Testimoni di Geova – …milioni di bambini vivranno….per sempre…e non morranno mai se conosceranno la verità. ilnonnosa

DAL LIBRO DEI CANTICI:

“INNI DEL REGNO”

anno 1925, pag. 3

Esistono milioni di bambini sulla terra

che vivranno per sempre

e non morranno mai,

se conosceranno la Verità”.

aaaaaaa

PREFAZIONE

Per molti secoli i genitori hanno insegnato ai loro bambini che Dio aveva preparato un grande lago di fuoco in cui tormentare i peccatori in eterno. Ovviamente questi pensieri spaventavano i bambini, che hanno spesso sentito il nome di Dio con terrore, paura e tremore.

A scuola di Catechismo, il nome di Dio è stato largamente ignorato tranne che per dire loro quale terribile posto Egli aveva preparato per punire i malvagi. Tuttavia il nome di Gesù è stato magnificato, e ai piccolini è stato detto della Sua bontà e che Lui li potrebbe salvare. Come prova di quale sia stato l’ effetto di questo errato insegnamento sulla mente dei bambini riportiamo l’esempio seguente. Un piccolo bambino, dopo alcuni momenti di meditazione silenziosa, si rivolse ai suoi genitori così: “ Mamma, so cosa farò appena arriverò in cielo; correrò a nascondermi dietro Gesù così Dio non potrà prendermi.”

Ora, vivendo nella luce della presente verità, quei genitori che conoscono il piano di Dio, lo devono ai loro figli e ai figli dei loro vicini insegnare loro la verità concernente Dio e il Suo diletto Figlio Gesù Cristo. Al momento esistono milioni di bambini sulla terra che vivranno per sempre e non morranno mai, se conosceranno la verità. Gesù disse, “Questa è la vita eterna, che conoscano te, l’ unico vero Dio, e Gesù Cristo che tu hai mandato.”

Finora non c’è mai stata questa opportunità di insegnare ai bambini che Dio è il grande autore di tutto ciò che è buono; che in Lui si bilanciano ugualmente saggezza, giustizia, amore, e potere e che tutto ciò che fa per l’ uomo è per il suo bene; che è stato Dio che diede il Suo amato Figlio Gesù perché morisse come sacrificio affinché l’ uomo avesse un’ opportunità di vita. Insegna ai bambini la verità riguardo a Geova e loro Lo ameranno e lo serviranno. Magnificheranno il Suo nome e magnificheranno il nome di Gesù il grande Redentore. Così i bambini vorranno cantare le lodi di Dio e del Signore Gesù.

Quando ho letto questa prefazione tratta dal libretto dei cantici del 1925 e stampato nel 1925, mi sono chiesto: come ha potuto la Società affermare che “Al momento esistono milioni di bambini sulla terra che vivranno per sempre e non morranno mai” quando aveva previsto per il 1925 la venuta di Armaghedon?

1925: IL FIASCO DI RUTHERFORD

 Questo culmine sarà raggiunto nel 1925, che contrassegnerà l’inizio dell’adempimento della promessa benedizione attesa da lungo tempo… Perciò possiamo fiduciosamente dire  in questo tempo che MILIONI ORA VIVENTI NON MORRANNO MAI”.

(The Golden Age 4/1/1922 p. 217)

 Questa cronologia non è dall’uomo, ma di Dio… di origine divina… assolutamente e inqualificabilmente corretta”.

(WT 15/7/1922 p. 217)

Nel 1914 finì il tempo dei Gentili… la data del 1925 è anche indicata chiaramente nelle Scritture… da allora la grande crisi sarà raggiunta e probabilmente passata…”.

(WT 1/9/1922 p. 262)

L’anno 1925 è una data definitiva e chiaramente segnata nelle Scritture, anche più chiara di quella del 1914”.

(WT 15/7/1924 p. 211)

L’attenzione dei lettori, come abbiamo visto, venne focalizzata sul 1925 perché in quell’anno doveva avvenire la preannunciata fine del mondo; ma la fine del mondo non avvenne.

 Ancora oggi il trucco dell’imminente fine, riesumato con modalità diverse, viene  astutamente riproposto agli ignari Testimoni di Geova che, nonostante le catastrofiche previsioni fatte dalla Società, morranno a tempo debito come spetta ad ogni mortale.

Inoltre come potevano esserci “milioni di bambini sulla terra… che non morranno mai se conosceranno la verità” quando all’epoca i Testimoni di Geova, che parteciparono alla commemorazione prendendo gli emblemi erano circa 90.000? (La Torre di Guardia 1/7/1962 p. 401).

 Altra affermazione interessante contenuta in questa prefazione è: “… questi pensieri spaventavano i bambini, che hanno spesso sentito il nome di Dio con terrore, paura e tremore”; che dire delle dichiarazioni e delle immagini contenute nelle pubblicazioni dei Testimoni di Geova che qui sotto riporto?

 

 IMMAGINI APOCALITTICHE

 Dal “Ministero del Regno” di marzo 1987, p. 7 leggiamo:

“Richiamate l’attenzione sulle fotografie e sulle illustrazioni che servono a imprimere nella mente dello studente i concetti spiegati nel testo. Molte fotografie descrivono l’intenzionalità dell’organizzazione di Geova e l’unità che esiste in mezzo al popolo di Dio, senza distinzione di razza, condizione sociale o nazionalità. Solo un’organizzazione del genere può veramente adempiere  l’incarico dato da Gesù di predicare la buona notizia in tutto il mondo. – Matt. 24:14

libro dei cantici - 1925

da il nonnosa