GRANDE SCOPERTA! I TESTIMONI DI GEOVA ESPONGONO LA BANDIERA

603323_374714245985336_194342599_a

email: quovadis.aps@gmail.com

www.facebook.com/quovadisaps

 www.quovadisaps.org

cell. 334 6395736

935942_396593590464068_745656669_n

GRANDE SCOPERTA!

I TESTIMONI DI GEOVA

ESPONGONO LA BANDIERA

Esempi di come la Torre di Guardia parla con la lingua biforcuta.

“Ai nostri giorni gli unti fratelli di Cristo impiegano il Reparto Scrittori, che ha sede a Brooklyn, per provvedere informazioni spirituali sotto forma di riviste, opuscoli, libri e altro materiale stampato o in formato elettronico. Come il cibo letterale, anche quello spirituale deve essere ben preparato. Persino gli scrittori della Bibbia, che erano guidati dallo spirito santo, si assicuravano di mettere per iscritto solo informazioni accurate e dovutamente verificate. Luca, per esempio, consultò molti testimoni oculari, e disse di aver “seguito con accuratezza ogni cosa dall’inizio”. — Luca 1:1-4.
Il Reparto Scrittori applica lo stesso metodo: ‘seguire con accuratezza ogni cosa’. Ma dove si possono reperire informazioni attendibili? Benché Internet permetta di accedere facilmente e velocemente a una gran quantità di informazioni, i nostri ricercatori non si affidano a blog o a pagine Web poco documentate redatte da autori anonimi o non qualificati. Per esempio, l’enciclopedia on-line Wikipedia avverte che alcuni degli articoli pubblicati sul suo sito presentano informazioni notevolmente distorte, sono redatti con criteri non enciclopedici o sono stati manomessi da vandali. Aggiunge poi che gli utenti devono esserne consapevoli. Perciò il Reparto Scrittori fa riferimento a opere di consultazione attestate, articoli di esperti riconosciuti e libri pubblicati da editori accreditati. … In conclusione, il reparto Scrittori si accerta di usare solo informazioni vere e accurate, anche quando si tratta di dettagli apparentemente insignificanti. Grazie a questo “lo schiavo fedele e discreto” è in grado di provvedere costantemente cibo spirituale che reca onore a “Geova, Dio di verità”. (Annuario 2011 pp. 9, 10)

Con questo in mente, e confrontato il palco dell’assemblea del 1922 a Ceder Point, con la rievocazione tratta dal DVD “La fede all’opera”, 2011, Watch Tower, 1° parte, e con la reale foto del libro Proclamatori p. 259, si noterà che la sala e il palco sono addobbati con la bandiera Americana. Eppure questo dettaglio è stato eliminato dal DVD. Queste immagini mostrano non solo che sono dettagli insignificanti trascurati, ma volutamente manipolate. Se la bandiera è un simbolo di idolatria (Svegliatevi! 22/2/1972, p. 15) perché veniva esposta nelle loro riunioni?

1

2

 

“La legge di una Nazione che vuole costringere il figliuolo di Dio a salutare una bandiera vuole costringerlo a salutare il Diavolo quale invisibile Dio di quella Nazione”.
(Salvezza 1939 p. 253)

“Il testimone di Geova senza dubbio rispetta i buoni principi rappresentati dalla bandiera della nazione nella quale abita, benché non saluti la bandiera di nessuna nazione. Egli mostra il suo rispetto non recando su di essa alcuna riprovazione mediante cattiva condotta”.
(Sia Dio riconosciuto verace, 2° ed. riv. pagina 238)

Se salutare una bandiera equivale a salutare il Diavolo, rispettare la bandiera, significa rispettare il Diavolo.

Come è successo per tanti altri insegnamenti geovisti, anche sulla questione del saluto della bandiera il suo insegnamento è stato completamente rovesciato. Per più della metà della sua storia, la Torre di Guardia ha comandato il saluto alla bandiera, e l’onore alla bandiera americana.

“Poniamo che le autorità comunali o statali stabiliscano che tutti debbano esporre la bandiera americana. In un caso del genere come ci comporteremmo? Ebbene, ecco la nostra risposta: Noi pensiamo che sarebbe giusto esporre la bandiera in obbedienza a tale ordine o richiesta. … Comunque sia, l’esporre la bandiera americana non può essere fonte di turbamento a nessuno. Se dovesse esserci chiesto o ordinato di esporre la bandiera, noi dovremmo farlo per rispetto nei confronti del governo sotto il quale come cristiani abbiamo il privilegio di vivere. … chiunque vive in America, dovrebbe avere piacere di esporre la bandiera americana, particolarmente se gli fosse chiesto di farlo”. (TW 15 maggio 1917 reprints p. 6086)

3

4

Junzo Akashi, il sorvegliante della Filiale Giapponese, ha protestato contro il Presidente Knorr. Egli disse: “La Società ha fatto compromesso in questo modo”. Per aver detto questo, fu disassociato.

5

 

In tutte le Sale del Regno dei Testimoni di Geova a Santiago del Cile che partecipa ogni anno dal 18 al 19 settembre, è stata installata la bandiera cilena. In Cile, se non si espone la bandiera cilena in quei giorni, si rischia una multa. Perciò la Società Torre di Guardia e i loro rappresentanti, ignorano le proprie dottrine, se colpiti di tasca o nella loro immagine,ed allora lo ha fatto senza esitazioni per evitare di pagare le multe.

In un Annuario dei Testimoni di Geova, c’è scritto:

“Questo è stato fatto per mettere in guardia i fratelli contro l’opera di predicazione e per cercare di costringerli a ripetere slogan politici, cosa che si sono rifiutati di fare. . . . È stato detto loro che potevano radunarsi nella Sala del Regno purché esponessero la bandiera davanti a essa e prima e dopo ciascuna adunanza riservassero del tempo per cantare inni e ripetere slogan politici. I fratelli sapevano che non potevano farlo, e sono stati costretti a tenere le adunanze in casa di fratelli”. (Annuario 1997 p. 96)

I Testimoni di Geova non possono votare per un partito politico, ma nella Sala del Regno si può esporre la bandiera di una nazione? Un Testimone di Geova non può cantare l’inno nazionale, ma l’organizzazione può onorare la nazione cilena esponendo la bandiera nella Sala del Regno?

Che ipocrisia!

Ilnonnosa