Ex Testimoni di Geova – Grande Progetto

Ex Testimoni di Geova

Grande Progetto

 

Di Rocco Politi 

Lo scopo di questo progetto non è solo quello di condividere esperienze, non vuole solo divulgare notizie  per aiutare a capire chi sono veramente i Testimoni di Geova e in che cosa  consiste la loro fede.

Con questo progetto voglio con la mia e le vostre esperienze illuminare tutti sul fatto che purtroppo la congregazione centrale dei Testimoni di Geova attribuisce l’ostracismo a livello personale  degli ex fedeli, a una loro libera scelta, fatta secondo la propria coscienza, ma in realtà non è così, e voi tutti ex testimoni di Geova lo sapete molto bene.

All’interno della congregazione vige l’obbligo di denunciare la violazione dei propri confratelli e che non mettono in atto completamente le regole bibliche, le regole della direttiva, e di quelle dettate dalle circolari interne all’organizzazione.

In seguito a queste denunce e segnalazioni, tutti i fratelli segnalati sono visitati dagli anziani che prendono nei loro confronti misure di restrizione, secondo la coscienza degli anziani e il dettame della congregazione.

In rete si trovano spesso discussioni sulle varie dottrine, tanta gente si pone domande sulla morte di Gesù, sul nome di Dio, sulla loro reale esistenza, sulla Bibbia, sui suoi insegnamenti e questo avviene anche per la Bibbia dei Testimoni di Geova.

Su queste cose non c’è particolare interesse da parte dello Stato che è interessato invece, alle violazioni costituzionali e alle violazioni dei diritti umani.

La mia esperienza, come quella di tutti voi che siete usciti da questa moderna miliardaria organizzazione americana, è molto triste e sta facendo riflettere molti che sono ancora testimoni di Geova e che non sanno prendere ancora una definitiva decisione per uscirne e fuggire.

Purtroppo la frammentazione di tutti gli ex testimoni di Geova e le esperienze disseminate per tutto il Web non ha fatto ancora riflettere l’Autorità, il Governo che avrebbe il potere di legiferare per chiarire, migliorare e risolvere le cose.

L’Unione fa la forza

La testimonianza relativa all’ostracismo degli ex Testimoni di Geova è un argomento che riveste un ruolo fondamentale, indispensabile per riacquistare a tutti la dignità della vita, per uno sviluppo sociale di chi è stato colpito con la coercizione, occorre un fattore abilitante, una nuova realtà sostenibile.

Il problema maggiore nell’affrontare tale tema è l’elevata dipendenza derivante dalle impostazioni mentali ai dettami dell’organizzazione di tutti i Testimoni di Geova. Tale dipendenza è di una complessità molto maggiore alla  immaginazione umana, e tale complessità è ulteriormente accresciuta dal mix generazionale.

In questi anni sono stati tanti i tentativi di fare luce su l’ostracismo senza successo.

Con questo progetto desidero contribuire a raggiungere assieme a tutti Voi questo importante obiettivo: riprenderci quello che ci hanno tolto, l’affetto dei nostri genitori, l’amore dei nostri figli, il sorriso dei nostri nipotini.

La mancanza di regole e norme è una triste realtà, un drammatico ostacolo per poter vivere una vita normale e felice con la propria famiglia come lo garantiscono tutti i diritti umani.

Il panorama mondiale è attualmente dominato dai “Grandi” le cui decisioni influenzano lo scenario globale, in tale contesto “l’Unione fa la forza”.

Se vogliamo esercitare il ruolo di protagonisti che ci spetta, dobbiamo muoverci come un’unica entità, promuovendo in un’ottica di sviluppo la condivisione delle nostre esperienze.

Se lo riterrete utile ed opportuno, potrete inviare le vostre esperienze, tramite e-mail o lettera scritta di vostro pugno.

1. Persone che sono già in possesso di video, articoli, interviste;

2. Persone che desiderano esprimere e diffondere la propria testimonianza ex novo

Sottolineo che nessuna esperienza potrà essere adoperata senza la vostra autorizzazione.

 

Migliaia di ex testimoni di Geova urlano una richiesta di aiuto, alle autorità, ai giornalisti, a me e a tutti voi.

La mia vuole essere la richiesta che anche voi possiate prendere visione di quanto stanno soffrendo migliaia di persone, genitori, figli, padri, madri, nonni e nipotini, amici, parenti, e conoscenti, in nome di una falsa organizzazione volta solo al proprio tornaconto economico, schiacciando i diritti umani dei propri adepti e vietando loro ogni dialogo che esuli dai loro insegnamenti.

Io e mia moglie abbiamo una storia la stiamo urlarlando, in maniera dignitosa, al mondo intero: una storia che ha già coinvolto molte persone che hanno perso la loro identità e la loro dignità a causa di una organizzazione che ha impostato su una falsa interpretazione delle Sacre Scritture il proprio insegnamento.

Desideriamo però far conoscere il mondo oscuro dei Testimoni di Geova, che toglie la libertà di coscienza, l’autonomia del pensiero e della ragione, che non permette più di vivere come persone e cittadini perché ogni aspetto della vita, anche il più personale, deve essere regolato dai dettami dell’organizzazione.

Io e mia moglie siamo riusciti, dopo aver patito tante sofferenze e privazioni sopratutto della libertà di coscienza e della gioia di vivere, a liberarci dal male oscuro, che aveva imprigionato la nostra vita per 40 lunghi anni, una prigionia dell’anima e della ragione che purtroppo ancora coinvolge migliaia di persone insieme alle loro famiglie.

Vi chiediamo il vostro aiuto per poter arrivare ai cuori delle persone che sono ancora plagiate e sopratutto a quelle che stanno cercando una via d’uscita e non riescono a vedere una luce in fondo al tunnel, per poterli aiutare a ritrovare la loro identità e la vita in un mondo normale, non sentirli più piangere e vederli nuovamente sorridere gioiosamente.

 

L’impegno che ci siamo posti è quello di testimoniare che è possibile liberarsi da qualsiasi forma di manipolazione delle coscienze ed esprimere la nostra solidarietà a quanti ancora stanno soffrendo perché possano passare dalla schiavitù alla libertà.

 

Ci dobbiamo rendere conto che è giunta l’ora di fare qualche cosa in più che solo intrattenerci a e dialogando nel Web senza paura che non possa servire a nulla.

Tutti voi siete una grande forza da mettere a disposizione e anzicchè continuare a frammentare questa enorme forza, vi esorto a unirvi insieme.

Ma molti lo hanno nel DNA e il tempo li ha bloccati, non prendono alcuna iniziativa e nessuna decisione sicuri di avere aver capito che nessuno può far più nulla di quello che si è fatto contro la brutale sofferenza dell’ostracismo dei testimoni di Geova.

Ogni uno di Voi può fare tanto per aiutare a far rivivere nella libertà e nell’esperienza della solidarietà tutti coloro che questa libertà e questa solidarietà, non l’hanno mai avuta o non ce l’hanno più o la stanno per perdere.

Vi invito a prendere conoscenza delle attività divulgative che tutti abbiamo davanti, possibilità concrete reali, e alcune persone preminenti di autorità ci possono aiutare , ma non tocca a queste autorità unire prima gli ex testimoni di Geova per poi aiutarli.

Io e mia mogli siamo solo pezzettini di legno, e da soli non possiamo costruire quella porta che aprire alla via di uscita, una vera fonte della libertà.

Ma con Voi ci possiamo riuscire. Con voi la porta è presto fatta e aperta se lo desiderate.

Questo vuole essere il GRANDE PROGETTO EX TESTIMONI DI GEOVA.

Fatemi domande specifiche vi spiegherò in cosa consiste.

Abbiate fiducia, in voi stessi nella vostra forza che potete far conoscere.

Abbiamo servito una moderna organizzazione miliardaria americana per tanti anni, ricavandone solo un brutale Ostracismo.

Ora possiamo fare un PICCOLO sforzo. Per ottebnere un GRANDE RISULTATO.

Grazie a nome di tutti coloro che stanno cercando quella porta.

rocco.politi.it

www.roccopoliti.it

Il mio obiettivo all’inizio di questa mia missione era quello di aiutare una sola persona a uscire fuori. Nei prossimi giorni inserirò nel mio blog tutte le persone che mi hanno ringraziato per quel poco che ho fatto. PENSATE SE OGNIUNO DI VOI POTESSE AIUTARNE SOLO UNO!!!!!!!!!!!

Io ho molta fiducia in tutti voi.

Un uomo ha detto:

Quando fai un errore non pensarci troppo, fattene una ragione nella tua mente e guarda avanti.

Gli errori sono lezioni di saggezza.

Il passato non può essere cambiato.

Il futuro è ancora in tuo potere.

Hugh Lawson White