La competenza medica della Watchtower. 2/9/2017

BASE DOC

Il numero di Gennaio 2000 della rivista Svegliatevi!, pubblicata dalla Società Watchtower Bible and Tract Society di New York e distribuito in tutto il mondo, conteneva articoli che approvavano la chirurgia senza sangue e promuovevano la medicina senza sangue come un’alternativa sicura alle trasfusioni di sangue allogeniche (1).

In questo numero speciale della rivista Svegliatevi! sono presenti numerosi medici ed è evidente che questi medici erano inclusi nell’elenco “medici collaborativi” che è compilato e gestito dal Servizio di Informazione Sanitaria della Watchtower Society.

Nel novembre 2002, meno di due anni dopo la pubblicazione di questa particolare Svegliatevi!, la Watchtower Society ha affermato di avere una banca dati di oltre 100.000 medici che usavano tecniche senza sangue su pazienti Testimoni di Geova.

Il Servizio di Informazione Sanitaria (HIS) è il braccio del quartier generale dei Testimoni di Geova che coordina le comunicazioni tra più di 110.000 medici di tutto il mondo. Circa 1600 sottogruppi, chiamati Comitati di Assistenza Sanitaria (HLC), facilitano questa comunicazione a livello locale. (2)

L’articolo “La crescente richiesta di medicina e chirurgia senza sangue” apre con una citazione del dottor Boldt, un professore dalla Germania, che si trovava senza dubbio nell’elenco del Servizio di Informazione Sanitaria dei medici approvati dalla WT:

Tutti coloro che hanno a che fare con il sangue e prendono in cura chirurgica dei pazienti dovrebbero prendere in considerazione la chirurgia senza sangue. – Dr. Joachim Boldt, professore di anestesiologia, Ludwigshafen, Germania.

Joachim-Boldt-237x300.jpgL’articolo conteneva anche questa citazione dello stesso medico:

La chirurgia senza sangue non è solo per i Testimoni di Geova, ma per tutti i pazienti. Penso che ogni medico dovrebbe usarla. – Dr. Joachim Boldt, professore di anestesiologia, Ludwigshafen, Germania.

A quel tempo il dottor Joachim Boldt veniva presentato in una pubblicazione dei Testimoni di Geova, la sua ricerca veniva utilizzata dalla comunità medica per convalidare l’uso della soluzione di amido idrossietilico come espansore di volume per rimpiazzare il sangue di un paziente evitando, o riducendo, così l’uso delle trasfusioni di sangue allogeniche. La ricerca di Boldt, confrontando l’efficacia dei diversi colloidi all’albumina, utilizzava l’amido idrossietilico sospeso in una soluzione elettrolita invece della solita soluzione salina utilizzata dalla comunità medica sin dagli anni ’70.

Gli espansori del volume sono essenziali per le procedure chirurgiche che drenano e conservano il sangue del paziente durante l’intervento chirurgico e l’amido idrossietilico era uno dei pilastri delle procedure chirurgiche da oltre due decenni. (3)

Nel 2002, l’amido idrossietilico sospeso in soluzione salina (Hespan), è finito sotto inchiesta da parte della FDA e la FDA stava pensando di mettere un avviso sull’Hespan (4). Alla fine, dopo numerose audizioni e prove della FDA, l’Hespan ha ricevuto un avviso che allertava i medici su un maggior rischio di sanguinamento in alcuni pazienti quando veniva utilizzato tale prodotto. (5)

Tuttavia, Hextend, la soluzione di amido idrossietilico che Boldt impiegava nella sua ricerca, è riuscita ad evitare il warning durante le udienze FDA nei primi anni 2000, sulla base della presunzione che la soluzione di trasporto Hextend e la minore dimensione molecolare avrebbero evitato i problemi dell’Hespan. Questo, successivamente, si è rivelato falso e anche Hextend ha ricevuto un avviso dalla FDA che affermava che poteva verificarsi un aumento del sanguinamento e un collasso renale a causa del suo utilizzo (6).

Nel 2010, si è scoperto che la ricerca che Joachim Boldt aveva pubblicato a favore dell’amico idrossietilico sospeso in una soluzione di elettroliti conteneva dati falsificati e / o la ricerca aveva un’approvazione etica inadeguata (7, 8, 9). Gli studi di Joachim Boldt che sono stati ritirati ammontano ora a 96 e secondo Retraction Watch, un sito web che tiene traccia delle ricerche ritirate nella comunità scientifica, questo numero posiziona Boldt al secondo posto nella classifica per il numero di studi ritirati. (10)

Nel corso degli ultimi quattro decenni l’amido idrossietilico è stato utilizzato per i Testimoni di Geova, inclusa la più recente formula sul mercato: Voluven (11). Ciò è accaduto nonostante il noto rischio di aumentare l’emorragia in alcuni pazienti (12). Gli studi sulla sicurezza e l’efficacia dell’amido idrossietilico hanno evidenziato un aumento delle trasfusioni di sangue (13).

È chiaro che l’uso di amido idrossietilico aggiunge un rischio supplementare per il paziente (14, 15, 16) e che questo rischio aggiuntivo era noto da molti anni:

La ricerca del Dr. Gill Schierhout e del Dott. Ian Roberts del University College London hanno trovato nel 1998 che l’uso di colloidi durante l’intervento chirurgico ha aumentato il rischio di morte di quattro punti percentuali, pari a quattro morti in più ogni 100 pazienti. Una recensione pubblicata 10 anni dopo da Konrad Reinhart e Christiane Hartog dell’Università di Friedrich Schiller a Jena, in Germania, ha citato due studi clinici su larga scala che hanno scoperto che HES potrebbe impedire la coagulazione del sangue, cosa che può causare pesanti sanguinamenti. Altri studi hanno dimostrato che alcuni colloidi possono causare complicazioni tra cui insufficienza cardiaca e renale, fluidi che entrano nei polmoni e shock anafilattico (17).

Il Servizio di Informazione Sanitaria della Watchtower Society è stato irresponsabile nel promuovere una procedura medica che pone delle persone in pericolo in una posizione di ulteriore pericolo. La popolazione dei TdG non ha la rete di sicurezza di una trasfusione di sangue per compensare il rischio dell’aumento del sanguinamento quando vengono utilizzati gli amidi idrossietilici e tuttavia la Watchtower ha mancato di avvertire i TdG di questo rischio aggiuntivo.

Non solo la Watchtower Society ha sostenuto l’uso di un’alternativa al sangue che aumentava i rischi, ha anche sostenuto il dottor Joachim Boldt, un discutibile ricercatore medico nel campo della medicina senza sangue. Il dottor Boldt, il medico presentato nella rivista Svegliatevi!, ha condotto una ricerca medica su pazienti senza approvazione etica e poi ha falsificato i dati al fine di promuovere un’alternativa alle trasfusioni di sangue.

Sostenere famigerati pseudo-medici non è qualcosa di nuovo per la Watchtower Society. Il nome del dottor Joachim Boldt resterà nella storia della Watchtower, insieme a altri importanti medici che la WTS ha sostenuto nel corso degli anni come Albert Abrams, George Starr White, Charles Betts e Bernarr McFadden.


FOOTNOTES

1.  Awake!, January 8, 2000. Watchtower and Bible and Tract Society of New York.

2.  https://web.archive.org/web/20091120230915/http://www.jw-media.org/gbl/20021118.htm – SABM award recognized the Watchtower Society’s contribution to the field of Blood management.

3. Hydroxyethyl Starch: Here Today, Gone Tomorrow. J. P. Nolan; M. G. Mythen. Br J Anaesth. 2013;111(3):321-324.

4. https://www.fda.gov/OHRMS/DOCKETS/ac/02/transcripts/3867T1.rtf

5. http://www.who.int/medicines/publications/NewsletterNo4_2013EC.pdf

6. https://www.drugs.com/pro/hextend.html

7. Joachim Boldt profile: a glittering career built on charisma and charm. Heidi Blake. http://www.telegraph.co.uk/news/health/news/8360678/Joachim-Boldt-profile-a-glittering-career-built-on-charisma-and-charm.html

8. https://en.wikipedia.org/wiki/Joachim_Boldt

9. http://intensivecarenetwork.com/148-scandal-and-reputation/

10. When you have 94 retractions, what’s two more? Retraction Watch. http://retractionwatch.com/2017/03/01/94-retractions-whats-two/

11. Normovolemic hemodilution using hydroxyethyl starch 130/0.4 (Voluven) in a Jehovah’s Witness child requiring cardiopulmonary bypass for ventricular septal defect repair. Bryan D. Laliberte, , Dilip S. Nath, , John P. Costello, , Mark Nuszkowski, , Richard F. Kaplan. Journal of Clinical Anesthesia, Volume 26, Issue 5, August 2014, Pages 402-406

12. A severe coagulopathy following volume replacement with hydroxyethyl starch in a Jehovah’s Witness. D.N.J. Lockwood, C. Bullen, S.J. Machin. Anaesthesia, 1988, Volume 43, pages 391-393.

13. Effect of intraoperative HES 6% 130/0.4 on the need for blood transfusion after major oncologic surgery: a propensity-matched analysis. Fernando Godinho Zampieri, Otavio T Ranzani, Priscila Fernanda Morato, Pedro Paulo Campos, and Pedro Caruso. Clinics (Sao Paulo). 2013 Apr; 68(4): 501–509.

14. http://pulmccm.org/main/2013/randomized-controlled-trials/hydroxyethyl-starch-fries-kidneys-in-another-large-trial-rct-nejm/ CHEST trial – NZ and Australia.

15. http://clincalc.com/blog/2013/04/fresenius-kabi-its-time-to-pull-the-plug-on-voluven-hydroxyethyl-starch-1300-4/. Fresenius Kabi: It’s Time to Pull the Plug on Voluven (hydroxyethyl starch 130/0.4)

16. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4234780/#ref9 Hydroxyethyl starch: Controversies revisited. Rashmi Datta, Rajeev Nair, Anil Pandey, Nitish Kumar, and Tapan Sahoo.

17. http://www.telegraph.co.uk/news/health/8360667/Millions-of-surgery-patients-at-risk-in-drug-research-fraud-scandal.html

18. The Watchtower Society and Medical Quackery, Kenneth G. Raines. http://www.freeminds.org/history/quackery.htm

Fonte: ajwrb

Traduzione a cura di: Roberto jwanalyze

**********   **********

L’associazione Quo Vadis a.p.s. di Modena

per vivere ha bisogno del tuo aiuto

110 (1)

110

GRAZIE !

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

https://www.facebook.com/quovadisaps

quovadis.aps@gmail.com

rocco.politi@gmail.com

telefono  392 1539014

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MyCCI TIM3jA1ITI rG sR

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>