SCHIAFFONE DATO IN NOME DI DIO E’ UN ATTO SPIRITUAL – RELIGIOSO

Q - QUO VADIS FB2

email: quovadis.aps@gmail.com

www.facebook.com/quovadisaps

www.quovadisaps.org

Telefono     392 1539014

imagesLo Schiaffone?

Legittimo

se dato

in nome di Dio

 La legge non ammette ignoranza, ma un esame di coscienza sarebbe utile. Come si fa a orientarsi tra 694 scadenze fiscali e 200.000 norme (contro le 7.000 francesi e le 3.000 inglesi)? Alcune sono ridicole, 

come il divieto di morire a Falciano, con buona pace dei centenari; o la sentenza che assolve chi lapida l’inquilino moroso o, ancora, un giudice che ha assolto un genitore che ha educato i propri figli a suon di schiaffoni giustificando i manrovesci come atti di natura spiritual-religiosa, essendo l’imputato testimone di Geova. Quanto a esiti assurdi siamo comunque in buona compagnia: in California, per esempio, è vietato fare sesso con i porcospini, mentre in Thailandia è obbligatorio indossare le mutande (e verrebbe da chiedersi se i controlli sono a campione o a tappeto). Fra ironia e sberleffo, con retrogusto molto amaro, l’avvocato Marco Martinez racconta a Stefano Gallarini i paradossi di un Diritto che talvolta va alla rovescia e ci spiega che, se gli italiani a volte non rispettano le leggi, qualche ragione ce l’hanno. (Quando il Diritto va a Rovescio. Riflessioni semiserie sull’involontaria comicità della legge. Sperling & Kupfer).

http://www.radio24.ilsole24ore.com/notizie/riposo-guerriero/2013-07-08/schiaffone-legittimo-…

Riflessione di Rocco Politi:

Ricordo quante botte distribuite gratuitamente in nome di Geova.

Non intendo rimproveri, ma ceffoni e sberle da un padre forte e robusto a una bambina di solo alcuni anni, al punto da lasciare l’impronta sul volto.

Ogni volta il viso della bambina quasi si rivoltava come prendere un colpo di frusta.

Ma non perchè piangeva o disturbava, ma solo perchè secondo il padre non prestava la dovuta attenzione quasi volendola immobile.

Ho ancora nelle orecchie le urla della bimba, e impresso nella mente lo sguardo di occhioni pieni di lacrime che chiedevano aiuto, qualcuno che la soccorresse, che fermasse quella furia.

Nessuno interveniva perchè essendo condizionati la pensavamo tutti nello stesso modo.

Ecco le scritture che ci inculcavano regolarmente adunanza dopo adunanza studio dopo studio, che servivano a mettere a tacere la coscienza di tutti noi che assistevamo a cosi tanta sofferenza.

chi trattiene la sua verga odia suo figlio, ma chi lo ama è colui che in effetti lo cerca con la disciplina”. (proverbi 13:24)

Non trattenere la disciplina dal semplice ragazzo. Nel caso che tu lo batta con la verga, non morirà”. (proverbi 23:13)

La stoltezza è legata al cuore del ragazzo; la verga della disciplina è ciò che l’allontanerà da lui. (proverbi 22:15)

Anche se non sempre abbiamo bisogno del medico, nessun essere umano imperfetto può fare a meno della disciplina, o correzione, anche se in certi casi può essere dolorosa. (Geremia 10:23) Sottolineando il bisogno di disciplinare i figli, la Bibbia dice: “La stoltezza è legata al cuore del ragazzo; la verga della disciplina è ciò che l’allontanerà da lui”. — Proverbi 22:15. w02 1/3 Commenti come questi confondevano e condizionavano quello che doveva essere il giusto equilibrio.

Non voglio dare l’impressione di voler inventare casi irreali, ma potrei citarne veramente tantissimi, come quel genitore che pizzicava il figlio di pochi mesi perchè piangeva alle adunanze al punto da lasciare i lividi sul povero bimbo.

I giudici non sanno cosa accadeva in tutte le adunanze, non era un solo sporadico atto di spiritual – religiosa, ma di un vero e proprio comportamento persecutorio di tanti poveri innocenti.

So per certo che molti di questi GRAZIE A DIO non sono mai diventati testimoni di Geova.