Rocco Politi sfida un (forse) ex testimone di Geova a un dibattito pubblico.

Rocco Politi

sfida un (forse)

ex testimone di Geova

a un dibattito pubblico.

Ecco l’accusa del presunto ex testimone di Geova:

Salve a tutti mi chiamo Antonio….sono un ex Testimone di Geova da 12 anni…e per 20 lo sono stato…premetto che metà della mia famiglia sono ad oggi Testimoni di Geova…mi ritrovo quà a scrivere queste righe per SMENTIRE CATEGORICAMENTE quello che scrivono i fuoriusciti dai Testimoni di Geova…non è vero io convivo con la mia famiglia senza nessun problema non mi hanno mai fatto pesare di essere un ex…non penso di aver ricevuto mai il lavaggio al cervello come dice il Sig. Rocco Politi e consorte….addirittura scrive che ha avuto bisogno 12 anni per disintossicarsi il cervello….cari amici ex perchè buttare tenta MERDA addosso e così tanto accanimento verso un’organizzazione di cui non si vuol più fare parte…dai non prendiamoci in giro….incoraggio tutti di sentire l’altra campana sempre….aggiungo che non ho mai ricevuto minacce o critiche dai miei ex fratelli…aggiungo anche che quando andavo a predicare il mio obbiettivo era quello di scambiare opinioni bibliche, poi era l’interlecutore a decidere di cambiare confesione religiosa…QUINDI TUTTO QUELLO CHE SI DICE SUL CONTO DEI T.D.G. SONO TUTTE CALUNNIE…E FANGO CHE GLI VIENE TIRATO ADDOSSO….dai amici smettiamola di prenderci in giro se siamo usciti perchè parlare male di loro…in fondo lo sappiamo diciamo solo cavolate nei loro confronti….Caro Rocco Politi da anziano qualificato chissà quanti tuoi ex conservi ai aiutato amorevolmente…e adesso gli lanci la MERDA….BRAVO DAVVERO….

Distinti saluti Antonio (Milano)

Risposta di Rocco Politi

Antonio chi ? Dove abita? Quanti anni ha? Che faccia ha? Che motivi ha un ex Testimone di Geova da 12 anni…e per 20 lo è stato…con metà della sua famiglia ancora oggi Testimoni di Geova.. ergersi a paladino e scrivere per SMENTIRE CATEGORICAMENTE quello che scrivono i fuoriusciti dai Testimoni di Geova? Asserisce che lei convive con la sua famiglia senza nessun problema, nessuno le ha mai fatto pesare di essere un ex. Poi mette i suoi pensieri come fatto assoluto scrivendo: non penso di aver ricevuto mai il lavaggio al cervello come dice il Sig. Rocco Politi e consorte. Poi scrive una frase che la contraddistingue per quello che è….o un dio….o un menzognero, scrivendo che ho avuto bisogno 12 anni per disintossicarmi il cervello. Ma lei ha le travegole! Lo contraddistingue anche il linguaggio che usa, puzzolente…diciamo. Lei si prende in giro da solo, e le darò le prove. Poi sempre evidenziaando che lei è assoluto, incoraggia tutti di sentire l’altra campana senza tener conto che senza far uso delle campane i testimoni di Geova hanno rotto i timpani alla gente di tutto il mondo a tal punto che si presentano con un nome diverso da testimoni di Geova. Hanno reso il nome di Dio puzzolente che nessuno vuole più aprirle la porta e quindi ecco che usano un nuovo nome. Aggiunge che non ha mai ricevuto minacce o critiche dai suoi ex fratelli, e anzicchè essere lieto di ciò, si esalta come se lei e la sua famiglia costituite lo standard di vita di tutti gli ex. Ma lei chi è dio? Nooo ! Ma un deizzato Siii! Continua ad aggiungere tanti strafalcioni come quelli che lei andava a predicare con l’ obbiettivo di scambiare opinioni bibliche. Ma pensa di essere creduto? Lei o non è mai stato un testimone, o vuol prendere in giro non solo gli ex testimoni, ma anche coloro che aprono la porta tutt’oggi ai testimoni di Geova e sanno che non vogliono solo un confronto, ma cambiare la mente della gente. Altro strafalcione enorme scrive: poi era l’interlocutore a decidere di cambiare confessione religiosa. Ma lei dove è stato testimone di Geova sul pianeta Marte? Era l’unico, solo e singolo testimone di Geova che possa aver mai partorito un simile strafalcione! Poi urlando (questo vuol dire quando scrive in maiuscolo) scive: QUINDI TUTTO QUELLO CHE SI DICE SUL CONTO DEI T.D.G. SONO TUTTE CALUNNIE…E FANGO CHE GLI VIENE TIRATO ADDOSSO. Senta caro potente e strano ex testimone di Geova…forse non lo è mai stato un ex testimone di Geova o lo è stato ma su qualche altro pianeta. Si sentirebbe di accettare una sfida? Venga a dire in pubblico davanti a una TV o più TV che racconto calunnie. Su accetti! E’ cosi potente come a fatto capire di essere? Le porterò tanti calunniatori che un solo luogo non li potrà contenere e dica da potente deizzato come mostra d’essere che sono tutti calunniatori. A persone di tutte le età inclusi genitori nonni, che soffrono maledettamente l’ostracismo dei testimoni di Geova! A coloro che le è stata tolta la paternità e il diritto di vivere insieme alla propria famiglia una vita normale. E guardandoli in faccia come faccio io vedendoli piangere, vorrei vederla mentre le urla…..state dicendo cavolate come usa esprimersi lei da grande deizzato,…oppure dirle smettiamola di prenderci in giro….lo venga a dire non abbia paura su dimostri quello che voleva dimostrare con il suo scritto. Lei è molto strano prima mi attacca e mi offende e poi conclude con: Caro Rocco Politi da anziano qualificato chissà quanti tuoi ex conservi ai aiutato amorevolmente…e adesso gli lanci la MERDA….BRAVO DAVVERO…. Io non sono un suo caro ne lo voglio essere mai. Non sono stato io a cercarla per offenderla non ne avrei il motivo, io non la conosco, ma lei da potentissimo deizzato non ha saputo trattenersi, anzicchè cambiare canale come si usa dire se non le piace ciò che scrivo ha ritenuto opportuno attaccarmi per dimostrare che i suoi strafalcioni sono assoluti…e che tutto il resto non esiste ma come lo definisce è solo sterco. Complimenti dio! Ecco qual’è il mio pensiero sulla sua potenza, sulla sua verità! Meno male che Dio ha dato a tutti i la capacità di distinguere la sincerità di chi parla con il cuore e sinceramente, e chi è invece è capace solo di etichettarloin ogni modo. Mi riferisco ai testimoni di Geova o a che si spaccia per ex testimoni di Geova, che si distinguono con le loro eclatanti parole offensive. Ma perchè si comportano in questo modo deludendo il loro stesso dio? Perchè applicano a loro stessi e nessun altro un aggettivo che fa parte ormai del loro DNA. (deizzato) I deizzati si distinguono proprio dalle parole che scrivono a commento di interviste di vita reale. Parole che non userebbero mai di casa in casa, per non rischiare non solo la chiusura in faccia, ma anche qualcos’altro. Quali deizzati millantano qualcosa, senza rendersi conto che sono solo loro a credere a quello che dicono. Con le loro parole si propongono come “chiarificatori dell’unica verità” millantando notorietà, prestigio, insomma “onore al merito”perchè loro dentro o fuori a questa moderna organizzazione americana miliardaria, con ancora lo stesso plagio disdegnano l’umiltà e gli umili è sono da combattere a tutti i costi perchè hanno osato dissentire dal dettame di questa moderna miliardaria organizzazione americana, autodifinitasi unico vero popolo di dio sulla terra. In tal modo pretendono che tutti li accettino con ammirazione, anche quando usano espressioni denigratorielontane anniluce da ciò che insegna l’amorevole e rispettoso Dio dell’universo che da il sole sui giusti e sugli ingiusti. Che vergogna per chi agisce contrariamente! La loro presunzione li appaga contestando brutalmente gli altri e attribuendoogni sorta di aggettivo per giustificare il loro conflitto che vivono interiormente, sono cosi in ogni loro ragionamento. Sull’onda della loro assoluta certezza di unici veritieri, senza accorgersene accumulano ambizioni, che li corrodono dentro e li rendono insoddisfatti. Come si nota chiaramente restano vittime della propria adulazione, abituati a nutrirsi solo ed esclusivamente delle dichiarazioni che si affibbiano come oro colato. Io non sono contro chi cerca autocelebrazione, un po’ la pratichiamo tutti ogni tanto, ci fa stare un po’ meglio. Ma l’arroganza no! L’arroganza è di chi si sente già un fallito ma non lo accetta. Penso che essere presuntuosi, entro certi limiti, è ricerca di sicurezza in se stessi: la vita è dura, ed ogni tanto abbiamo bisogno di sentirci saldi e solidi. Autolodarsi è come “coccolarsi”, e un po’ migliora l’umore: alla fine niente di male. Ma quello che non sopporto è l’arroganza di questi giudici deizzati, che la evidenziano volutamente perchè per loro questo fa la differenza: ciò si tramuta in autoritarismo e, sprigiona mediocrità paludata da forza fasulla e presunte capacità. C’è un detto che non passa mi di moda: chi si loda finisce che si imbroda!

Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/blogs/parlare-con-i-limoni/nel-paese-dei-litigi-trionfa-la-canzone-del-dialogo#ixzz2WVMUs32p