Caffè in attesa

Q - QUO VADIS FB2quovadis.aps@gmail.com

www.facebook.com/quovadisaps

www.quovadisaps.org

Telefono     392 1539014

1621662_10202456233039940_1594115146_n

Caffè in attesa

Ho trovato in internet questo interessante post. 

“Sono entrato con un amico in un piccolo bar in Belgio ed abbiamo ordinato.

Mentre andavamo verso il nostro tavolo, sono arrivati due signori e si sono avvicinati al bancone. “5 caffè per favore, 2 per noi e 3 ‘in attesa’, “. Hanno pagato, hanno bevuto i loro due caffè e sono andati via.

“Cosa vuol dire caffè in attesa?” ho chiesto al mio amico, e lui rispose: “Aspetta e vedrai”.

È entrata altra gente, prendeva il caffè ed andava via. Il prossimo ordine è stato di 3 avvocati, 3 caffè per loro e 4 ‘in attesa’. Mentre io pensavo ancora a cosa vuol dire ‘caffè in attesa’, gli avvocati hanno pagato e sono andati via.

Un attimo dopo è entrato nel bar un signore anziano, con dei vestiti vecchi, assomigliava ad un senzatetto, si avvicina al bancone e chiede con entusiasmo “avete un caffè in attesa?”, il barista prepara e da il caffè al signore.

Ricapitolando, la gente pagava il caffè in anticipo per coloro che non potevano permettersi una bevanda calda.

Facciamo che questa bella idea sia pubblicata in tutto il mondo, sarebbe bellissimo se il tutto diventasse realtà.-

Alcune considerazioni da parte di chi ha commentato questo post:

In Italia potrebbe funzionare?

Il barista intascherebbe il denaro e non farebbe entrare al bar il bisognoso?

Bellissimo veramente tanto. ….. Sperando che i baristi siano onesti con la loro coscienza .

Io conosco comunque delle persone che si accoderebbero ai bisognosi per scroccare la bevuta.

Questa cosa era molto in voga a Napoli prima della guerra e si chiamava “caffè sospeso”.

Ancora oggi a Napoli esiste il famoso caffè pagato napoletano!!!

A Salerno si fa da decine di anni.

A Palermo non c’è neanche bisogno di dire caffè in attesa si da e basta….

Si ci mancherebbe altro… Con tutti gli immigrati che ci sono i nostri paesani bisognosi rimarrebbero a bocca asciutta!

Si, ma nessuno si domanda perché qui non si usa?…perchè avendo lavorato in un bar posso garantire a chiunque che nessuno avrebbe il buonsenso di dire:io non ne ho bisogno…ed ecco quindi orde di scrocconi, anche benestanti, che si berrebbero il caffè in attesa al posto di un senzatetto. …qui bisognerebbe usare il caffè in attesa, ma somministrato a discrezione del barista…

Non ci credo… Ma veramente esistono queste persone con delle fantastiche idee?

VOI COSA NE PENSATE?