UN CAPOLAVORO FALSO E INGANNEVOLE – LA SECONDA PRESENZA INVISIBILE DI CRISTO: 1874 O 1914?

603323_374714245985336_194342599_a

email: quovadis.aps@gmail.com

www.facebook.com/quovadisaps

www.quovadisaps.org

Telefono     392 1539014

 

UN CAPOLAVORO FALSO E INGANNEVOLE

 

LA SECONDA PRESENZA INVISIBILE DI CRISTO:

1874 O 1914?

 

 

1914 – La nascita del Regno di Dio

 1

 Foto tratta dall’opuscolo “Good news – 1932

 

“Se il messaggio diffuso dai testimoni di Geova è vero, allora è di massima importanza per l’umanità. Se è falso, allora è dovere dei sacerdoti ed altri che lo dichiarano inesatto, hanno il dovere di dire al popolo con coraggio e franchezza, in che cosa i fatti che noi proclamiamo è falso”.

(The Golden Age 18/01/1933 p. 252)

“Una religione che insegna menzogne non può essere vera”. (La Torre di Guardia 1/12/1991 p. 7).

Alcuni esempi di insegnamenti ingannevoli, relativi alla fatidica data del 1914, tratti dalla letteratura della Società Torre di Guardia:

“Poiché dunque le nazioni non comprendono e non accettano l’avvicinarsi della conclusione del giudizio? Per il fatto che non hanno prestato attenzione all’annuncio mondiale del ritorno di Cristo e della sua seconda presenza. Fin da molto tempo prima della prima guerra mondiale i testimoni di Geova hanno additato il 1914 come il tempo nel quale doveva realizzarsi questo grande avvenimento. E dal 1914 in poi le prove fisiche che stabiliscono questa verità sono state ripetutamente indicate nelle colonne de La Torre di Guardia”.

(La Torre di Guardia 1/12/1954 p. 713 § 4)

“La Torre di Guardia ha regolarmente presentato ai sinceri studiosi della profezia biblica le prove che la presenza di Gesù nel potere del Regno celeste ha avuto inizio nel 1914. Gli avvenimenti susseguitisi da quell’anno attestano l’invisibile presenza di Gesù”. (Grassetto mio)

(La Torre di Guardia 15/1/1993 p. 5)

Come può il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova fare simili affermazioni ben sapendo che per 15 anni dopo la fine della prima guerra mondiale ha dichiarato che “questo grande evento” si sarebbe dovuto verificare nel 1874?

Nel 1966 la Società afferma:

“Mentre ripensiamo agli anni passati, possiamo vedere chiaramente come l’organizzazione di Dio nei tempi moderni ha progredito in intendimento. Per esempio, essa apprese che la seconda presenza di Cristo doveva venire nello spirito, e non nella carne come credono molti cristiani professanti. Il suo dominio sarebbe stato dai cieli. Questa fu una nuova rivelazione di grande importanza per il popolo di Dio che aveva atteso ansiosamente la sua seconda presenza verso la fine del diciannovesimo secolo”.

(La Torre di Guardia 1/1/1966 p. 12 § 19 “La progressiva organizzazione di Geova”)

I seguaci di Russell non erano in “trepidante attesa per la sua seconda presenza verso la fine del 19° secolo, credevano e predicavano che era già avvenuta nel 1874.

“Il nostro Signore, il Re nominato, è ora presente dall’ottobre del 1874, A.D.”.

(“The battle of Armageddon” – 1897 vol. 4 p. 621)

Un chiaro e  inequivocabile riferimento al 1874 in connessione con l’inizio della parusia venne fatto sul libro Profezia:

“Le Scritture provano che la seconda presenza del Signore ebbe inizio nell’anno 1874 dell’era nostra”.

(Profezia – 1929 ed. italiana p. 74)

Nel 1930 J. Rutherford, secondo presidente della Società Torre di Guardia, senza dare alcuna spiegazione in merito al ritorno e “presenza” di Cristo, che supportasse il cambiamento della data dal 1874 al 1914, scrisse nella rivista The Golden Age:

“Se è vero che Gesù è presente dal 1914, allora si deve ammettere che nessuno lo ha visto con i suoi occhi. L’unico modo che può essere visto sia da questi segni o prove che Gesù ha dichiarato indicherebbe la sua presenza”.

(The Golden Age 30/04/1930 p. 503)

Nell’opuscolo “What is Truth?” [Che cosa è la Verità?] del 1932 la Società ha fissato l’inizio della presenza di Cristo, non nel 1874, ma nel 1914.

“La profezia della Bibbia da pieno appoggio in adempimento dei fatti fisici, dimostra che la seconda venuta di Cristo risale alla fine dell’anno 1914”.

(What is Truth? 1932 p. 48; vedi anche WT 1/12/1933 p. 362)

É solo a partire dal 1943 che costantemente si è affermato che il 1914 è l’inizio degli ultimi giorni e l’inizio della presenza e del dominio di Gesù  divenendo così la verità ufficiale dei Testimoni di Geova.

“Nell’anno 1943 la Società Torre di Guardia di Bibbie e Trattati stampò il libro “La verità vi farà liberi”. Nel suo capitolo XI, intitolato “Il calcolo del tempo”, esso eliminava l’inserzione di 100 anni nel periodo dei Giudici e si atteneva alla più antica e autentica lettura di Atti 13:20, accettando i numeri scritti per esteso delle Scritture Ebraiche. Questo spostò in avanti la fine dei seimila anni di esistenza dell’uomo al decennio degli anni settanta. Naturalmente ciò escluse l’anno 1874 E.V. come la data del ritorno del Signore Gesù Cristo e del principio della sua invisibile presenza o parusia. …  La presenza o parousia del Re ebbe inizio nel 1914”. E nel numero de La Torre di Guardia del 15 luglio 1949 (pagina 215, paragrafo 22 dell’ediz. inglese) viene fatta la dichiarazione: “. . . Messia, il Figlio dell’uomo, venne al potere del Regno nel 1914 E.V. e . . . questo costituisce la sua seconda venuta e il principio della sua seconda parousía o presenza”. Nell’anno 1950, fu stampata la Traduzione del Nuovo Mondo delle Scritture Greche Cristiane (ediz. inglese), con la più autentica lettura di Atti 13:20 e la versione di pa·rou·si′a ogni volta come “presenza”.

(Il millenario Regno di Dio si è avvicinato 1975 pp.210, 211; Vedi La Verità vi farà liberi 1946  p. 327)

Poiché dal 1879 e fino a tutti gli anni trenta si era insegnato che il “ritorno di Cristo e la sua seconda presenza” aveva avuto inizio nel 1874, dovrebbe essere ovvio che i Testimoni di Geova “molto tempo prima della Prima Guerra Mondiale” non avrebbero potuto additare il 1914 come il tempo in cui si sarebbe verificato quel grande evento.

“La sua venuta nel Regno nel 1914 indica il principio della sua seconda presenza o parousía. Questa parola greca significa presenza.  …  Dal 1914 il presente Cristo ha reso le prove della sua seconda presenza o parousía manifeste e comprensibili agli uomini in ogni luogo”.

(Questo significa vita eterna 1952 pp. 216, 217)

Nella Torre di Guardia (ed. inglese, mai tradotta in italiano) del 1 maggio 1988, a pagina 22, Matsue Ishii, un testimone di Geova, ricorda il suo primo incontro con gli Studenti Biblici avvenuto nel 1928:

“Sul retro della nostra casa a Tojo-cho, Osaka, c’era una casa con un cartello: “Osaka Filiale della International Bible Students Association”. Supponendo che sia un gruppo cristiano, ho visitato la casa. “Credi nel secondo avvento del Signore?” Ho chiesto al giovane che è venuto alla porta. “Il secondo avvento di Cristo, si è verificato nel 1914,” rispose. Con stupore, gli ho detto che era impossibile. “Dovresti leggere questo libro,” disse, porgendomi L’Arpa di Dio”. (§ 400)

[Nota: Da nessuna parte nell’Arpa di Dio (1921) viene riportato che il “secondo avvento” di Cristo sia avvenuto nel 1914: al contrario viene indicato il 1874 come data della “presenza” di Gesù e questa informazione viene  menzionata alle pagine 230, 231, 234, 235, 236, 237 241, 244, 271). Per questo motivo “il giovane”, citato nella WT del 1 maggio 1988,  non poteva sapere che il  “secondo avvento di Cristo” era avvenuto nel 1914, perché questo insegnamento a quel tempo non era stato ancora pubblicato! Questo si evince anche nelle successive edizioni dell’Arpa di Dio (1937 e 1940) che riportano il 1874 come data della “presenza” di Cristo.]

LA SOCIETÁ WATCHTOWER RISPONDE REGOLARMENTE E RIPETUTAMENTE IN MODO INGANNEVOLE

Consideriamo alcuni esempi:

“In quanto al tempo della seconda presenza di Cristo, è ancora la profezia di Daniele che ne dà la cronologia. (Dan. 4:16) Fu calcolato che indicava il 1914 d.C., e la Torre di Guardia richiamò l’attenzione sul significato del 1914 nell’anno 1879”.

(La Torre di Guardia 1/6/1953 p. 173)

“A proposito la cronologia biblica stabilisce anche il tempo della seconda presenza e dell’assunzione del potere reale di Cristo, che ebbero inizio nel 1914; questa data fu pubblicata ne La Torre di Guardia sin dal 1879, cioè 35 anni prima del 1914”.

(Il segno della presenza di Cristo, trattato 1953 p. 3)

“…  La storia conferma che i testimoni di Geova furono il solo gruppo cristiano desto circa il 1914…”.

(La Torre di Guardia 1/1/1961 p. 17)

“Mentre ripensiamo agli anni passati, possiamo vedere chiaramente come l’organizzazione di Dio nei tempi moderni ha progredito in intendimento. Per esempio, essa apprese che la seconda presenza di Cristo doveva venire nello spirito, e non nella carne come credono molti cristiani professanti. Il suo dominio sarebbe stato dai cieli. Questa fu una nuova rivelazione di grande importanza per il popolo di Dio che aveva atteso ansiosamente la sua seconda presenza verso la fine del diciannovesimo secolo”.

(La Torre di Guardia 1/1/1966 p. 12)

“Per oltre trent’anni prima di quella data e per mezzo secolo d’allora in poi, i testimoni di Geova hanno additato l’anno 1914 come tempo della fine dei “fissati tempi delle nazioni” e tempo in cui Cristo avrebbe cominciato il suo dominio del Regno”.

(La Torre di Guardia 1/9/1966 p. 519)

La Torre di Guardia ha regolarmente presentato ai sinceri studiosi della profezia biblica le prove che la presenza di Gesù nel potere del Regno celeste ha avuto inizio nel 1914. Gli avvenimenti susseguitisi da quell’anno attestano l’invisibile presenza di Gesù”.

(La Torre di Guardia 15/1/1993 p. 5)

“In modo analogo nel XIX secolo una provvidenziale profezia suscitò aspettativa in alcuni sinceri studiosi della Bibbia. Mettendo in relazione i “sette tempi” di Daniele 4:25 con “i tempi dei Gentili”, previdero che Cristo avrebbe ricevuto il potere del Regno nel 1914”.

(La Torre di Guardia 15/9/1998 p. 15)

 Ma la Società Torre di Guardia, non aveva detto:

“L’organizzazione non darà mai informazioni errate inconsapevolmente”.

(La Torre di Guardia 15/6/1963 p. 381)

“Bugiardo non è chi, per sbaglio, dice involontariamente una falsità. Bugiardo è chi dice consapevolmente una menzogna, con lo scopo di ingannare e sviare. Menzogne e verità non vanno d’accordo”.

(La Torre di Guardia 1/1/1972 p. 21)

“Il popolo seguiterà a lasciarsi bendare gli occhi ed ingannare da questi falsi profeti che si atteggiano a predicatori del Vangelo, o si lascerà guidare semplicemente dalla Parola di Dio?”

(Creazione 1927 p. 179).

Quando la data riguardo alla seconda presenza di Cristo nel 1874 è stata abbandonata e cambiata con quella del 1914, anche la dicitura sulla copertina della Torre di Guardia è stata modificata.

 2

La dicitura sulla rivista della Torre di Guardia includeva fino alla fine del 1938 le parole “Araldo della Presenza di Cristo”. Poi dal 1° gennaio 1939 è stata cambiata in “Araldo del Regno di Cristo”.

Dopo essere venuti a conoscenza di queste contraddizioni possiamo senza ombra di dubbio affermare che la Società Torre di Guardia pubblica falsità e non ‘cibo spirituale’ che proviene da Dio” come essa afferma.

 3Povera gente morta nella pia illusione di un “Nuovo Mondo”!