Il Simulatore di Testimone di Geova 2018 è un gioco che ti metterà a disagio. 24/7/2018

BASE-SCRITTA-DOC1

Misha Verollet è un ex-Testimone di Geova che vive a Vienna, in Austria, e che ha deciso di creare un gioco sulla sua esperienza nella religione e nella vita quotidiana di un testimone, con tutte le sue regole e le sue convinzioni. Si chiama Jehovah’s Witness Simulator 2018e si completa in pochi minuti.

Verollet ha usato una grafica semplice e campi di testo per descrivere il clima ansioso e soffocante dell’adolescenza che ha vissuto. Ha creato in modo molto schematico le situazioni che si trovava a vivere più o meno ogni giorno, e le strane regole a cui doveva sottomettersi, che il giocatore può osservare tramite il protagonista del gioco, Caleb.

L’autore del simulatore a parlato del suo gioco e dei suoi anni passati in chiesa su Reddit. “In pratica mi sono reso conto che non potevo più fare quel tipo di vita, e una breve esistenza coronata da una fine con Armageddon sarebbe stata migliore di rimanere imprigionato fino all’Armageddon per poi morire comunque perché alla fine della fiera Dio può leggermi il pensiero,” ha risposto, alla domanda perché avesse deciso di abbandonare la chiesta dei Testimoni di Geova.

“Avrei potuto dire agli Anziani che non volevo fare più parte dei Testimoni di Geova, ma… Non ho avuto il coraggio,” ha scritto. “Invece, sono andato a letto con una donna non sposata e l’ho detto a tutti. Ho dovuto affrontare un comitato di giudizio, confessare il mio peccato e poi rifiutare di pentirmi — per questo, sono stato sfiduciato e allontanato da famiglia e amici.”

di Martina Rossi

https://www.darlin.it/

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

contorno

oro 1

5x1000

>>>>>>>>>>  <<<<<<<<<<

https://www.facebook.com/quovadisaps

quovadis.aps@gmail.com

rocco.politi@gmail.com

telefono  392 1539014

One thought on “Il Simulatore di Testimone di Geova 2018 è un gioco che ti metterà a disagio. 24/7/2018

  1. A me personalmente questo mi mette disagio:
    Ho appena letto sul CORRIERE DELLA SERA :

    IL CASO
    Calenzano, il prete e le violenze
    sulla bambina

    Il padre: «Don Paolo
    era uno di famiglia…»
    Calenzano, lo sfogo del papà della bambina abusata dal prete: i vicini sono venuti a chiamarmi raccontando cosa stesse succedendo, non ci credevo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

VCHHs RsD1TmDCts ll 58E

Please type the text above:

 caratteri disponibili

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>