LO STRANO RITUALE DELLA TORRE DI GUARDIA 23/3/2015

3796021_business_giovane_uomo_in_ginocchio_a_pre

LO STRANO RITUALE

DELLA TORRE DI GUARDIA 

QUANDO ARRIVA UN NUOVO NUMERO DELL’AMATA “TORRE DI GUARDIA”,

PRIMA DI LEGGERLA INGINOCCHIARSI E PREGARE.

Il titolo sintetizza l’abitudine di una persona raccontata ad un elemento di spicco della società e sembra un invito a fare altrettanto, da prendere come modello. Sicuramente c’è chi ne ha seguito l’esempio.

JPG


The WATCHTOWER 15 settembre 1964 pagina 574 (mai tradotta in italiano)

ESPERIENZA RACCONTATA A HUGO RIEMER, ALTO DIRIGENTE DELLA SOCIETÀ

TORRE DI GUARDIA, DA UN ALTRO TESTIMONE CHE GLI DISSE:

Prima della colazione il fratello è andato giù a prendere la posta, e quando abbiamo fatto colazione ha detto: “Fratello Riemer, ho ricevuto questa mattina un nuovo numero della Torre di Guardia, e sai qual è la prima cosa che facciamo io e la mamma quando ci arriva ogni rivista? Ci inginocchiamo prima di togliere l’involucro e chiediamo a Geova di renderci degni di vedere qual è il messaggio che ha per noi. Ora, prima che togliamo l’involucro, vuoi metterti in ginocchio anche tu e pregare con noi?”.

In conclusione:


Arriva una rivista con ancora un involucro
ci si accinge ad aprirla (la rivista è dunque davanti ai soggetti)
questi si inginocchiano (sempre davanti alla rivista)
pregano
la aprono
la leggono

procedura ripetuta OGNI VOLTA

Ciò che sconcerta comunque è l’atteggiamento di “riverente rispetto” che si mostra verso delle informazioni scritte che sono comunque di origine umana.

Quì non si parla di superstizione ma di venerare la rivista Torre di Guardia come se l’autore fosse Dio, infatti in una vecchia rivista diceva appunto proprio questo.

La rivista « Torre di Guardia » non ha eguali sulla terra, perché è dovuta al grande Autore della Bibbia.…”

(La Torre di Guardia 1577/1949, p. 2)

Per mezzo de La Torre di Guardia il Signore provvede «vitto a suo tempo» ai suoi domestici”.

(Informatore 11/1951 p. 2)

Dichiarazione giurata rilasciata da Fred Franz durante il suo interrogatorio:

Domanda del Giudice: Capisco che lei dica che nel 1931, la Torre di Guardia ha interrotto di nominare il comitato di redazione, e che poi Geova Dio è diventato l’editore, è corretto?

Risposta di Fred Franz: Geova è l’editore ed è stato indicato così citando Isaia 54:13.

Domanda del Giudice: Ad ogni modo, Geova Dio è adesso il suo editore?

Risposta di Fred Franz: Egli, oggi, è l’editore della rivista.

(Causa di Olin R. Moyle – 1943, pp. 865, 866)

Quanto al poveretto che s’inginocchiava prima di leggere la Torre di Guardia, non è molto diverso da chi dice una preghiera di ringraziamento prima di un pasto, solo che fa pena perché quel “cibo spirituale” che riceveva era adulterato e malsano.

Fonte: BRUNO SANTINI

Q-QUO-VADIS-FB21

Sostenete la pagina di QUO Vadis a.p.s.

cliccate mi piace su

>> https://www.facebook.com/quovadisaps <<

<<<<<   >>>>>

 quovadis.aps@gmail.com

telefono  392 1539014

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla e che si specifichi la fonte.