ALTRA “BUGIA” DELLO SCHIAVO FEDELE

Q-QUO-VADIS-FB2

quovadis.aps@gmail.com

www.facebook.com/quovadisaps

www.quovadisaps.org

Telefono   392 1539014

falso2

ALTRA

“BUGIA”

DELLO SCHIAVO FEDELE

 IL SEGNO DELLA PRESENZA DI CRISTO

“A proposito la cronologia biblica stabilisce anche il tempo della seconda presenza e dell’assunzione del potere reale  di Cristo, che ebbero inizio nel 1914; questa data fu pubblicata ne La Torre di Guardia sin dal 1879, cioè 35 anni prima del 1914”.

(Il segno della presenza di Cristo, Trattato Nr. 9 – 1953, p. 3)

NO. Questa è una bugia. Lo schiavo fedele ha insegnato prima e anche dopo il 1914 che la seconda presenza di Cristo era iniziata nel 1874 e che aveva assunto il diritto a governare nel 1878.

“In armonia con la fede io credo anche che Cristo venne nella sua veste di sposo nel 1874”.

(WT 1/10/1879 pp. 3, 4 delle ristampe)

“Ma ora siamo alla fine di questa età del Vangelo, e il Regno viene stabilito o insediato. Il nostro Signore, il Re nominato, è ora presente dall’ottobre del 1874, A.D., stando alla testimonianza dei profeti, per coloro che hanno orecchie per udirlo: e il formale insediamento del suo ufficio regale data dall’aprile 1878, A.D. (The Battle of Armageddon – 1897 p. 621)

È solo nel 1943 che il 1874 non viene più considerato come la data del ritorno del Signore.

“Nell’anno 1943 la Società Torre di Guardia di Bibbie e Trattati stampò il libro “La verità vi farà liberi”. Nel suo capitolo XI, intitolato “Il calcolo del tempo”, esso eliminava l’inserzione di 100 anni nel periodo dei Giudici e si atteneva alla più antica e autentica lettura di Atti 13:20, accettando i numeri scritti per esteso delle Scritture Ebraiche. Questo spostò in avanti la fine dei seimila anni di esistenza dell’uomo al decennio degli anni settanta. Naturalmente ciò escluse l’anno 1874 E.V. come la data del ritorno del Signore Gesù Cristo e del principio della sua invisibile presenza o parusia”. (Il Millenario regno di Dio si è avvicinato – 1975, p. 210).

“Secondo una cronologia non accurata che era stata preparata in base alla Versione Autorizzata della Bibbia del re Giacomo, Russell calcolò che la “presenza” di Cristo era cominciata nell’anno 1874 E.V., invisibile agli occhi umani e vista solo con gli occhi della fede. Ecco perché, quando cominciò a stampare una nuova rivista religiosa in difesa del sacrificio di riscatto di Gesù Cristo, Russell la intitolò “Zion’s Watch Tower and Herald of Christ’s Presence” (“Torre di Guardia di Sion e Araldo della presenza di Cristo”). Comunque, dalla fine dei “fissati tempi delle nazioni [gentili]” gli avvenimenti hanno adempiuto sulla terra la profezia biblica, mostrando che la promessa “presenza” o parusia di Cristo nel potere del Regno ebbe inizio verso il 4/5 ottobre 1914 E.V. Solo da allora è stato corretto parlare dell’invisibile, regale “presenza” di Cristo come di un fatto in via di adempimento”.

Vicina la salvezza dell’uomo dall’afflizione mondiale! – 1978, pp. 288, 289).

Allora non è vero quello che lo schiavo fedele ha detto nel trattato “Il segno della presenza di Cristo” del 1953 p. 3).

Anche in questa occasione, lo schiavo fedele non è stato sincero, ha detto un’altra falsità!

E poi, lo schiavo fedele pontificia:

“Tutti i veri servitori di Geova Dio e i sinceri seguaci di Gesù Cristo dovrebbero perciò prestare molta attenzione a non attestare mai il falso. Sì, diano sempre ascolto al consiglio di ‘dire la verità’”. (Svegliatevi! 8/6/1971, p. 30)

“Bugiardo non è chi, per sbaglio, dice involontariamente una falsità. Bugiardo è chi dice consapevolmente una menzogna, con lo scopo di ingannare e sviare. Menzogne e verità non vanno d’accordo”. (La Torre di Guardia, 1/1/1972, p. 21)

1 2