fatto del male. Mi piace però pensare che sia possibile, per quelli di noi che sono ex testimoni, o ex membri di altre sette, prendere la nostra rabbia e trasformarla in qualcosa di positivo.

Quindi, in altre parole, prendi l’energia di quella rabbia e pensa “Come posso prendere questa energia, questo entusiasmo, questa motivazione e usarla per fare del bene” e ci sono tanti modi in cui puoi farlo, in particolare come ex testimone, ma più in generale se stai uscendo da altri gruppi. Puoi provare ad aiutare altri nel recupero, a stendere una mano ad altri che stanno scappando dal gruppo e puoi farlo dando loro il beneficio della tua esperienza, puoi mostrare quanto ti importa di loro.

Se vai su reddit quello che vedrai sono migliaia di ex Testimoni, regolarmente vedrai pubblicato un post da qualcuno che è letteralmente nel processo di “risveglio”. Forse è un adolescente che ha improvvisamente capito “Dio! Sono stato ingannato, i miei genitori mi hanno cresciuto in una setta! Cosa diavolo…! Cosa devo fare adesso!” e la cosa che è così rincuorante e rafforza davvero la tua speranza nell’umanità è che ogni volta che c’è uno di questi post su ex-JW subreddit ci sono sempre risposte da diversi ex-TdG che dicono parole confortanti, che danno consigli, che mettono un braccio attorno alle spalle dicendo “Va tutto bene, non sei da solo, siamo qui per trascorrere questo periodo con te e vogliamo darti i nostri consigli, per fare insieme questo viaggio, per fare in modo che questa transizione sia quanto più indolore possibile”. Queste sono tutte persone che sono passate attraverso l’inferno loro stesse.

In molti casi, sei stato davvero ferito dalla Watchtower, hai tutte le ragioni di questo mondo per sentirti arrabbiato. Quelle persone di subreddit, probabilmente, sono arrabbiate ma hanno preso la loro rabbia e l’hanno trasformata in qualcosa di bello. Stanno offrendo il loro tempo, le loro attenzioni, stanno ascoltando le persone che stanno scappando dal gruppo e penso che questo sia davvero una cosa bellissima. E’ un esempio perfetto di, mi ripeto, prendere la rabbia e trasformarla in qualcosa di bello e questo è quello che cerco di fare con il mio lavoro, provo a creare delle risorse, questo è solo uno dei modi di farlo.

Ti ho portato l’esempio di reddit perchè penso che chiunque possa farlo. Non tutti, per vari motivi, sono in grado di stare di fronte a una videocamera, anche se molti lo fanno ed è fantastico, ma non ci vuole molto a dare supporto a qualcuno su reddit, su Facebook, su Twitter o su qualunque social media tu abbia voglia di lasciare il tuo contributo. Qualsiasi cosa tu sia in grado di fare può davvero fare la differenza. Ci sono molte opportunità di mostrare semplicemente amore e gentilezza usando l’energia della tua rabbia e trasformandola in qualcosa di meraviglioso.

Quindi volevo solo condividere con voi questi, spero, pensieri incoraggianti e positivi. Sarò impegnato questo mese con diversi video e volevo lasciarvi con questi pensieri positivi, o almeno spero che li troverete positivi.

Spero che questo video vi sia piaciuto, non dimenticate di iscrivervi al canale per altri video e, come sempre, grazie per avermi seguito.

traduzione a cura di Robert jwanalize

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

donazione giallo

PP

rocco.politi@gmail.com

quovadis.aps@gmail.com

3921539014

oppure

377 0908021

One thought on “Gli ex Testimoni di Geova sono sempre arrabbiati? 8/11/2018

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13z1AjjyTy UihUL c

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>